Immagini di te 8

Scritto da , il 2019-03-10, genere dominazione

Nuda davanti a me.
Prendo un capezzolo tra le dita.
Non ci sono parole per la meraviglia del tuo viso.
Per la lussuria che invade la mia anima.
Mi piace infliggerti dolore.
Non un male fine a se stesso.
Non un male gratuito.
Quello sarebbe sbagliato.
Ogni tortura che ti impartisco deve essere asservita al piacere.
Mio. Tuo. Nostro.
E ora i tuoi occhi brillano di quella luce di cui non riesco più a fare meno.
Dolore e piacere.
Desiderio e timore.
Speranza e paura.
"Pensa farlo in pubblico."
La tua espressione si dipinge di panico.
Mi togli il fiato.

Questo racconto di è stato letto 7 0 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.