La trombamica

Scritto da , il 2018-07-25, genere etero

Mire prende il telefono mi chiama e mi dice sono stesa sul letto mi sono masturbata ma ho tanta voglia di godere con un bel cazzo
vieni ti aspetto.
La raggiungo mi apre veste solo le mutandine con le tettone al vento sento il cazzo che sta gia' venendomi duro
mi porta sul letto e velocemente mi spoglia di colpo non so neanche come mi ritrovo nudo con il cazzo
dritto e duro lo afferra e inizia a menarmelo, la fermo, che fai? vuoi farmi sborare subito se continui non resisto
lei si ferma, e' veramente super arrapata vogliosa di scopare, le sfilo le mutandine, mamma che bella figa
depilata le allargo le gambe e inizio a succhiare il clitoride duro come il legno, la figa e' super bagnata la lecco
Mire inizia a gemare sento il suo corpo vibrare sotto i colpi della mia lingua poi....un grido sto per godereee
mi fermo ma lei noooo continua ma dico non vorrai mica che ti masturbi come hai fatto te, dai ti faccio
venire nella figa gli appoggio il cazzo e con un colpo secco lo infilo in figa super bagnata entra come
l' olio lei con un gemito siii dai stantuffami scopami fammi godereeee il cazzo va su e giu sento la sua figa calda e umida
poi...... un doppio grido nella stanza vengooooo godoooo lei inarca il corpo vibrando tutta e io sento la sbora che inonda la figa
siamo venuti insieme, grandeee.
Distesi sul letto e sfiniti mi dice, grande scopata mi ci voleva, mi hai fatto godere come non mai
e io, anche te, Mire allunga la mano e afferra il mio cazzo che sembra morto ma appena sente la sua
mano come per magia torna a drizzarsi, che fai gli dico, e lei stai zitto, inizia a farmi una sega dicendo
voglio vedere un po" della sbora che mi ha innondato la figa, su e giu su e giu grido dai mi fai sborare siiiii
sborooooo e un flotto di sbora gli inonda la mano, sono contenta ti ho fatto venire ancora e mibe' piacuto sentire
la sbora calda.
Mire mi porta in doccia ci laviamo ma non resisto devo farla godere ancora e' stata troppo brava voglio ricompensarla
la mia mano corre fino al clitoride e' nuovamente duro, le dico sei ancora eccitata e lei, si
dai fammi godere ancora, comincio a menarlo e nello stesso tempo con l' altra mano gli infilo due dita nel culo, e lei ma che fai?, zitta e aspetta non senirai male
improvvisamente il suo corpo vibra tutto e un grido, sto per godereeee anche nel culoooo e sublime siii
godoooooo....

Questo racconto di è stato letto 4 0 3 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.