Erotici Racconti

Il massaggiatore mi fa cornuto

Scritto da , il 2018-03-13, genere prime esperienze

Salve a tutti questo racconto non è frutto di fantasia, ma è realmente accaduto la scorsa estate.
Io Antonio 49 anni sposato da 22 anni con Marcella 52 anni, formosa ma fatta bene con le giuste proporzioni, alta 1,52 circa, ha una 5^ misura di seno e nonostante due gravidanze è ancora una bella donna piacente.
Ho sempre desiderato vederla scopare con un altro uomo, è il mio sogno nel cassetto che inseguo fin da quando eravamo fidanzati, poichè già all'epoca mi piaceva e mi eccitava l'idea che altri uomini potessero desiderarla e guardarla, infatti spesso quando uscivamo, le facevo indossare autoreggenti e portarla al cinema si sedeva affianco a sconosciuti, accavallando le gambe, oppure quando andavamo nelle stazioni di servizio a fare rifornimento, mi piaceva che accavallava le gambe in modo tale che il benzinaio di turno guardasse le sue autoreggenti, oppure ci fermavamo a chiedere informazioni a degli sconosciuti per strada, e io le alzavo il vestito.
Poi con la nascita dei figli questo tipo di gioco si è spento, e più volte ho provato a parlagliene della mia fantasia senza però ottenere risultati concreti, lei ha sempre tergiversato sull'argomento, anche se a dire il vero le piaceva ascoltare le mie fantasie e si eccitava.
L'anno scorso nel mese di maggio, mia moglie accusava un dolore alla coscia sinistra abbiamo temporeggiato e una volta che ci siamo decisi, ci siamo recati da un ortopedico per una visita medica e il dottore le ha riscontrato una borsite e ci ha prescritto massoterapia e fisioterapia,egli stesso ci fornisce il numero di telefono di un osteopata molto bravo di sua conoscenza.
Erano i primi giorni di giugno e già faceva molto caldo, abbiamo preso appuntamento con l'osteopata per il giorno successivo, e arrivati allo studio medico, ci siamo ritrovati di fronte un bel ragazzo di circa 35 anni abbastanza attraente,
Inizia la seduta, facendo spogliare mia moglie lei era vestita con una gonna sopra il ginocchio, scarpe aperte con tacco alto e come suo solito unghia dei piedi smaltate, la fa sdraiare sul lettino e incomincia a massaggiarle la coscia dolorante.

Dopo circa 10 minuti di massaggio, adduce il dolore all'intestino che a suo dire era gonfio, e noto che nel massaggiarle l'intestino le sfiora leggermente il pube, inoltre nel praticare i massaggi, notavo con mio sommo piacere che le strusciava la zona del suo cazzo sui piedi, finito la prima seduta, ci da appuntamento dopo tre giorni.
All'uscita dallo studio,io in macchina scherzando con mia moglie, le dissi: se vieni da sola da questo dottore, ti scopa di sicuro, ridemmo e sdrammatizzammo sui suoi tocchi e strusciatine.
Al secondo appuntamento mia moglie, indossa un perizoma nero e arrivati allo studio, la fa sdraiare sul solito lettino e le chiede di spogliarsi completamente lasciandola solo col perizoma e il reggiseno i palpeggiamenti si ripeterono, e notavo che gli strusciamenti sui piedi si facevano più insistenti nonostante la mia presenza.
Al terzo appuntamento, io ero fuori per lavoro e lei andò da sola, al quarto incontro, io ero libero e mi proposi di accompagnarla, ma lei mi disse che sarebbe andata da sola e che non era necessario che io la accompagnassi, d'accordo le dissi, dopo circa 20 minuti che lei era andata via, presi la macchina e la segui,arrivai allo studio medico, parcheggiai la macchina e poichè lo studio medico si trovava fuori paese, quasi in aperta campagna, aveva una finestra sul di dietro che si affacciava un oliveto,salì su un albero di ulivo, e vidi la mia bella mogliettina piegata a pecora sul lettino e il dottore che la scopava da dietro.
Mi venne un misto di rabbia, ma allo stesso tempo di eccitazione, lei era col perizoma spostato e il dottore la chiavava con violenza, osservando quella scena pensavo a quanto era troia mia moglie, con me faceva la pudica e poi si dava da fare in diverso modo.
Il dottore le andò davanti e le mise il cazzo in bocca facendosi fare un pompino, nuovamente le chiese di girarsi a pecora, prese dal suo cassetto un lubrificante e gli puntò la cappella sul buco del culo, lo spinse dentro con un colpo secco che vidi la smorfia di dolore di mia moglie,iniziò a pomparla in culo e dopo pochi istanti sembrava piacerle la scopò per diverso tempo e quando stava per sborrare mia moglie si girò e lo prese in bocca bevendo tutta la sua sborra, (a me non ha mai dato il culo ne tanto meno ha mai bevuto la mia sborra).
Me ne ritornai a casa affranto e arrabbiato, volevo dirglielo che l'avevo vista, ma allo stesso tempo ero eccitato e felice di aver realizzato un mio sogno quello di vederla scopare con un altro uomo.
Non lo so se ci sono state altre visite lei mi ha detto di non essere più andata perchè il dolore andava meglio, ma credo che sia andata per farsi curare qualcos'altro.

Questo racconto di è stato letto 6 3 5 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.