Erotici Racconti

Sono la moglie di un cornuto

Scritto da , il 2017-12-24, genere tradimenti

-Si...ok però devi darmi il tempo di prepararmi,se arrivi tra un'oretta per me va bene,mi faccio trovare pronta!

-Chi era?-

Mi aveva chiesto mio marito dopo che avevo terminato la mia telefonata.

-Era Claudio,mi ha invitata a cena e tra un po'passa a prendermi.

Scusami ma non ho proprio il tempo di prepararti da mangiare ma se apri il frigo,troverai sicuramente qualcosa di pronto per stasera.-

Gli avevo risposto mentre già mi toglievo di dosso gli abiti di casa per precipitarmi in bagno a fare la doccia e prepararmi per la serata.

Mio marito non aveva avuto niente da eccepire a quel mio improvviso impegno.

D'altra parte,non era la prima volta che uscivo a cena con qualche mio amico rimanendo fuori per tutta la notte ed a volte anche per più giorni consecutivi.

Tutto era cominciato quasi per caso il giorno in cui mi ero accorta che mio marito,in mia assenza andava a rovistare nei panni sporchi in cerca della mia biancheria intima.

I nostri rapporti sessuali erano oramai piuttosto rari ed io non me ne facevo un problema giacché avevo rimediato con un mio collega d'ufficio nel ruolo di amante ufficiale.

Ufficiale nel senso che il mio collega credeva di essere l'unico mentre mio marito era assolutamente all'oscuro.

Naturalmente,oltre quello "ufficiale" che utilizzavo ogni qualvolta me ne veniva voglia che fossi in ufficio o in qualunque altro posto,non perdevo occasione per sollazzarmi anche con altri maschi nei momenti in cui se ne presentava l'occasione.

Il nome del mio collega Claudio comunque,era quello che abitualmente utilizzavo quando dovevo trascorrere una serata o qualche giorno fuori casa.

Mio marito era oramai abituato a quel nome e,sebbene non gli abbia mai spiegato i motivi di quelle uscite,trattandosi di un mio collega,credevo che lui li ritenesse impegni di lavoro.

Dopo essermi accorta delle sue "ispezioni" della mia biancheria intima,avevo voluto sottoporlo ad una prova e,dopo un incontro con un mio occasionale amante,avevo indossato il perizoma senza farmi il bidet e inzuppandolo dunque,con lo sperma che colava dal mio sesso pieno.

Erano le tre del mattino quando ero rincasata.

Mio marito dormiva ed io,senza fare rumore,mi ero coricata accanto a lui.

Dopo un po',quando credeva che mi fossi addormentata,lui si era alzato ed era andato in bagno tornando a letto dopo diversi minuti.

Al mattino,ero subito andata a controllare il mio perizoma e grande era stata la mia meravigla nel trovarlo completamente ripulito dallo sperma che vi avevo lasciato la notte precedente.

Non era bagnato e quindi non l'aveva lavato ma semplicemente ne aveva succhiato il contenuto sino a lasciarlo completamente pulito.

segue

Questo racconto di è stato letto 7 2 0 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.