Erotici Racconti

Nel mondo dei cuckold Pt.2 (storia vera)

Scritto da , il 2017-01-10, genere tradimenti

Io non ci detti peso ma il giorno dopo in ufficio mi arrivò la folgorazione come uno schiaffo in piena faccia.
Conoscevo il suo ex ragazzo, una specie di nerd che una scopata a pecora in un bagno non se la sarebbe neanche sognata.
Col cazzo che era stato il suo ex! Era stato Maurizio, era ovvio! Quindi, quel giovedì sera non era la prima volta che la scopava la troia!
Esco dall'ufficio e mi fiondo a casa, ci sediamo, accendiamo una sigaretta belli rilassati.
Senti te.. non diciamo cazzate, col tuo ex, in un bagno.. ma per favore. Non l'hai fatto con lui..-.
E allora con chi?? Fa lei con tono di sfida..
Ma guarda la stronzetta com'è diventata spavalda e sicura di se.. Con Maurizio, dico io.
Lei annuisce sorridendo beffarda.
La trascino sul letto, le metto l'uccello in mano e lei comincia a segarmi mentre mi racconta:” ero con mia sorella al solito bar. C'era anche lui. A un certo punto, dopo vari sorrisi e ammiccamenti si alza per andare verso il bagno mentre con la testa mi fa cenno di seguirlo. Non sapevo cosa fare all'inizio, poi mi sono avviata verso il bagno anch'io.
Entrata nell'antistanza mi sono sentita trascinare dietro la porta del gabinetto e mi sono ritrovata con la lingua in bocca una mano nella fica e il suo uccello in mano. Ero in trance, non capivo più nulla ma era quello che volevo.
A un certo punto mi ha calato i pantaloni, mi ha spinto faccia al muro e...è entrato.
Poi si è spostato sul cesso e mi ha fatto sedere su di lui mentre mi spostava su e giù con colpi decisi.
Un rumore nell'antistanza, una porta che si apriva ha interrotto di colpo la mia trance, mi sono bloccata mentre lui mi implorava di “finire”. Niente da fare, mi sono rivestita e sono uscita di corsa. Giovedì invece.. beh, come sai, abbiamo “finito”.
Inutile dire che ormai il mio cazzo aveva cominciato a gettare sperma in quantità e nei giorni successivi, mentre la scopavo, aggiungeva qualche particolare in più che mi faceva impazzire.
Uno di questi era la promessa che un giorno gli avrebbe dato anche il culo!
Questo nuovo stato delle cose mi eccitava ma allo stesso tempo mi atterriva. Cosa sarebbe successo più avanti? Avevamo un bel rapporto, una bimba piccola ma lei era molto presa da Maurizio tanto da ammettere in modo molto diretto, di non voler rinunciare né a lui che rappresentava la trasgressione, né a me che invece ero casa e famiglia.
Io all'inizio ero combattuto tra il desiderio di saperla troia e la paura di dover affrontare una separazione dolorosa, cosa che poi col tempo è cambiata quando ho avuto la certezza che lei mi amava, che non avrebbe mai rinnegato noi come coppia né avrebbe mai smesso di essere gelosa di me.
Le regole erano chiare, lei poteva trasgredire, io no. Per cui veniva spazzate via anche quelle idee di scambismo che affioravano nella mia mente. Io ero solo suo, e basta.
Ad ogni modo i suoi incontri con Maurizio non erano mai combinati né frequenti per cui quando usciva la sera non sapevo mai niente di ciò che faceva almeno finchè non tornava a casa e la stragrande maggioranza delle volte si limitava a un paio di drink con la sorella e rientri sempre entro la mezzanotte.
Una di queste sere avevo provato a chiamarla ma non aveva risposto, avevamo litigato un po' e ci poteva stare.
Rincasa a mezzanotte e mezza, molto tranquilla. Dice che è stata al bar, con la sorella e che si, c'era anche Maurizio col quale aveva chiacchierato e niente più mentre si spoglia per entrare nel letto.
Io non ho motivo di non crederle anche perchè lei ha una caratteristica particolare: non sa mentire.
Prima di stendermi la faccio un'altra domanda:”Ma Maurizio? Ci ha provato? Non ti ha proposto qualcosa?”.
A quel punto incrocia il mio sguardo e ride... Io:”NO!” e lei..”eh.. si”. Segue..

Questo racconto di è stato letto 6 4 9 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.