Sullo scoglio

Scritto da , il 2016-11-09, genere bisex

Sullo scoglio
Nonostante io mi consideri eterosessuale nella mia vita ho fatto quache esperimento con uomini e trans.
Spesso sono state esperienze deludenti altre volte più interessanti.
Ho provato più che altro a farmi fare un pompino da un altro uomo e a farne a mia volta.
Una volta con un trans che mi era piaciuto particolarmente provai a subire un rapporto anale ma non riuscii ad andare sino in fondo e dovetti fermare la ragazza.
Insomma sono ancora nella fase e penso ci rimarrò del non sapere bene quello che si vuole.
Comunque sono alla ricerca di esperienze con persone del mio stesso sesso ,e l’altro giorno decisi di lasciarmi andare un po’ di più.
Contattai un mio amico gay con cui spesso mi vidi in questi anni ,Luca.
Lui non aveva mai secondo me intuito più di tanto i miei desideri ma io sotto sotto ho sempre voluto far un po’ di sesso soft con lui e magari anche qualcosa di piu.
Quindi un mesetto fa ci siamo visti col mio amico faceva ancora caldo nonostante fosse inizio ottobre e proposi un pomeriggio in spiaggia.
Lui subito mi propose di andare su degli scogli solitari poco lontani dove avremmo potuto prendere il sole integrale e dove lui andava spesso in cerca di belino(Cazzo).
Dire di si sarebbe stata quasi un ammissione da parte mia di quello che volevo,da una parte c’erano le fantasie in cui volevo e desideravo certe cose e dall’altra la realtà in cui non ero prprio sicuro sicuro…”Certo ! Andiamo a fare i nudisti Mi piace” così risposi a Luca e vinsi tutte le mie ultime seghe mentali.
Cominciammo ad incamminarci per una scogliera che proseguiva in una zona della costa che non avevo mai visto,sempre più lontana da occhi indiscreti.
Erano i primi d’ottobre di un fantastico mertedì pomeriggio di sole.
Luca era tranquillo per lui era normale fare nudismo e anche per me lo era ,solo che anni prima avevo rifiutato le sue avance e ora il pensiero di ritrovarci nudi su uno scoglio doveva suscitare qualcosa.Sicuramente io ero molto eccitato e speravo di riuscire ad aprirmi.
Arrivammo sullo scoglio che Luca aveva scelto per noi e cominciammo a spogliarci tranquillamente,io in realtà non tanto.
Luca aveva un bel fisico abbronzato capelli lunghi occhi chiari,e ora potevo ammirare anche il suo bel cazzo a penzoloni mentre si spogliava.
Facemmo il bagno scherzammo un po e finimmo a prendere il sole con gli occhi chiusi.
Luca non ci mise molto a prendere l’iniziativa ed era proprio quello che io avrei voluto.
Mi si avvicinò e comincio ad accarezzarmi i capelli,io stetti immobile incapace di agire.
Poi cominciò a baciarmi prima sulla guancia poi piano piano le nostre bocche si incontrarono.
Boom!Alla fine ce l’avevo fatta erano anni che mi immaginavo la cosa e ora stava per succedere davvero e non avrei più fatto scene sarei andato sino in fondo poi se la cosa non mi sarebbe piaciuta ci avrei pensato dopo .
Ma la cosa mi piaceva e mano a mano che il nostro bacio diventava più intenso me ne rendevo conto.
Le nostre lingue si incontrarono ,non stavamo dicendo una parola io però mi stavo piano piano sciogliendo facendo qualche risatina.
Erano davvero anni che lo desideravo e lo respingevo nel profondo di me stesso.
Mi preoccupava un po’ il posto ,mentre le nostre lingue continuavano a giocare come quando avevo limonato le prime volte con una ragazza,mi fermai e diedi una controllata alla situazione,non c’era davvero anima viva potevo stare tranquillo.
Guardai Luca e mi venne da ridere”Non te l’aspettavi eh?” gli dissi.Lui”Veramente lo sapevo benissimo!” disse ridendo.Poi mi venne più vicino e cominciò a leccarmi i capezzoli il collo e scese sino a prendermi il cazzo con una mano mentre con l’altra continuava ad accarezzarmi.
Cominciò a succhiarmelo con impegno ,io mi stavo piano piano sciogliendo,rilassando,stavo perdendo le mie inibizioni per essere libero di dare e ricevere quello che davvero volevo in quel momento.Lo guardavo andare su e giù sul mio grosso cazzo ed era molto bravo,mi guardava mentre la sua bocca diventava enorme riempita dal mio bastone.
Lo scoglio era abbastanza scomodo a dire la verità avrei voluto avere un letto in quel momento ma era molto bella la situazione.
Avevo voglia anche io del suo cazzo cosi un po impacciato gli chiesi di girarsi in modo da avere il suo cazzo a portata di bocca mentre lui continuava a lavorarsi il mio.
Continuavano a circolare emozioni dentro di me eccitazione,bramosia,fretta,desiderio,paura.
Mentre sentivo tutto questo presi con foga il cazzo di Luca in bocca.
Era bello grosso e anche il mio stava cominciando a reagire al bel bocchino che mi stava facendo il mio amico.Lui continuava deciso con la mano e con la bocca,io più impacciato cominciai a riempirmi la bocca con quel grosso bastone.Gli era subito diventato durissimo.Sentivo il suo sapore in bocca con la mano cercavo di masturbarlo,stavo andando bene credo.
Mi misi sopra di lui continuando questo 69 con impegno.
Ora lo masturbavo alla grande e lui godeva come un porco,ansimava e continuava col mio cazzo in bocca.
Io spingevo il cazzo nella sua bocca come se stessi scopando una troia poi lui cominciò a leccarmi l’ano e le palle e io mi sollevai un momento per godere di questo favore.
MMh che bello era .
Ne era valsa la pena stavolta.
Ritornai sul suo pisello e lo lavorai ben bene ,sentivo che stava godendo e lo volevo far venire.
Con la mano andavo su e giù,un gemito e senza accorgemene mi ritrovai il suo seme in bocca,ebbi un attimo in cui mi bloccai poi andai avanti a segarlo finche non uscii tutto,un po lo ingoiai un po colò sul suo corpo…
Allora mi girai e lo guardai sorridendo ma parole me ne venivano poche in mente ero felice ed eccitato.
Tutta la tensione che avevo avuto per sta cosa si stava trasformando in euforia.
Ma soprattutto volevo svuotarmi le palle adesso quindi senza troppo pensarci mi girai e gli misi il cazzo in bocca io in ginocchio sul suo petto lui sdraiato,cominciai a scopargli la faccia ,gli feci leccare le palle e cominciai a masturbarmi mentre lui con la lingua mi leccava.
Ora avevo la cosa un po piu sotto controllo ,il desiderio mi spingeva oltre mentre sentivo che stavo per venire.
Presi la testa di Luca e la schiacciai contro il mio pene,lo prese tutto mentre gli venivo in gola.
Non fece una piega continuai scopandogli la bocca, venendo copioso sino a che cominciai a rallentare e lui con la lingua continuò a darsi da fare portando a compimento quel gran pompino che mi aveva fatto.Sospirai e mi allontanai un momento.”Lo sapevo che ti piaceva” mi disse Luca” ma non pensavo sarebbe mai successo eri troppo bloccato con me”.”Si ero bloccato ma avevo anche tanta voglia”.”Con me stai tranquillo “disse Luca” sarà il nostro segreto,spero di rivedere il tuo cazzone ma non ti preoccupare fai quello che ti senti”.Ero ancora sporco del suo seme e gli dissi di si ridacchiando e guardando il suo cazzo ancora con tanta voglia.Si ce ne sarebbero state di occasioni pensavo ora che finalmente avevamo gettato la maschera.Ci fermammo a prendere ancora l’ultimo sole poi piano piano ci rivestimmo senza parlare più dell’accaduto e tornammo sul nostro sentiero e poi alle nostre bici.”Ciao caro allora ci sentiamo” dissi sorridendo,Luca ridendo apertamente si si ci sentiamo presto e ci abbracciammo un secondo.Poi via.Pedalavo verso casa trasportato da emozioni di ogni colore ma ero contento avevo provato il cazzo di Luca ed era solo l’inizio pensavo sorridendo.

Questo racconto di è stato letto 7 4 5 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.