Ginnastica ritmica

Scritto da , il 2016-11-07, genere etero

Ho una mia personale teoria ,le ragazze sportive hanno una loro personale attitudine verso il sesso,adorano scopare e lo fanno con un po’ di distacco come fosse un’attività fisica come tante altre necessaria al benessere fisico e mentale. Non voglio convincere nessuno ma nella mia esperienza è stato sempre così.
Stesso discorso per le ragazze in carne che adorano fare pompini,nella mia esperienza è stato sempre così,i migliori pompini sempre da ragazze medio grasse o comunque formose. Elisa era una ginnasta decisamente in carne…ma bella soda;)
In quel periodo ero single e godevo alla grande dei favori di una ragazza sposata che veniva a trovarmi due o tre volte la settimana,stavo molto bene con lei sessualmente ma non mi sentivo in obbligo di fedeltà anche se lei avrebbe voluto.In fondo lei aveva un marito a casa che l'aspettava e io giustamente mi sentivo in diritto di fare le mie esperienze.Così mi davo da fare cercando di scoparmi più donne possibili senza infilarmi in situazioni spiacevoli.Ultimamente stavo puntando una ginnasta che mi attizzava parecchio.Questa Elisa mi aveva sempre attirato un po perché aveva la nomea di troiona e un po perché era anche molto simpatica.Avevo sentito da una mia amica che Elisa aveva fatto apprezzamenti su di me così partii all’attacco un po’ su facebook poi ottenuto il numero via sms riuscii ad ottenere un appuntamento.Elisa era un insegnante di ginnastica ritmica nella mia citta,26 anni riccioli neri e culo un po esagerato diciamo ma quando lo toccavi era bello sodo.Avevo provato a proporgli di uscire ed aspettavo una sua risposta.Mentre terminavo di lavorare mi aveva proposto via messaggio una birretta e li avevo già capito che piega avrebbe preso la cosa.Alle nove passai a prenderla dopo un po di piacevole conversazione al pub e alle 23 eravamo già fuori a limonare ,lei era molto disinvolta e le proposi subito di andare da me.Bellissimo quando si vuole la stessa cosa.In casa ci ritrovammo subito a letto lei mi eccitava tantissimo,la cominciai a toccare da tutte le parti,la spogliai,le tolsi collane braccialetti,stivali fusò neri,in un attimo eravamo nudi mentre continuavamo a limonare.Ora da nuda mi rendevo conto che il culo di Elisa era veramente importante ma ero eccitatissimo e un pò di abbondanza non mi aveva mai dato fastidio..Con due dita cominciai a toccarle la fica ben curata ,cominciai a toccarla senza troppa delicatezza e lei mi lavorò subito il pene con una mano e subito scese giù a succhiare…….Lo sapevo era bravissima mentre succhiava tirava fuori la lingua,si vedeva che le piaceva da morire."Dopo che ti avrò scopato voglio venirti in bocca" le dissi sorridendo,mi sentivo che potevo fare anche queste richieste,infatti lei sorrise per nulla scandalizzata. Cominciai a scoparla .Che bello divaricarle le gambe,aveva un’apertura di gambe tipo spaccata mentre continuavo a sfondarla.Poi mi dedicai alla sua figa ,lei non voleva era in imbarazzo,l’unica cosa che la imbarazzasse credo,ma questo a me eccitava,così entrai un po’ forzando in mezzo alle sue coscione e leccai tutto,spingendole anche un dito sull’imboccatura dell’ano.Dopo poco le sue esitazioni erano sparite e si era abbandonata al piacere che le provocavo ,un dito nell’ano e uno dentro la figa mentre con la lingua mi davo da fare più che potevo,se lo meritava dopo tutto quello che mi stava dando.Continuai per tanto poi la misi a pecorina e poi ancora mi sdraiai e mentre lei mi leccava le palle mi masturbai e venni sulla mia pancia…
Lei non si era accorta che stavo venendo e guardando tutto quello sperma sulla pancia dispiaciuta guardandomi cominciò a leccare e ingoiare tutto. Non me l’aspettavo ,che intraprendenza, che gran porca.

Come primo incontro non era stato male ,ci eravamo divertiti un casino,poi lei nel bel mezzo della notte era dovuta scappare perché al mattino dopo le sarebbe toccata l’università così mi aveva lasciato felice ed appagato. L a voglia era rimasta ma sapevo che lei sarebbe tornata se avessi voluto .Il giorno dopo le chiesi per messaggio di non far sapere in giro della nostra storia,piu che altro perché preferivo che la ragazza che veniva a tradire suo marito con me non ne sapessse niente.Paese piccolo.Lei dal canto suo non fece una piega e mi disse di star tranquillo che non c’era problema e pensava di chiedermi la stessa cosa.Perfetto.La volta dopo che incontrai Elisa fu l’otto di dicembre e facemmo un giro come due amici per comprare i regali di natale.Finiti i regali in macchina in pieno giorno ci venne la voglia .Cominciai a limonarla in macchina anche se non lontano la gente passava.”Così mi fai venire gli istinti da porca”lei mi disse e io gia affondavo le mani nei suoi pantaloni ,nelle sue mutande per sentire già un lago di umori.A quel punto era mia tanto che nonostante ci fosse un po’ di via vai dopo poco lei era già con il mio cazzo in bocca sotto il volante.Un pompino lunghissimo,ogni tanto quando si avvicinava qualcuno dovevamo fermarci per poi ricominciare.Andò avanti credo un’ora perche non riuscivo a venire ma sapevo che le piaceva e la lasciavo fare fino a che masturbandomi la inondai del mio seme che lei ingoio tutto.I nostri appuntamenti erano sesso puro non li scorderò mai.

Questo racconto di è stato letto 6 7 8 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.