Erotici Racconti

La moglie del mio amico

Scritto da , il 2016-10-09, genere tradimenti

Ciao a tutti sono Giorgio ho 30 anni e questa che vi vado a raccontare e l'ultima di varie avventure avute con mogli o ragazze di miei amici, lo so penserete tutti che sono un bastardo ed ammetto che io stesso mi sento un cane in molte occasioni ,ma è più forte di me quando si crea l'occasione di far sentire o di far vedere il mio enorme randello alle ragazze o mogli di amici non me la lascio sfuggire....vi spiego meglio ho una cerchia di amici molto vasta e già da quando ero un ragazzino approfittavo di qualsiasi occasione tipo discoteca dove approfittando del poco spazio facevo sentire la "presenza"sul fondoschiena della tipa o delle tipe degli amici che erano con me,oppure quando si andava al mare ho sempre messo slip e boxer aderenti in modo che le malcapitate potessero vedere la differenza fra me e i loro fidanzati o mariti.
Logicamente facevo e faccio il tutto in maniera discreta e cerco di colpire una presa per volta e credetemi fin ora sono poche quelle che mi hanno mandato in bianco......l'ultima è successa a fine settembre in un weekend fatto con un mio caro amico Antonio la sua novella sposa Valeria e l''attuale mia fidanzata Cristina ,con Valeria era da un po' che ci giocavo nel senso che mi era capitato già prima che si sposassero di provarci ,in più di un occasione l'avevo presa a ballare in disco e approfittando della confusione e della buona fede gli avevo fatto sentire la consistenza del mio uccello e mi dispiace anche dirlo ma dopo un po' di sorpresa la bella giumenta come il 90% delle altre non disnegnava affatto il contatto ma anzi lo cercava platealmente a volte anche in presenza di Antonio che inconsapevole non vedeva niente di male.......eppure doveva immaginare cosa cercava sua moglie visto che le dimensioni del mio cazzo lui le conosceva più che bene visto che ci era capitato più volte di farci la doccia insieme dopo il calcetto e più volte lui come gli altri mi prendevano in giro visto le dimensioni asinine del mio cazzo.....comunque la seconda fase dopo il primo approccio e quella delle battutine a doppio senso e devo dire che Valeria mi ha sorpreso perché non si tirava affatto indietro ed anzi mi punzecchiava.....il weekend fatto al mare in una villetta dove praticamente c'era privacy zero a velocizzato la cosa in quanto ho dato il meglio della mia porcagine da prima scopando Cristina come un animale facendola urlare come una indemoniata per finire con il bagno nudi di notte dove Antonio non poteva tirarsi indietro e dove la mascella di sua moglie è caduta alla vista del mio cazzone duro, dovevate vedere la faccia dei due con Antonio che cercava di coprire la visuale del mio cazzo alla moglie.
Questo racconto non lo porto per le lunghe vi dico solo che la mattina dopo quel bagno ,Antonio e Cristina dormivano e mentre mi preparavo il caffè Valeria mezza addormentata e mezza nuda mi ha sussurrato nell'orecchio:-ciao animale anche stanotte non mi hai fatto chiudere occhio....ed al mio :-come mai....mi ha detto mordendosi il labbro credo che dovrò spiegartelo appena possibile e soprattutto da soli....non ho aspettato un attimo gli ho servito prima il caffè e poi gli ho messo davanti il mio cazzo non ha detto una parola una a cominciato a mungermi senza ritegno mentre gli massaggiavo una delle sue grosse bocce.
È durato poco il pompone in quanto hai primi rumori ci siamo messi subito a posto, però due giorni dopo appena tornati in città l'ho fatta gridare come una cantante lirica per un paio d'ore sul bel letto matrimoniale di casa loro, la prossima volte vi racconto i dettagli ed altre storie.

Questo racconto di è stato letto 9 7 1 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.