Gli occhi di mio marito5

Scritto da , il 2016-05-18, genere incesti

Salve a tutti,vi vorrei ringraziare per tutti i messaggi ricevuti.Solo oggi ho avuto il tempo di poter leggere e aver la possibilità di scrivere di nuovo.Impegni con il lavoro,i figli e la casa non mi hanno permesso di dedicarmi a me.È vero,sto rivivendo una seconda età,vivo la mia intimità in maniera più passionale ma sempre limitata dalla mia educazione e dall essere madre.Il rapporto con mio marito è diventato più complice ma in lui ho notato un cambiamento netto,un voler sempre di più e avanzare richieste sempre più esplicite e alle volte volgari e maniacali.Cio' che descrivo è accaduto questo sabato,eravamo stati invitati ad un festa da un collega di mio marito per i suoi 25 anni di matrimonio e c era sempre quella coppia di colleghi di mio marito.Mi stavo preparando ed ero indecisa se indossare un vestito nero o un jeans.La giornata era bella,non faceva freddo,entro' mio marito nella stanza da letto e senza pensarci prese il vestito dal letto e mi disse amore stasera ti metti questo che stai benissimo.Io allora seguii lui,mi truccai e mi feci i capelli.Mi misi il vestito e mentre stavo per mettermi le scarpe si avvicinò all orecchio e mi fece una richiesta assurda e al quanto volgare.Mi chiese di uscire senza slip,ma sei pazzo gli dissi e lui ridendo e con in aria molto maliziosa mi rispose se ami ami lo devi fare per me.Io gli chiesi come mai aveva questo desiderio così volgare e lui mi disse che aveva sempre avuto un desiderio così ma per paura della mia reazione non me lo aveva mai chiesto.Ero molto indecisa,e mi feci trasportare dalla sua voglia,un po per accontentarlo e un po per non dirgli sempre di no.Mi sentivo strana,scendemmo e arrivammo al locale.Mangiammo e bevemmo,ridevamo e scherzavamo ma in un momento di relax,mentre eravamo seduti sentii la mano di mio marito alzarmi la gonna e arrivare fino all inguine.Io cercavo di tenergli le mani lontane,ma riusci ad arrivare lì,passo' un dito ,il mio cuore mi batteva a mille per paura di essere vista e mi accorsi che gli occhi di Claudio,l amico di mio marito erano lì a guardare le mie cosce.Diventai rossa dalla vergogna e mi alzai per andare in bagno,volevo andarmene,ero impacciata.Uscii dal bagno e mi ritrovai lui fuori,ero intenta a lavarmi le mani e sentii lui che ridendo si avvicinò e mi disse belle cosce ma mi sa che ti sei scordata gli slip oggi.Volevo morire,andai subito fuori e dissi a mio marito di andare a casa ma lui mi rispose due minuti e andiamo.Iniziammo a ballare e Claudio mi chiese di ballare,mio marito mi fece cenno di sì,Mentre ballavamo mi accorsi che cercava di avvicinare il suo corpo verso il mio mentre io cercavo di rimanere a distanza.potevo sentire il suo eccitamento,era chiaro ed evidente.Finimmo e ritornammo al tavolo e dopo poco andammo via dal locale.in macchina non dissi nulla a mio marito e mentre eravamo ancora nel parcheggio mio marito mi mise una mano sotto la gonna e iniziò a toccarmi li,era più facile perché il non indossare gli slip non creava nessun impedimento,ero un po presa,e allargai appena le gambe,lui mi tiro' sopra il vestitino e iniziò a masturbarmi.Ero lì con gli occhi chiusi che sentii la voce di un uomo,era Claudio,che disse Antonio scusami sono rimasto a terra con la macchina.Io cercai di coprirmi come potevo,si avvicinò al finestrino e fissandomi mi chiese se potevamo aiutarlo.Mio marito non disse nulla,né un rimprovero e come se gli piacesse che il suo collega mi guardasse,Io cercavo di rimettermi il vestito ma riuscii a spiarmi,e con una voce da maniaco disse a mio marito hai davvero una bellissima moglie.Mio marito fece un sorriso e uscii dalla macchina,ritornarono dopo poco dicendo che la macchina era ferma e che ci dovevono dare un passaggio.In macchina il silenzio assurdo,noi 4 zitti,ed io cercavo di chiudere le gambe per paura di essere spiata,Scrndenmo dall auto e io ritornai al sedile davanti,sulla strada non dicemmo una parola ma mio marito sulla strada si slacciò il pantalone e mi chiese di sdraiarmi.Lo feci ma senza far nulla,allora uscii il suo organo e spingendo la testa mi chiese di prenderlo in bocca ,io non volli ero un po arrabbiata da quella situazione,dal fatto che lui provasse quasi piacere che io venissi guardata da altri uomini,anche nella sala da ballo cercava sempre di alzarmi il vestitino,allora lui non disse nulla ma semplicemente mi prese il suo organo e lo avvicinò alla mia bocca.io iniziai a leccarlo,eravamo in macchina e avevo paura che qualcuno potesse vederci.Leccavo e lui con le dita aveva già iniziato a masturbarmi,era un piacere reciproco,non avevo più paura perché il piacere superava la paura e la vergogna,io lo mettevo quanto più in bocca e fu lì che lui anche eccitato mi fece una domanda che ancora mi fa pensare:mi chiese ti sarebbe piaciuto se Claudio fosse entrato in macchina?Io feci finta di non sentire là lui ancora mi disse ,lo sai che Claudio si è accorto che ti stavo masturbando al ristorante?non dici nulla?Io ero eccitata e in quell attimo feci un cenno con la testa!E mio marito mi chiese ma lo sai che si è accorta che stavi senza slip?ed io ancora feci un cenno con la testa.Lui sembrava impazzito,mi iniziò a dire lo sai che sei una porca?lo sai che chi esce senza slip è una Troia?io feci un cenno con la testa e dopo un po sentii un calore assurdo e il suo sperma riempirmi la bocca,era tanto,era amaro.Mi alzai e sputai quello che potevo mentre il resto dovetti ingoiarlo.Ancora oggi non capisco perché mio marito è eccitato dal fatto che altri uomini mi possano guardare e trovare così tanto piacere,non so lo vedo sempre più diverso ma io sono sempre una mamma e non posso accontentare le sue voglie così maniacali e a volte un po perverse.sono confusa,scusatemi per lo sfogo.

Questo racconto di è stato letto 4 1 6 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.