Nell'ufficio del capo

Scritto da , il 2016-02-03, genere tradimenti

Ciao a tutti mi chiamo Martina e ho 20 anni lavoro in una città dell'Emilia/Romagna di nome P.... Sono diplomata da una anno, e volevo raccontarvi qualcosa che mi eccita moltissimo.
Ieri mentre lavoravo il capo mi disse che era un mese che stava soffrendo a causa della sua rottura con la ex, brutta cosa anche per me perché volevo chiedergli 2 settimane per andare a tenerife tra 2 settimane, questi mesi è difficile che mi conceda qualche giornata anche perché il lavoro è nel pieno della sua produzione durante questi mesi... cosi voglio chiederglielo a modo mio, voi immaginate bene cosa voglio chiederli...
Sono alta 175 cm e peso 66 kg, sono bionda/castagna e ho un fisico atletico, inutile dire che noto quasi sempre il capo e miei colleghi che mi guardano il culo appena possono, stessa cosa quando esco fuori con le amiche...
Devo andare a tutti costi a tenerife, anche perché questo è un periodo di nassa stagione e si paga poco anche negli hotel migliori.
Parlo con il capo che mi urla assolutamente non se ne parla, io gli parlo e gli dico che domani lo convinco a farmi andare(riferito a ieri) così il giorno dopo (ieri).
Lui rimase seduto senza dire una parola e ridendo, poi dopo 5 minuti lo vedo seduto e in oca, chissà cosa si stava immaginando quel maiale.
Il giorno dopo alle 7 di mattina mi faccio una bella doccia e mi preparo per bene mi metto i collant,e mi vesto per bene e ma non mi sono messa l'intimo...
Arrivo a lavoro un po prima del solito alle 8.05 anziché le 8.30 e trovo il capo in ufficio.
Mi ero scordata che avevamo tutti la mattinata libera perché alle 10 dovevano cambiare i computer e aggiornare alcuni. Il capo mi guarda e mi dice ma te sei proprio sbadata ieri ve l'ho detto 100 volte di non venire in mattinata perché c'era l' aggiornamento software... Poi mi fa se mi vuoi parlare vieni pure nel mio ufficio che ti ascolto. Vado nel suo ufficio e gli dico che voglio andare per 2 settimane lui ride e mi dice, -ma ti rendi conto! sono 9 mesi che lavori con me e già mi chiedi di andare qua e la? comunque va bene se vuoi ti faccio le ferie di 2 settimane adesso, e te le tolgo da quella estiva!
Non sapevo cosa dirgli haha, gli dico grazie mille e mi alzo, faccio per girarmi e mi si incastra la gonna in in punto della sedia, si alza per aiutarmi e io divento tutta rossa.
Lui mi dice che sono pessime sedie e mentre si avvicina per l'imbarazzo indietreggio e inciampo su un caso libero della connessione wlan il capo si mette a ridere poi subito tace, mi guarda la figa e dice perché non hai le mutande, io ero rossa come un pomodoro...
Mi dice: se vuoi scoparmi sono tutto tuo me ne ero accorto ieri che pensavi di fare un numero de genere..
Io non sapevo cosa dire, sono molto timida come persona, lui mi dice che se non voglio non è un problema, lui è alto capelli neri pelle abbronzanta e occhi azzurri. Volevo scoparlo! ero troppo in imbarazzo ma volevo sfogarmi.
Mi metto a 4 zampe e a gattoni vado da lui gli slego la cintura gli abbasso i pantaloni, e nelle mutande ha un bestione...
Gli tolgo del tutto i pantaloni e gli abbasso le mutande lo prendo in bocca e lo Succhio e lo lecco, lo succhio lo bacio e lo lecco all'inizio sembrava che limonavo con il pene...
ma poi lo ingoio lui mi tiene per i capelli, dopo un po mi ha tenuta per la testa così tanto mentre lo ingoiavo che ho dovuto mordergli piano il cosi mi lasciava, era scatenato gli succhio anche le palle grosse come palle da tennis! erano troppo piene! si vedeva che non scopava da molto! mi prende e mi sveste lentamente mentre ogni tanto mi fa un ditalino, mi togli il reggi seno e dopo che mi succhia i capezzoli li lecca come un cane, mentre io ridevo come una matta e mugognavo di piacere... poi prende il suo coso e me lo sbatte in mezzo alle tette e mi dice di stringere con lette e di fare su e giù, dopo 1 minuto mi stanco anche perché lui e seduto e io facevo tutto mentre mi diceva che si chiamava spagnola questa cosa (io stavo impazzendo non vedevo l'ora che mi scopava) dopo mi mette sulla scrivania mi lecca la figa e mi appoggia il pene sulla coscia (Io ero tutta bagnata e mi faceva suplicare) lui -ah lo vuoi allora me lo mette dentro mi afferra per le tette e mi scopa, poi mi prende in braccio e fa su e giù, urlavo come una cagna, poi mi mette a pecorina appoggiata sulla scrivania con le mani davanti e mi faceva dei colpi con il pene sul sedere, e mi dice se poteva scoparmi forte, io: -mi lascio appoggiata e afferro la scrivania tu sbattimi forte e vienimi dentro dopo, ho le pillole anticoncez neanche finito di parlare che me lo mette dentro e me lo sbatte cosi forte che urlavo e piangevo ma godevo troppo mi sculacciava, mi afferrava per le chiappe poi mi sculacciava ancora mentre mi sbatteva forte, il rumore del mio sedere che batteva su di lui e di io che urlavo era assordante! io venni e mi lasciai andare mi afferrava per i capelli e e niente, non si fermava più, poi mi spinse un po avanti sulla scrivania e io a pancia in giu lui sopra di me mi scopo forte ancora se mi spostavo con quel coso li bucava la scrivania! Ero devastata e Venni ancora eravamo sudati mentre venivo anch'io lui mi venne dentro sentivo come se avessi del liquido caldo dentro, mi metto un'attimo in ginocchio e mi cola tutto il seme della vagina, mai vista una cosa simile sembra che si era rovesciato un bicchiere di seme, e tutto mi è uscito dalla figa! mi guardo dietro e avevo le chiappe rosse con i segni delle dita, faccio un'altra volta per scendere e scivolo sulla sborra, che nervoso meno male che mi ha preso sennò cadevo con il muso per terra! ed era anche schizinoso, -fa te gli ho detto! tu mi hai sborrato dentro la tua roba e io non dico niente mentre a te la tua sborra fa schifo, non capirò mai gli uomini!

Fatemi sapere il vostro parere anche sulla mia 2a mail cbthewl@yahoo.com

Questo racconto di è stato letto 4 6 6 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.