Erotici Racconti

Le storie di Ale e Miky

Scritto da , il 2013-12-10, genere etero

io e ale abbiamo sempre avuto un rapporto prima mentale che fisico , da quando era entrato a far parte della mia vita vivevo ogni giorno nell'attesa di vederlo , mi scervellavo a pensare cosa fare o cosa dirgli per stuzzicare la sua libido fino a farlo esplodere ( e tutto cio' ancora oggi lo faccio ) il mio e' sempre stato un bisogno imprescindibile .
Ale e' un uomo , uno di quelli veri uno di quelli che oltre all'aspetto fisico cattura la tua mente e non esce piu' , ha un gran dono e' sensuale tremendamente sensuale , la sua voce bassa e suadente arrichisce il tutto , ha spalle larghe e braccia possenti che sanno stringermi come mai prima nessun'altro aveva fatto , mani grandi che quando colpiscono fanno davvero male , ma cosi' dolci quando si posano su di me , e' rasato carnagione scura occhi particolarmente a mandorla e due enormi labbra che avvolgono caldamente tutto quello che lui e solo lui decide di prendersi .Mi ha conquistata con la sua semplicita' col suo essere uomo , sicuro forte e come ho gia' detto sensuale .
Io sono Michela 161 cm di rotondita' particolarmente greca , una sesta di seno o forse una settima , capelli tendenti al rosso , occhi scuri che a dire altrui sanno sedurre e parlare al posto mio , e labbra carnose , mi hanno sempre detto di avere un aspetto particolarmente provocante e forse lo so' bene anche io benche' spesso faccia finta di sorprenderemi quando mi viene detto .
Il nostro rapporto e' un crescendo di emozioni e sensazioni che ne io ne lui avevamo mai vissuto prima di incontrarci , fino ad allora avevamo infatti vissuto rapporti statici e tremendamente noiosi che non avevano lasciato nulla a nessuno dei due , invece noi ...noi siamo davvero diversi .
La nostra complicita' mentale e'davvero sconvolgente pensiamo e diciamo le stesse cose nello stesso momento .
Io sono sempre stata una dominante ma con lui ho scoperto il piacere allienante di abbandonarmi ad ogni suo volere , che poi e' anche il mio .
Per me e' un piacere estremo essere e sentirmi sua , la sua puttana , la sua troia , la sua e solo sua cagna in calore , mi piace farmi prendere obbedire ai suoi ordini deliziarlo e sollazzarlo , stuzzicarlo e poi esaudire ogni sua fantasia erotica! perche' quello che ci lega e' un amore profondo e unico !
Con lui ho scoperto il piacere del sesso anale , ero arrivata a 38 anni senza averlo mai provato prima e sono contenta di aver scoperto con Ale che e' bellissimo godere con il culo !
La prima volta che mi ha inculata e' stata una sensazione davvero unica , ero a pecora sul letto e lui dietro e' entrato nel mio culo con decisione , cazzo che botta all'inizio ma un attimo dopo il piacere prevaleva sul dolore , il suo cazzone duro come il marmo si muoveva dentro il mio culo provocandomi delle sensazioni mai provate prima , sentivo la mia fica bagnarsi come poche altre volte mi era successo , le spinte di Ale si facevano sempre piu' forti e piu' lui spingeva il cazzo nel mio culone grosso e duro , piu' io godevo come una troia , sentivo le mani di Ale tirare i miei capelli lunghi e ricci mentre mi diceva se godevo a prenderlo nel culo , cazzo se godevo , godevo come una cagna in calore !
Tempo fa' ho confidato al mio uomo una mia fantasia , fare l'amore con lui in pubblico , e cosi' una sera di qualche tempo fa' ci siamo ritrovati a cena a casa di amici eravamo 12 persone allegramente sedute intorno ad un tavolo imbandito , e dopo aver mangiato e bevuto , sopratutto bevuto come dei porci ho notato gli occhi di Ale , per me ormai e' facile capire solo guardandolo quando ha voglia di scopare , mi sono alzata per andare a fumare una sigaretta in balcone e gli ho chiesto di venire con me in terrazza , appena fuori mi sono appoggiata al parapetto della terrazza piegandomi di proposito a 90 gradi davanti ad Ale , stuzzicarlo nelle situazioni impossibili mi diverte davvero molto , lui brillo ed eccitato , senza pensarci su due volte ha iniziato a strusciarsi sul mio culone cingendomi per i fianchi , quando Antonella e Luca una coppia di amici ci hanno raggiunto in terrazzo , e vedendo la scena Luca ci disse : ehy ragazzi ma dai aspettate di arrivare a casa mica vorrete scopare qui davanti a tutti ?
Lo disse in tono scherzoso e io in tono altrettanto scherzoso risposi che stavamo solo giocando , ma dentro di me avevo gia' deciso che quella sera lo avrei preso li' in quella casa alla presenza di tutti , lo volevo e non avrei sentito ragioni !
Rientrati in casa Ale si sedette a tavolino mentre io andai in bagno , quella sera indossavo un vestito di lana, lungo appena sopra il ginocchio stivali neri e autoreggenti , cosi' una volta nel bagno mi tolsi gli slip , accarezzai la mia fichetta gia' un po' umida solo per farla bagnare ancora di piu' volevo che il cazzone di Ale mi entrasse dentro senza problemi e senza che gli altri se ne accorgessero e dato che la mia fica e' molto stretta doveva essere bella bagnata .
Usci' dal bagno con la fica gocciolante dalla voglia , e raggiunsi gli altri che erano nel living alcuni ancora seduti intorno al tavolo altri sul divano a chiacchierare , Ale era seduto a tavola che beveva una grappa e parlava di politica con Paolo Luisa e Andrea , lo guardai e accennai un sorriso malizioso che lui capto' al volo , e senza pensarci su due volte mi andai a sedere sopra di lui , con disinvoltura e senza far sospettare nulla agli altri sollevai l'orlo posteriore del vestito , in modo che la mia fica bagnata e vogliosa fosse a contatto diretto con i pantaloni di Ale che si accorse quasi subito di questo , e capito cosa volevo , continuando a parlare ma questa volta con un sorriso sornione infilo' la sua mano sotto il mio culone e inizio' a stuzzicarmi la fica che in un attimo si allago' di tutti i miei umori .Stavo impazzendo sentivo il suo cazzone gonfiarsi incredibilmente fino a diventare un pezzo di marmo , lui lentamente si slaccio' la patta dei pantaloni ma il suo cazzone era cosi' duro che se non riusciva a tirarlo fuori dai boxer , visto anche il poco spazio di movimento che aveva , cosi' fingendo di avere sete alzai di poco il mio culone da lui , allungandomi sul tavolo per prendere un bicchiere e la bottiglia di limoncello .
Quando mi riabassai su di Ale trovai il suo cazzone durissimo che in un attimo mi entro' nella fica , cazzo che bellooooo , i nostri amici erano li davanti a noi che parlavano ridevano e lui mi stava dando il cazzo , diooo se mi piaceva quella situazione !
piano piano e senza farmi notare muovevo il bacino mentre Ale di tanto in tanto con movimenti lenti ma continui faceva girare il suo cazzone dentro di me , bevvi un sorso di limoncello e girai di 60 gradi la testa per baciarlo , quando incontrai la sua bocca gli passai il limoncello direttamente dalla mia sapevo che questa cosa lo eccitava da matti come a me del resto , volontariamente con il gomito feci cadere delle posate dal tavolo , per raccoglierle sollevai di nuovo il culone quel tanto che bastava a prenderle , una volta raccolte spinsi la mia fica sul cazzo di Ale con tutta la forza che avevo , lo senti' sussultare , e a quel punto tra una risata e una bevuta mi sussuro' all'orecchio : Un altra botta cosi' e ti riempo di sborra !
Non me lo feci ripetere due volte , feci di nuovo cadere le posate e di nuovo sollevai il mio culone da lui ,e di nuovo spinsi la fica sul suo cazzone con tutta la forza che avevo !
CAzzoooo per nascondere l'orgasmo Ale inizio' a tossire , e io mi senti' la fica piena , in quello stesso istante venni anche io , godo come una troia quando mi sento la fica piena di sborra ! cazzo sentivo gli schizzi di sborra calda arrivarmi fin dentro l'utero , voi non conoscete Ale , il mio uomo non ha un cazzo come gli altri , ha un idrante , la quantita' di sborra che riesce a produrre e' davvero sconvolgente !
Dio fu bellissimo , ora restava solo un problema , come alzarmi e andare in bagno senza che la sborra di Ale e i miei umori mi colassero lungo le cosce facendo capire cosi' a tutti gli altri cosa avevamo appena fatto , allora d'istinto infilai una mano sotto il tavolo e cominciai a raccogliere la sborra che colava , e a spalmarmela lungo le cosce e sulla pancia proprio come fosse una crema , al tatto mi resi conto che era davvero tanta , calda e spessa ....mmmmm cazzo quanto avrei voluto leccarmi le mani e pulire il cazzo del mio uomo con la lingua ma sarebbe stato troppo plateale cosi' mi limitai a continuare a splamarla fino a farla assorbire , mi voltai di nuovo baciai Ale dicendogli che lo amavo lui mi sorrise , poi alzandomi lentamente da lui gli diedi il tempo di rimettere il cazzo nei boxer e di richiudere la patta dei pantaloni.

Questo racconto di è stato letto 1 4 8 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.