Quando una cognata ti aiuta

di
genere
incesti

Da quando ci siamo conosciuti, io e mia cognata, non abbiamo mai nascosto una certa complicità nello scherzare anche con battutine abbastanza spinte, nonostante le occhiatacce di mia moglie. Una sera come tante viene a trovarci a casa. Stavo lavorando nel giardino quando la sentii salutare. Mi Voltai e la vidi in tutto il suo prorompente fisico. Lei ormai superati i 50, con jeans e scarpe da tennis e una t shirt col suo solito bellissimo sorriso, si dimostra ancora attraente con un bel culo rotondo e due tettone da urlo. avrà minimo una sesta piena. Nel frattempo mia moglie di fretta si scusa e dice che tornerà al più presto da una visita medica in uno studio a circa 70 km di distanza da casa. Chiesi a mia cognata se avesse voglia di darmi una mano. Accettò di buon grado. Lavora lavora cominciamo a sudare. Lei a qual punto sollevò la t shirt sino a sotto il seno, che così appariva ancora più grosso. Inutile dire che i miei occhi si fondarono a fissare quelle tettone, ancor di più, a causa di una folata di venticello fresco, i suoi capezzoli fecero la loro comparsa. Grossi e eretti. Sembravano due noci. Stavo per svenire. Il mio cazzo si impenno di scatto e fu ben visibile dai leggeri pantaloni da lavoro che indossavo. E lei per niente disturbata dice... Ti piace il mio nuovo reggiseno? Me le tiene bene vero? A quel punto ho detto rischio... Risposi si bello davvero. Ma saranno vere quelle cose che stanno dentro? Lei per tutta risposta solleva la maglietta, slaccia il reggiseno e si mostra in tutta la sua bellezza. Si tiene le tettone con le mani e mi chiede... Tu che dici? Prova no.... Vedi tu.. A quel punto un po goffamente e col cazzo talmente duro che lo sentivo in gola, presi in mano il sue enorme seno. Di istinto attaccati la mia bocca a quei capezzoloni duri succhiandoli avidamente. Nel frattempo riesco a farmi strada tra jeans e slip e arrivo alla sua pelossissima figa. Un fiume in piena. Per risposta lei si abbassa in ginocchio tira fuori il mio cazzo ormai di pietra e comincia a spompinarmi con forza.di li a poco siamo nudi. Mi sega anche con le sue tettone e a momenti sborro. Riesco a fermarla e cerco la sua fica fradicia col mio cazzo duro. Ma lei mi incita a incula rla selvaggiamente. No mi lascio pregare. La scopo con violenza nel culo e lei fa una mega schizzata dalla fica. Mi fa smettere lo prende in bocca e mi sussurra.... Vuoi vedere che ti faccio sborrare all'istante? Le dissi sorridendo... Sei così brava?... Mi rispose, accarezzandomi il buco del culo con un dito, .... Guarda a destra.... Non ci potevo credere.... Mia moglie si stava masturbando violentemente.... Chissà da quanto era li....e urlando....siete due puttane.... Sborrai tantissimo e con foga. Mia Goduto cosi intensamente in vita mia. Urla ripetutamente... Sborro troie sborrrooo.... È stata la più bella goduta della mia vita. In seguito abbiamo continuato a giocare insieme. Ma sono altre storie. A presto
scritto il
2024-05-14
1 3 . 9 K
visite
9
voti
valutazione
7.6
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.