Papà ti faccio cornuto

di
genere
incesti

Sono appena tornato dal turno di notte sono a pezzi ma dopo una sana doccia ristoratrice come prassi,ormai da mesi,mi devo masturbare furiosamente pensando al periodo della quarantena obbligatoria,quando con la chiusura momentanea della azienda in cui lavoro nel nord Italia sono tornato giù dai miei,non riesco a non pensare a mio padre nascosto dietro una porta finestra di casa che guarda allibito suo figlio chiavare sua moglie.
Ebbene sì so di essere un porco,del resto non mi sono mai fatto problemi di moralità in 27 anni di vita,erano settimane che all'insaputa di mio padre io e Teresa mia madre eravamo attori protagonisti di un film porno americano anni 80 , io in astinenza forzata le davo spudoratamente la caccia ,anche se è una vita che sognavo di castigarla a dovere,se all' inizio gli mostravo le mie poderose erezioni nascoste dagli indumenti poi incoraggiato dai suoi comportamenti cominciai a mostrarle il motivo per cui mi hanno affibbiato il soprannome"barattolo"sempre in maniera involontaria capitava che mi si aprisse l'accappatoio oppure dimenticavo di chiudere la porta mentre mi masturbavo davanti il PC della mia stanza e devo dire che cominciai ad avere il riscontro che cercavo....in assenza di mio padre,che cercava di trovare un escamotage per la quarantena obbligatoria,lei comincio a farsi vedere in maniera più hot fino alla mattina in cui la resi succube del mio cazzo, comincio tutto mentre prendevamo il caffè lei con un vestitino da casa cortissimo ed io in pigiama.... complimenti vari alla sua fisicità allusioni varie al fatto che se non fosse stata mia madre l'avrei fatta camminare in maniera diversa...lei che ammiccava e si lasciava andare a frasi tipo : sei un animale ,magari tuo padre fosse stato come te, ahahahah specialmente la dotazione.....io non mi lasciai sfuggire l'occasione e continuavo a farle presente che se voleva....scherzando e ridendo l'abbracciai da dietro e sempre ridendo e scherzando le misi il cazzo in mano.....quando dicono che le dimensioni non contano! Era tutto un no dai rimettilo apposto..no dai può venire tuo padre...sta di fatto che il cazzo non l ho lasciava anzi la minima pressione che gli feci per farla abbassare la fece trasformare totalmente bocchino con annesse parole dialettali tipo "sfaccim d cazz" "tu m spacc c sta sfaccim d ciol" dopo di che la misi a pecora e la spaccai realmente facendola venire più volte....era talmente stretta che quando le entrai dentro totalmente venne in una maniera oscena.... logicamente gli equilibri famigliari cambiarono ma questo lo racconterò se vi va la prossima volta.
scritto il
2024-02-09
6 . 8 K
visite
0
voti
valutazione
0
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.