Vacanza in montagna (Capitolo 1)

di
genere
tradimenti

Era ormai autunno inoltrato, e finalmente per Letizia ed Andrea era arrivato il momento di quel weekend in montagna a rilassarsi che tanto aspettavano.
Già nel primo pomeriggio erano arrivati a passati a ritirare le chiavi di quello che sarebbe stato il loro appartamento per il fine settimana, e poi si erano recati a fare una passeggiata in centro.
In giro per le strade del borgo, mano nella mano, desiderosi entrambi di godersi questi giorni di pace...
Poi quando il sole iniziava a calare, erano tornati a prendere la macchina, e si erano avviati verso la loro dimora...
Un piccolo residence, disperso nella natura, formato da tre appartamenti indipendenti, con le grandi porte finestre che si affacciavano sul piccolo parcheggio esterno...

Tempo di scaricare i pochi bagagli che avevano, e subito erano entrati a vedere anche l'interno...
Molto carino, tutto in legno, già ben riscaldato; con un bagno molto spazioso, una piccola cucinetta, ed un ampio letto matrimoniale...
Dopo essersi guardati bene in giro, erano usciti dalla porta finestra a fumare una sigaretta...
Li, mentre fumavano, avevano incontrato per la prima volta i due ospiti di uno degli altri appartamenti che rientravano dopo aver fumato anche loro, e li avevano salutati con semplicità...
Due ragazzi, sicuramente più giovani di loro, probabilmente li in vacanza per farsi un weekend di divertimento...
Letizia si era subito girata verso Andrea dopo averli salutati, dicendogli a bassa voce: "PERÒ, CARINI I DUE TIPI..."
Andrea ridendo le aveva risposto con un semplice "NON AVEVO DUBBI CHE LO AVRESTI DETTO!"
Finita la sigaretta, erano rientrati anche loro due, mentre nella testa di Andrea frullava già qualcosa...
Si erano sdraiati un momento sul letto, con la TV accesa per rilassarsi un po', quando Andrea si era girato verso Letizia, baciandola lentamente sul collo, e dicendole: "POTREMMO CHIEDERGLI SE TI OSPITANO A FARE LA DOCCIA DA LORO..."
Letizia ridendo gli rispondeva: "MA VAAAA... POI CHI TE LO DICE SE GLI PIACCIO..."
Era fin troppo semplice allora per Andrea dire che si potrebbe chiederglielo...
Avevano iniziato allora a parlarne, un po' seriamente ed un po' scherzosamente, con Andrea che ad ogni frase di Letizia cercava sempre una possibile soluzione...
"BOH, SE PROPRIO VUOI PROVARE A CHIEDERGLI, PROVA..." Non aveva ancora finito di pronunciare la frase Letizia, che Andrea si stava già alzando dal letto per mettersi le scarpe per aspettare di uscire con la speranza di incontrare ancora i due ragazzi....
Fortunatamente per lui, non erano passati più di dieci minuti, ed eccoli uscire nel parcheggio con la sigaretta.
"ALLORA VADO A FUMARE AMORE" Diceva Andrea girandosi verso Letizia con un piccolo sorriso e mandandole un bacio, prima di uscire dalla portafinestra...
Andrea era uscito, e si accendeva la sigaretta nel salutarli...
Qualche attimo di titubanza, e poi si rivolgeva a loro: "COMUNQUE PIACERE, ANDREA..."
I due ragazzi, ricambiavano, dicendogli di chiamarsi Paolo e Francesco...
Primi scambi di battute molto generici, le solite domande, di dove siete, come mai avete scelto questo posto, cosa fate di bello, e qualche parere sulla struttura...
Tempo di scoprire che erano lì per passare un weekend di svago, e che non avevano programmi veri e propri per questi giorni...
"MAA... SO CHE POTREBBE SEMBRARE UNA RICHIESTA UN PO' STRANA, MA MIA MOGLIE LETIZIA CHIEDEVA SE VI ANDASSE DI INVITARLA DA VOI A FARE LA DOCCIA..."
Gli aveva chiesto Andrea un po' imbarazzato, mentre la chiacchierata era assolutamente tranquilla...
"ODDIO, STRANA È STRANA SÌ COME DOMANDA..." Gli rispondeva Paolo sorridendo un po' spiazzato ma anche incuriosito...
Mentre Francesco cercava subito di capire meglio la situazione: "MA COME MAI VORREBBE VENIRE A FARE LA DOCCIA DA NOI?".
Ormai che l'argomento era stato aperto, Andrea si sentiva molto più sciolto, e non aveva trovato difficoltà a spiegarsi meglio:
"ABBIAMO VISTO CHE IL BAGNO È VERAMENTE GRANDE, E LA DOCCIA MOLTO BELLA E SPAZIOSA... LETIZIA GRADIREBBE MOLTO FARLA IN VOSTRA COMPAGNIA SE LO VOLESTE ANCHE VOI..."
I due ragazzi dimostravano subito di non disdegnare l'idea, seppur si trattasse di una cosa assolutamente nuova per loro, chiedevano ad Andrea informazioni su questa idea...
P: "PER ME VA ASSOLUTAMENTE BENE SE TUA MOGLIE VUOLE FARE QUESTA COSA"
F: "MA MENTRE LEI VIENE DA NOI A FARE LA DOCCIA, TU COSA FAI?"
Andrea: "BEH, SECONDO ME SI POTREBBE TOGLIERE LA TENDA DEL BAGNO, COSÌ IO POSSO STARE QUI FUORI E VEDERVI SENZA DISTURBARVI..."
P: "AH DI FUORI ADDIRITTURA?"
Andrea: "SÌ, COSÌ SIETE PIÙ LIBERI ANCHE FUORI DAL BAGNO E NON VI INTRALCIO... MAGARI PRIMA BEVIAMO QUALCOSA TUTTI INSIEME COSÌ CONOSCETE LETIZIA..."
L'idea ormai era partita completamente anche nelle teste dei due ragazzi, che si scambiavano sorrisi e sguardi di approvazione su tutte le proposte di Andrea...
"BEH, IO VE L'HO DETTO, SE L'IDEA VI INTERESSA, BASTA CHE BUSSATE ALLA PORTA CHE BEVIAMO QUALCOSA INSIEME..." Gli diceva Andrea nello spegnere la sigaretta ed entrare in casa, mentre loro rispondevano soltanto con un semplice "CINQUE MINUTI PER SISTEMARCI ED ARRIVIAMO..."
Appena Andrea era rientrato in casa, Letizia era ancora sul letto che lo guardava: "GLI HAI CHIESTO DAVVERO?".
"CERTO AMORE CHE GLI HO CHIESTO! CINQUE MINUTI E VENGONO A BERE QUALCOSA PER CONOSCERTI..."
"MINCHIA!" Gli rispondeva Letizia mentre si alzava dal letto, gli dava un bacio appassionato, e si avviava verso il bagno...
Eccola Letizia, guardarsi allo specchio e sistemarsi un pochino i capelli sorridendo.
Come sempre, i suoi dubbi sulla situazione di poco prima, si erano già trasformati in voglia di avventura, di divertirsi, di qualcosa di nuovo...
Tempo di togliersi la felpa, mettersi una camicetta un po' più carina, per poi sedersi sul divano ed aprire la sua valigia...
Via le scarpe e le calze, per poi indossare un paio di decolteé nere mentre Andrea la guardava stando seduto sul letto...
Andrea era veramente imbambolato davanti alla bellezza di Letizia, ma a farlo tornare con i piedi per terra ci pensò il rumore di qualcuno che bussava alla porta...
Andrea si alzava per andare ad aprire, mentre sorrideva guardando Letizia, mentre lei si sistemava bene al centro del piccolo divanetto...
"AVANTI... " Gli diceva Andrea nell'aprire la porta farli entrare.
Letizia era la prima che li salutava con un semplice Ciao, che loro ricambiavano...
"ACCOMODATEVI PURE..." Gli diceva Letizia mentre accarezzava con le mani il divano per invitarli a sederti di fianco a lei...
Entrambi le davano una stretta di mano nel sedersi, e dicendole i loro nomi, iniziavano una piccola conversazione per fare conoscenza...
Andrea si era invece seduto su una sedia al tavolino ad ammirare la bellezza di Letizia tra i due ragazzi.
Era proprio durante la chiacchierata che Letizia scopriva che i due ragazzi avevano 27 e 28 anni, che erano lì per passare un weekend di divertimento in un posto nuovo...
Intanto Andrea si alzava e prendeva una bottiglia di vino che aveva portato per la cena, e lo versava delicatamente nei bicchieri per poi porgerli ai tre sul divano...
Mentre sorseggiavano i loro calici, era Francesco a spezzare la normalità della conversazione, posando una mano sulla coscia di Letizia e dicendole: "ALLORA... ANDREA CI HA DETTO CHE TI PIACEREBBE FARE LA DOCCIA DI LA CON NOI..."
Sul viso di Letizia spuntava un sorriso tra l'imbarazzo ed il desiderio...
"BEH, NON SEMBREREBBE UNA BRUTTA IDEA..." Gli rispondeva subito prima di bere un altro sorso di vino...
Anche Paolo posava la mano sull'altra coscia di Letizia, dicendole "POTREMMO ANDARE DI LA E VEDERE COM'È QUESTA IDEA...".
Letizia sorrideva, lo guardava, e gli rispondeva: "ANDIAMO ALLORA...".
Poi si alzava, andava davanti ad Andrea, e lo baciava appassionatamente, piegandosi quel tanto che bastava per mettere bene in mostra il suo lato B davanti agli occhi di Paolo e Francesco...
Non capiva Letizia, quando vedeva che Andrea restava seduto mentre loro tre erano pronti per uscire ed andare nell'appartamento dei ragazzi: "MA TU NON VIENI?" chiedeva ad Andrea, che la rincuorava dicendole: "PREFERISCO LASCIARVI SOLI E NON DISTURBARVI, AMORE..." Mandandole un bacio per farla sentire tranquilla...
Dopo averli guardati uscire, Andrea metteva in tasca il telefono e le sigarette, e prendendo una sedia ed il calice di vino, come se già sapesse che sarebbe stata una lunga serata, usciva dalla porta finestra per andare a sedersi di fuori nel parcheggio davanti all'appartamento dei due ragazzi...
Andrea vedeva subito che le luci erano tutte accese, e che i ragazzi avevano già pensato a togliere la tenda davanti alla finestrona per permettergli di vedere tutto il bagno...
In quel momento, mentre aspettava e non vedeva entrare nessuno in bagno, realizzava Andrea che anche se avesse mai voluto entrare, lui non aveva la chiave di quell'appartamento, ed adesso la sua bellissima Letizia era davvero completamente dei due ragazzi...
Finalmente, dopo un po' di attesa, ecco che Andrea poteva finalmente vedere Letizia in tutta la sua bellezza entrare in bagno...
Sorrideva Andrea, mentre la guardava coperta soltanto da un completino nero di pizzo, che si muoveva sinuosamente davanti al vetro...
Pochi attimi, ed Andrea notava anche i due ragazzi entrare nel bagno...
Completamente nudi, sorridevano a guardare Letizia muoversi, e mostravano ad Andrea due già evidenti erezioni, ed i loro fisici scolpiti...
Lentamente si avvicinavano a Letizia, ed iniziavano ad accarezzarla su tutto il corpo, mentre cercavano anche di sfilarle i pochi indumenti che aveva ancora indosso...
Letizia lasciava che le loro mani esplorassero il suo corpo, e non opponeva nessuna resistenza ad essere spogliata completamente...
Poi sorrideva ad Andrea e gli mandava un bacio, prima di girarsi verso i due ragazzi ed inginocchiarsi lentamente...
Andrea adesso poteva vedere completamente il fisico di Paolo e Francesco, mentre poteva soltanto immaginare cosa stesse guardando Letizia inginocchiata davanti a loro due...
Letizia alzava la testa, a guardare negli occhi i due ragazzi come se fossero delle divinità, mentre Andrea poteva capire dalla posizione e dal movimento delle braccia della sua moglie, dove fossero le sue mani...
Passava un attimo, ed Andrea vedeva la testa di Letizia che iniziava a muoversi, prima davanti a Paolo, e poi davanti a Francesco, poi di nuovo davanti a Paolo, e poi ancora davanti a Francesco...
Letizia alzava di nuovo lo sguardo verso i due ragazzi, e gli diceva di accendere l'acqua della doccia...
Mentre loro due si avviavano ad accendere l'acqua, lei si alzava, si girava, e mandava un bacio ad Andrea, che ricambiava sorridendole, facendole capire che si stava godendo lo spettacolo...
Poi eccola che si girava nuovamente e si avviava a raggiungere i due ragazzi sorridenti già sotto il getto caldo della doccia...
Soltanto adesso Andrea si accorgeva che i due ragazzi avevano completamente sfilato le porte scorrevoli della doccia, incuranti poter bagnare ovunque, per permettergli di vedere meglio tutto quello che sarebbe successo...
L'acqua cadeva completamente sul corpo di Letizia, mentre i due ragazzi posavano le mani su di lei e la scrutavano in ogni angolo di corpo...
Più piccoli di età, ma più grandi fisicamente, facevano sentire Letizia sensuale e desiderata, ed il suo sorriso misto alle smorfie di desiderio, ne erano la prova.
Le mani di Letizia, invece, sfioravano i corpi prestanti dei due ragazzi, non disdegnando di scivolare ogni tanto sui loro cazzi, completamente dritti e duri per lei...
Si accendeva una sigaretta Andrea, mentre guardava Letizia abbassarsi lentamente fino ad aprire la bocca davanti al cazzo di Francesco lasciandolo entrare lentamente tra le sue labbra...
Intanto Paolo poteva posare delicatamente il suo cazzo sul fondoschiena di Letizia, e si girava verso Andrea facendogli segno con il pollice se andava tutto bene...
Andrea ricambiava il gesto sorridendo...
Letizia dopo qualche attimo ad assaporare il cazzo di Francesco, si girava lentamente, concedendo ai due ragazzi il trattamento inverso, prendendo in bocca il cazzo di Paolo, ed offrendo a Francesco il suo lato B...
Andrea vedeva i due ragazzi parlare, ogni tanto anche Letizia si fermava e rispondeva qualcosa, ma lui non poteva sentire cosa si stessero dicendo...
Intanto, il vetro della portafinestra iniziava ad appannarsi per via della temperatura, offuscando un po' la visuale ad Andrea...
Il vetro, sempre più appannato, permetteva ad Andrea a malapena di vedere che i due ragazzi si erano girati e gli rivolgevano la schiena, senza fargli vedere, ma soltanto immaginare, che la sua splendida Letizia si era inginocchiata davanti a loro ed aveva iniziato a succhiarli come aveva fatto prima....
Ormai, dopo un paio di minuti, il vetro era completamente appannato, ed Andrea non vedeva più nulla...
Letizia, dopo aver eccitato i ragazzi per un momento, alzava la testa verso di loro: "SAREBBE BELLO ANCHE ASCIUGARCI ED ANDARE SUL LETTO PER SENTIRVI DENTRO DI ME..."
I due ragazzi non vedevano l'ora di sentire queste parole, e subito chiudevano l'acqua e prendevano un asciugamano per darlo a Letizia...
Iniziavano tutti e tre ad asciugarsi, vogliosi di andare a continuare il loro gioco.
Letizia, prima di uscire dal bagno, andava davanti alla finestrona, e disegnava con il dito un grosso cuore sul vetro, posando poi le labbra al centro di esso e lasciando l'impronta del suo bacio per Andrea...
Dopo questo, però, Andrea non vedeva più nulla per alcuni momenti, e non sapeva cosa aspettarsi di vedere a quel punto...
Ecco che passavano alcuni minuti, e poi Andrea vedeva la tenda della portafinestra aprirsi completamente....
Davanti ai suoi occhi, c'era Letizia, completamente nuda, con ai piedi le sue scarpette nere indossate prima, piegata sopra il tavolino....
Francesco era dietro di lei, che lentamente le strisciava il cazzo in piena erezione sulla vagina e si preparava a penetrarla...
Paolo, dopo aver aperto la tenda, salutava Andrea ed andava a mettersi davanti a Letizia, che dal canto suo apriva subito la bocca e lasciava che lui iniziasse a muovere il suo cazzo duro dentro di lei...
Ora, l'eccitazione di Andrea iniziava a salire davvero tanto, mentre guardava Letizia tra quei due ragazzi che la facevano godere...
I colpi di Francesco erano veramente intensi, ed anche Paolo non si tirava indietro a divertirsi con la bocca di Letizia...
"TOGLIETEMI LE SCARPE E PORTATEGLIELE LI DAVANTI DAI..." Chiedeva Letizia ai due ragazzi staccando la bocca un attimo dal cazzo di Paolo...
Ridevano leggermente i due, mentre si fermavano un attimo, sfilavano le scarpe alla donna, ed andavano a posarle proprio davanti ad Andrea, rivolte verso di lui come a guardarlo...
Senza degnarlo di uno sguardo, tornavano poi da Letizia, e riprendevano a penetrarla da dove si erano fermati...
Li sentiva bene Letizia, quei due cazzi veramente duri che la penetravano e la facevano godere da matti...
Loro due sentivano bene i suoi versi di piacere, e continuavano a stantuffarla con foga...
Sempre più forte, sempre più a fondo, entrambi, ed ecco che sul volto di Francesco si riconosceva benissimo l'espressione di chi sta venendo prepotente dentro Letizia...
Quasi nello stesso istante, anche Paolo iniziava a tenere sempre più la testa di Letizia, facendole sentire anche lui tutta la forza del suo getto che le riempiva la bocca...
Letizia stava ferma, soddisfatta, appagata, di sentire quei due giovani ragazzi eccitati da lei e dal suo corpo...
Come se l'avessero già fatto, i due si staccano, lasciando uscire i loro cazzi da dentro di lei, e dandosi un cinque in segno d'intesa, facendo quasi ridere Letizia, che aveva ancora la bocca un po' dello sperma di Paolo...
Lei si alzava dal tavolino, si avvicinava alla portafinestra davanti ad Andrea, si chinava a quattro zampe, ed aprendo leggermente la bocca lasciava colare un po' di quello sperma proprio sopra le sue scarpe...
Poi sorrideva ad Andrea, sempre più eccitato, e si rialzava, andando a toccarsi tra le gambe con le dita, e poi avvicinandole alla bocca, leccava via un pochino dello sperma che Francesco aveva lasciato dentro di lei...
Un sorriso, un bacio, verso Andrea, prima di girarsi e tornare a farsi accarezzare e toccare dai due ragazzi....
"MI AVETE FATTA GODERE DAVVERO TANTO!" Diceva Letizia senza fare tanti giri di parole...
F: "SI VEDEVA CHE GODEVI! SEI VERAMENTE VOGLIOSA!"
P: "E CON QUELLA BOCCA SEI DAVVERO BRAVA!!"
Letizia: "POTREMMO CHIEDERE AD ANDREA SE CI PREPARA LA CENA, E MAGARI IO VI FACCIO IL DOPOCENA...."
P: "AHAHA PER ME VA BENISSIMO!"
F: "ANCHE PER ME VA ASSOLUTAMENTE BENE!".
Mentre Andrea li guardava chiacchierare, vedeva Letizia prendere il telefono, e sapeva già che presto gli sarebbe arrivato un messaggio...
"Amore, spero ti sia piaciuto quanto è piaciuto a me 🤣
Io ed i miei ragazzi stavamo pensando che visto l'orario, potresti fare il bravo maritino e prepararci la cena, mentre noi recuperiamo un po' delle energie spese...
Ti Amo 😘"
Andrea leggeva ridendo, e poi si limitò a rispondere con un semplice "Va benissimo amore, vi preparo subito qualcosa! Ti amo!"

Senza più lo spettatore lì fuori, l'atmosfera tra i tre amanti si quietava un po' e prendeva una piega molto più formale...
Era Paolo che si sdraiava sul letto ed accendeva la TV, mentre prendeva una sigaretta e se la accendeva, visto che ora non c'era nessuna voglia di uscire per fumare...
"ME NE OFFRI UNA?" Gli chiedeva Letizia, avvicinandosi al letto e sdraiandosi di fianco a lui, mentre Francesco prendeva il posacenere e la seguiva.
Tutti e tre li sul letto, completamente nudi, dopo quel bel momento a divertirsi, fumando la sigaretta senza pensare ad altro...
Complice anche la scarsità dei programmi in TV, qualche piccola risata scaturiva dalle battute che i tre facevano nel chiacchierare del più e del meno, facendo spesso chiare allusioni alla sfera sessuale...
"MA POSSO CHIEDERTI DA COSA NASCE QUESTA VOSTRA PASSIONE PER QUESTO TIPO DI GIOCHI LETIZIA?" Chiedeva Francesco alzando leggermente il corpo e guardando Letizia.
"DAL NULLA CREDO... ANDREA AVEVA QUESTA FANTASIA, L'IDEA DI VEDERMI CON ALTRI UOMINI... ABBIAMO PROVATO, ED A ME FARLO NON DISPIACE AFFATTO..." Gli rispondeva lei con un po' di imbarazzo di sembrare una poco di buono...
"BEH DAI NON MI SEMBRA UNA COSA SBAGLIATA, SE SIETE FELICI ENTRAMBI FATE BENE A FARLO." Ribatteva Paolo con un piccolo sorriso che dimostrava anche la sua felicità nell'aver incontrato una coppia come loro..
Francesco aggiungeva un semplice: "BEH FATE BENE SI! ANCHE PERCHÉ È PIACIUTO MOLTO ANCHE A NOI AHAH".
Una piccola risata di Letizia con lo sguardo ammiccante, dimostrava tutta la sua complicità e soddisfazione, senza più imbarazzo sentendosi perfettamente a suo agio tra loro due anche fuori dal sesso...
"MA ANDREA È FETICISTA O SBAGLIO?" Chiedeva Paolo a Letizia mentre le accarezzava delicatamente la gamba...
"TANTISSIMO!" Rispondeva la bella Letizia, aggiungendo "SIA DEI PIEDI CHE SOPRATTUTTO DELLE SCARPE!"
"EH QUANDO TI SEI ABBASSATA SULLE SCARPE L'AVEVO PENSATO AHAHA" Aggiungeva Francesco ridendo.
"POTREMMO ANCHE PENSARE DI MANDARGLI UNA FOTINA PER DISTRARLO MENTRE STA CUCINANDO AHAHA" esclamava Letizia ridendo e fantasticando già su come poter eccitare Andrea anche senza che fosse lì a guardarli...


Stava girando la pasta tranquillamente Andrea, quando sentiva il suo telefono vibrare un paio di volte sul tavolo...
Come se lo sapesse già, prendeva in mano il telefono ed apriva il messaggio appena ricevuto...
Un selfie, molto tranquillo, in cui si vedevano i volti dei tre sdraiati sul letto, e si capiva che fossero svestiti... E la sola frase "Cosa ci sta preparando per cena il mio amore?"
Sorrideva Andrea, e rispondeva subito "Una semplice pasta all'amatriciana per il mio amore ed i suoi nuovi amici!"
"Wow! Vuol dire che aspetteremo con ansia che verrai qui ad apparecchiare per noi e fare il bravo cameriere..."
Rispondeva Letizia...
Dopo una semplice faccina di consenso da parte di Andrea, appariva sul telefono un'altra foto....
Letizia, sdraiata sul letto, aveva fotto una foto alle sue gambe, in cui si vedevano benissimo i due ragazzi, sul fondo del letto, che posavano i loro cazzi suoi suoi bellissimi piedini...
La frase che seguiva "io intanto mi rilasso...", e la sensualità di quella foto, facevano diventare matto Andrea, che rispondeva adesso con "Tra sette minuti la pasta è prontaaaaaaaa!"
Rideva Letizia, mentre leggeva e diceva anche ai due che tra pochi minuti sarebbe arrivato Andrea con la cena.
Il tutto mentre muoveva leggermente i piedini sui loro cazzi, come se volesse farlo tornare rigidi e possenti, prima dell'arrivo del suo uomo...
"STASERA ANDREA FARÀ IL CAMERIERE, E NOI POTREMO GODERCI LA CENA..." Gli diceva Letizia annunciandogli come sarà stata la serata.
"CI VESTIAMO O RESTIAMO NUDI ANCHE A CENA?" Chiedeva Paolo per capire meglio come comportarsi in vista della cena.
"IO PENSAVO DI METTERMI SOLTANTO L'INTIMO, MENTRE VOI DUE POTRESTE ANCHE RESTARE NUDI E METTERE UN PO' IN IMBARAZZO ANDREA CON IL VOSTRO FISICO ED I CAZZI IN BELLA MOSTRA..." Gli proponeva Letizia ridendo ed immaginando già la situazione...
Se la ridevano anche loro due, accettando volentieri l'idea di Letizia.
Finalmente Andrea, dopo aver scolato e condito la pasta, si metteva un tovagliolo sul braccio come un vero cameriere, e prendendo i tre bicchieri di prima e la bottiglia del vino, usciva dal suo appartamento per andare a bussare a quello dei due ragazzi...
Ad accoglierlo ed aprirgli la porta c'era Francesco, completamente nudo, e facendolo entrare gli permetteva di vedere Letizia e Paolo comodamente distesi a letto ad accarezzarsi...
Consapevole del suo ruolo, Andrea si limitava ad un semplice saluto, e poi posava il vino ed i bicchieri sul tavolo, prendeva dalla piccola cucina le posate mettendole a tavola, e poi avvisava che sarebbe arrivato subito con la cena, uscendo per andare a prenderla...
Tempo di prendere i tre piatti che aveva già preparato, ed eccolo che tornava mettendoli a tavola e chiudendo la porta...
Intanto Paolo e Francesco, molto elegantemente, porgevano le mani a Letizia per aiutarla ad alzarsi dal letto, e mentre si sedeva a tavola, la aiutavano sistemandole la sedia...
Andrea, sempre più ammaliato dalla bellezza e l'eleganza di sua moglie, prendeva la bottiglia di vino e lo versava nei loro tre bicchieri, prima di allontanarsi leggermente dal tavolo e restare lì in piedi a guardarli proprio come un bravo cameriere.
I tre amanti, si godevano la cena tra qualche battutina e molti sguardi ammiccanti, con Letizia che non disdegnava mai l'occasione per fare scivolare le sue mani sulle braccia muscolose dei due ragazzi.
"SCUSI, POTREBBE PRENDERMI LE SCARPE CHE HO LEGGERMENTE FREDDO AI PIEDI?" Chiedeva Letizia ad Andrea facendolo andare subito a prendere le sue decolteé nere che erano ancora di fianco al letto...
Era già lì Letizia, con la gamba sopra le cosce di Francesco, ed il piedino che sbucava dall'altra parte del tavolo, sull'unico lato dove non c'era seduto nessuno...
Andrea capiva di dover andare lì, ed infilarle delicatamente la scarpetta, per poi aspettare che lei abbassasse la gamba, ed alzasse l'altra sopra le cosce di Paolo, ed infilarle anche l'altra scarpetta...
Era sempre più eccitato Andrea, guardando Letizia in intimo e con i tacchi, mangiare con quei due giovani ragazzi così prestanti.
Era Paolo che si girava verso Andrea e gli faceva notare una cosa: "COSA NE DICI ANDREA, DOPO LA DOCCIA E LA CENA, NON SAREBBE IL CASO DI LASCIARE QUI LETIZIA ANCHE A DORMIRE?"
"TANTO NON È LUI CHE DECIDE AHAH" Ribatteva Letizia senza dare ad Andrea la possibilità di rispondere, dimostrandogli che infondo è lei che comanda, specialmente in questa situazione...
"PUOI STARE TRANQUILLO CHE CI PRENDEREMO CURA NOI DI LEI!" Aggiungeva Francesco facendogli immaginare come sarà stata la serata.
Se la rideva anche Andrea, facendo capire che l'idea andava bene anche a lui: "NO INFATTI SONO PIÙ CHE SICURO CHE SAPRETE FARLA STARE BENE..."
"AL MASSIMO PUOI SEMPRE USCIRE A FUMARE OGNI TANTO..." Aggiungeva Letizia facendogli immaginare che anche stanotte la tenda dalla porta finestra sarebbe rimasta aperta, mentre si alzava dalla sedia e si avvicinava al letto in modo molto sensuale camminando sui suoi tacchi...
Si fermava li, al bordo del letto, con una gamba a terra ed una alzata sul materasso, girava la testa verso il suo pubblico e si succhiava un dito in modo ammiccante, mentre si muoveva con il bacino dimostrando tutte le sue voglie...
Anche Paolo e Francesco si alzavano dalla sedia, con quest'ultimo che si voltava verso Andrea dicendogli "DOMANI TI RACCONTEREMO COME AVRÀ DORMITO..."
Letizia si rimetteva in posizione eretta, e lasciava che i due ragazzi potessero iniziare nuovamente ad accarezzarla e toccarla...
L'espressione di piacere sul suo viso, mentre abbassava leggermente la testa e li baciava entrambi sul petto...
"VISTO CHE LA CENA È FINITA, PUOI SPARECCHIARE ADESSO" Diceva Paolo ad Andrea che era fermo immobile a guardarli, mentre loro continuavano a toccare Letizia...
"SÌ... SÌ SUBITO..." Rispondeva Andrea cadendo dalle nuvole ed iniziando subito a mettere nella lavastoviglie i piatti e le posate, lasciando sul tavolo soltanto i bicchieri ed il vino...
Quando tornava a girarsi verso il letto, vedeva Letizia distesa, che si sorreggeva il busto con le braccia, mentre loro due erano inginocchiati sul letto, ai suoi fianchi, che le offrivano i loro cazzi tornati completamente duri da succhiare...
L'eccitazione di Andrea tornava a salire di colpo, e raggiungeva l'apice quando Letizia si fermava e gli diceva: "POTRESTI SFILARMI LE SCARPE CHE ADESSO NON MI SERVONO PIÙ?"
Andrea non diceva una sola parola, si chinava davanti a Letizia, e delicatamente le sfilava le scarpe, prima di rialzarsi tenendole in mano...
Letizia si tirava avanti con il busto, lo afferrava per la maglia tirandolo verso di sé e dandogli un grosso bacio appassionato...
"TI AMO TESORO!" Gli diceva prendendo fiato un attimo e tornando a baciarlo nuovamente, con quella bocca che fino ad un attimo prima stava dando piacere a quei due giovani ragazzi che ormai erano i suo nuovi amanti...
Andrea finalmente tornava ad essere libero, ed appena si era alzato in piedi completamente, si sentiva dire da Francesco "PENSO CHE ORA PUOI ANCHE TORNARE DI LA E DORMIRE TRANQUILLO..."
Andrea faceva cenno di sì con la testa, e si girava verso la porta...
"QUELLE LASCIALE QUI... SARANNO NOSTRE ANCHE LORO COME SARÀ NOSTRA TUA MOGLIE STANOTTE..." Gli diceva Paolo riferendosi alle scarpe di Letizia che Andrea aveva in mano, privandolo di un piccolo divertimento che forse avrebbe avuto stanotte...
"AVETE RAGIONE, SCUSATE..." Gli rispondeva Andrea sorridendo imbarazzato mentre posava le scarpe di Letizia sul tavolino ed usciva dalla porta...

Andrea sentiva una gran voglia di uscire subito e poter guardare come giocavano i tre amanti, ma sentiva anche di volerli lasciare giocare in pace, e non per fare uno show per lui....
L'eccitazione nel ripensare all'immagine di Letizia intenta a succhiare i loro cazzi duri, lo spingeva lentamente a toccarsi, ed in pochi attimi si ritrovava sul sul letto con i pantaloni abbassati a masturbarsi...
Il pensiero di essere lì da solo, mentre sua moglie era di là a fare chissà cosa con quei due ragazzi, fece sì che quella sega durò davvero pochissimo, facendo esplodere la sua eccitazione in una violenta sborrata...
Il tempo di ripulirsi e sistemarsi un po', di accendere la televisione, che l'idea di scoprire cosa stessero facendo tornava già a rimbombare nella sua testa...
Era troppo forte quel pensiero per resistere, Andrea prendeva una sigaretta ed usciva dalla portafinestra come aveva fatto prima di cena...
Forse l'immagine che si trovava davanti era proprio quella che immaginava...
Letizia era a quattro zampe sul letto, in mezzo ai due ragazzi che la penetravano ancora una volta, con forza e violenza...
Le loro mani sul corpo di Letizia a tenerla ferma, mentre spingevano i loro cazzi dentro e fuori dal suo corpo in continuazione...
Era davvero loro adesso Letizia, e la sua sottomissione nel lasciarsi usare così lo dimostrava veramente, mentre godeva sotto i loro colpi...
Si avvicinava sempre più al vetro Andrea, facendosi vedere dai due ragazzi, che non si curavano neanche di salutarlo o altro, perché erano completamente intenti ed interessati a fare godere Letizia come non aveva mai fatto...
La resistenza dei ragazzi era molta, il piacere di Letizia nel farsi usare così era altrettanto, ed Andrea era ormai da un bel momento che era lì a guardarla...
Eccitato, decideva di lasciarli godere in pace, e tornava nel suo appartamento sedendosi sul divano sorridendo...
Guardando la TV, senza accorgersi del tempo che passava, forse anche stremato dalle sega che si era fatto prima, si addormentava senza accorgersene...
Nell'altro appartamento, intanto continuava il gioco, con i due ragazzi che riversavano dentro Letizia gli ennesimi orgasmi, godendo e facendola godere....
I tre, stanchi e provati dalle fatiche, decidevano di farsi una doccia, in maniera molto più tranquilla, uno alla volta...
E chiudevano la serata sul letto, tutti insieme, ancora completamente nudi, a chiacchierare...
Letizia: "COMUNQUE DEVO DIRLO, SIETE DAVVERO DUE TORI CAZZO... SCOPATE VERAMENTE BENE E CON FORZA...."
P: "NON MI SEMBRA CHE TU SIA MOLTO TRANQUILLA INVECE! TI PIACE PROPRIO FARLO!"
F: "EH VEDENDO CHE VOGLIA HAI, SI CAPISCE ANCHE UN PO' CHE SOLO ANDREA NON SIA ABBASTANZA AHAHA..."
Letizia: "ODDIO, NON LO SO EH, MA ADESSO VOGLIO SOLO PENSARE A COME MI AVETE SCOPATA VOI OGGI AHAH"
F: "DOMANI MATTINA AVRAI ANCHE LA TUA BELLA COLAZIONE!"
"NON VEDO L'ORAAAAA" Rispondeva Letizia allungando le mani sui loro cazzi ed accarezzandoli...
Spegnevano le luci, pronti per dormire e recuperare le energie, quando Letizia aggiungeva: "PERÒ LE SCARPE POTEVATE LASCIARGLIELE POVERINO..."
"SHHHH NON CI PENSARE, CHE DOMANI MATTINA POTRAI RIDARGLIELE..." Aggiungeva Paolo prima del silenzio che sarebbe durato tutta notte...
Andrea, invece, si svegliava a notte ormai inoltrata, e si accorgeva di un messaggio sul telefono che recitava soltanto "Buonanotte amore mio... A domani".
E si metteva anche lui a dormire comodo nel letto, da solo...
scritto il
2024-01-12
6 . 7 K
visite
0
voti
valutazione
0
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.