Infermiera 2

Scritto da , il 2022-10-01, genere orge

Arrivo nell’aula e mi indicano il banco dove sedermi,i prof sono già in cattedra e vedo una che mi fissa in modo che mi sento spogliata, penso che forse quella mi aiuterà.
Vengono distribuite le prove di test e io inizio a capire che sarò bocciata,sono domande terribili e forse saprò rispondere a metà delle domande.
Mentre sto sudando le prof passano tra i banchi e quella che mi ha quasi spogliata con lo sguardo mi viene vicino,mi piglia il compito e gli scivola dalle mani.
Io mi abbasso per prenderlo e praticamente chinata le tette sono in vista,mi rialzo e la prof si china e sottovoce
“che tette!!!!!! ,ti ho messo le risposte perché ti voglio alla prova orale e ti vorrò vedere come sei fatta”
Non capisco ma vedo un foglietto dove ci sono tutte le risposte,felice compilo e passato il tempo consegno il mio scritto felice e contenta.
Il giorno dopo c’è la prova orale e io,come al solito,non ho intimo e così sono pronta.
“come prova orale non ci saranno domande ma una prova pratica in un ambulatorio e voi dovrete far vedere che siete pronti a tutte le emergenze,abbiamo attrezzato tre sale e così farete i turni”
Arriva il mio turno,entro nella stanza e trovo la prof che mi ha aiutato e un altro prof.
“bene ecco la nostra Chiara che vuole diventare infermiera bella scelta a desso passiamo alla fase pratica,vediamo come te la cavi in una visita ginecologica,ma non tua fammi vedere come agisci con me”
Sono titubante e non so come cominciare ma per prima cosa la devo spogliare così la porto dietro il paravento e l’aiuto e levare i vestiti,rimane nuda davanti a me e subito mi piglia e mi infila un palmo di lingua in bocca strizzandomi una tetta.
“uhhhh sei morbida dai andiamo sul lettino devi visitarmi e aiutare il dottore”
Sempre più stranita la accompagno e si sdraia sul lettino e io le metto le gambe sugli appoggi,a vedere la figa spalancata e le tette libere sento calore in mezzo alle gambe,vorrei quasi sbattermela lì ma resisto alla voglia.
“brava adesso fammi vedere come fai la palpazione del seno”
Inizio a palpare quelle tette che mi eccitano,quando stringo i capezzoli li sento duri come il ferro.
“allora cosa aspetti a leccarmele capisco che hai voglia e allora sbrigati voglio sentire le tue labbra!!!!!!”
Mi attacco a quelle tette che mi fanno eccitare e la prof mi mette una mano sotto la gonna e arriva alla figa che è un lago.
“sei un lago tu cosa aspetti levale tutto la voglio vedere nuda e poi ci divertiremo io lei e il tuo cazzo”
Il dottore si leva il camice e sotto è già pronto nudo con il cazzo in tiro e da quel momento non ho un attimo di tregua.
La prof si leva dal lettino e mi fa sdraiare e inizio a ingoiare il cazzo mentre lei mi lava la figa,poi lei vuole il cazzo e lo infila fino ai coglioni nel culo e mi fa leccare la figa che scarica umori da tutte le parti,poi tocca a me essere inculata con la prof che mi massaggia le tette con la figa e con il culo facendomi sbrodolare.
Non so quando ma ricevo una scarica di sborra nel culo e la prof si attacca bevendo tutto quello che esce e io pulisco il cazzo dalle ultime gocce.
Alla fine sono sfiancata mi rialzo e mi rivesto
“Brava adesso sei infermiera hai passato perfettamente l’esame e vedrai che in ospedale sarà ancora più divertente,vieni qui fatti baciare e poi puoi uscire”
Esco e mi siedo per riposarmi pensando che per essere infermiera mi devono spaccare tutta la cosa mi piace.
Mentre mi rilasso esce un mio compagno
“Ciao come è andata sei stato promosso??”
“Si Chiara ma che dolore,la prova era con due prof e per vedere se ero preparato mi hanno fatto fare una visita urologica,uno si è messo nudo e mi ha fatto fare la prova,dito nel culo e palpazione alla prostata,mentre eseguivo l’altro ha preso in mano il cazzo,l’ha menato e quando ha visto che era duro mi ha preso la testa e mi ha infilato il cazzo in bocca,cazzo!!!era il primo pompino che facevo ma non è finita.
Mi hanno fatto metter sul lettino e mi hanno fatto la visita loro,prima il dito ma poi mi sono sentito aprire,aveva infilato il cazzo dentro.
L’altro subito mi ha presentato il suo davanti alla faccia e ho dovuto ingoiarlo.
Per farla breve ho ricevuto due inculate e ho pulito due cazzi che avevo fatto sborrare hai capito che prof abbiamo????!!!!”
Se tutti i dottori sono come questi dovrò farmi la plastica alla figa e al culo e sperare che non mi sloghino la mascella a furia di pompini.
Il giorno dopo vado a scuola per ritirare l’attestato che mi viene dato dal preside
“ciao bella ecco il tuo diploma,mi dispiace non vederti più ma adesso fatti vedere per l’ultima volta dai ti voglio”
Anche per ringraziarlo mi levo tutto e sono io che gli apro la patta e gli tiro fuori il cazzo che è già duro
“prof hai sempre un bel cazzo ma adesso voglio fare tutto io,te lo meno tra le tette e voglio la tua sborra in faccia e in bocca”
E’ assatanato e mentre gli meno il cazzo vicino alle tette massaggiandogli la cappella con i capezzoli mi mette le mani da tutte le parti.
Due dita nella figa,sfila le dita e le lecca,poi due dita nel culo quasi a incularmi poi sfila le dita e me le fa leccare,il sapore del mio culo mi eccita e così mentre una mano mena l’altra gli solletica il culo,subito mi arriva una sborrata che mi inonda faccia e tette.
“ahhhh Chiara sei stupenda beato chi ti sfonderà prossimamente,adesso la raccolgo e tu te lecchi tutta quella che mi hai fatto scaricare dai coglioni.
Ogni goccia di sborra viene raccolta e io ingoio felice,mi consegna il diploma e con una ultima slinguata mi saluta.
Attaccato al diploma trovo un biglietto dove ci sono due indirizzi di ospedali dove mi conferma che ha già parlato con il primario e mi aspetta per un colloquio.
Uno è un ospedale per pazienti anziani,quasi una casa di riposo,pensare di far pisciare vecchi e vecchie non mi và e poi pensare di pulire il culo e cambiare i pannoloni proprio non mi convince.
L’altro è un ospedale dove fanno riabilitazione e chirurgia plastica,a prescindere che dovrò svuotare padelle e pappagalli e dovrò pulire i pazienti è decisamente meglio dell’altro e così telefono e gentilmente mi fissano un appuntamento il giorno dopo.
La mattina mi preparo,controllo e pulizia alla figa,reggi tette e mutandine con vestito quasi da educanda per far vedere che sono una infermiera e non una assatanata di cazzi e fighe.
Arrivo e la segretaria,una figona di tutto rispetto,mi fa sedere dicendomi che il primario arriva subito.
“c’è da aspettare,vuoi un caffè???”
È così gentile che accetto e andiamo alla macchinetta,mette il gettone e il caffè esce,per prenderlo si china e vedo che ha le tette libere e mi sembra che non abbia nemmeno le mutandine.
“ma scusa come mai sei senza reggiseno e credo anche senza mutandine???”
“sei a digiuno di queste cose nel nostro ospedale,dobbiamo essere sempre pronte a soddisfare le richieste dei degenti e dei dottori,io,per esempio,questa mattina stavo assistendo uno quando mi ha tirato fuori il cazzo e ha voluto un pompino,quel porco mentre lo spompinavo invece di sborrarmi in bocca ha iniziato a pisciarmi addosso,pensa che ho dovuto farmi lavare e dopo ho dovuto cambiare il letto hai capito???”
Mentre parla si avvicina e subito mi infila la lingua in bocca e le mani sono sulle tette.
“ma sei con il reggi tette e non mi dire che sei anche con le mutandine!!!!mamma mia se vai così dal primario ti caccia subito,vieni in bagno e levati tutto”
Praticamente mi trascina nel bagno e mi aiuta a levarmi l’intimo e mentre mi aiuta mi lecca le tette e mi sditalina per farmi quasi venire.
Io contraccambio,le slaccio il camice e la vedo nuda e così iniziamo a palparci e a infilarci dita da tutte le parti.
Ritorniamo nella sala di attesa e sono seduta da poco quando entra il primario,uno sguardo e mi dice di seguirlo nell’ufficio.
“Dunque signorina mi ha telefonato il preside e mi ha detto che ha superato gli esami a pieni voti e mi ha consigliato di assumerla,non ho niente in contrario le chiedo gentilmente di accettare un piccolo interrogatorio prima di assumerla”
“va bene sono pronta dica pure”
“molto bene allora di sicuro hai figa e culo sfondati ma voglio vedere se sei maiala al punto giusto,adesso ti levi tutto vieni qui,mi ingoi il cazzo ma prima mi lecchi il culo e i coglioni forza fammi vedere”

Questo racconto di è stato letto 3 9 4 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.