Giochino in tre: 29° atto "Noi tre con Stefania"

Scritto da , il 2022-06-17, genere orge

Giochino in tre: 29° atto “Noi tre con Stefania”
Ho deciso che non dirò nulla del club privè perché so per certo che G. mi escluderebbe dal trio e io non voglio rinunciare né a lui, né a Caterina.
Caterina mi telefona e mi dice che ha fatto sesso con la sua amica Stefania e mi spiega che è avvenuto tutto in maniera molto naturale e che vorrebbe farcela conoscere.
Io rispondo che prima dobbiamo parlarne con G. e poi non vorrei che si creasse una dinamica di coppia tra loro due e che ci lasciassero. Caterina mi risponde che non si può mai sapere.
Io telefono a G. e gli spiego la cosa, lui mi risponde che prima dobbiamo trovarci noi tre ragazze e vedere se ci troviamo bene oppure lui potrebbe solo guardare e poi solo se glielo chiedessimo interverrebbe. Telefono a Caterina e lei mi dice che non vede l’ora di organizzare un incontro.
Stefania ha molto tempo libero visto che è casalinga, senza figli.
Caterina mi telefona poco dopo che ha organizzato per sabato sera così potrà venire anche G.
Arriva sabato ci troviamo a casa di Stefania che è molto spaziosa e isolata.
Si presenta con biancheria, sexy e autoreggenti nere con il pizzo. Ha il perizoma, un culo davvero notevole e anche il seno da come si intuisce dal reggiseno è molto bello.
Caterina bacia Stefania e mi fa cenno di avvicinarmi. Io sono intimidita perché Stefania è bellissima,
Caterina mi dice che ha parlato a Stefania della mia fica e lei non vede l’ora di leccarmela. Quindi andiamo in camera da letto, mi sdraio, allargo le gambe e Stefania si complimenta per la mia fica, per il mio clitoride grande e inizia a succhiarlo, a succhiarlo. Poi inizia a leccarmi e io non posso fare a meno di gemere in un crescendo finché vengo squirtando.
Lei è contentissima dice che sono davvero una donna calda come le aveva detto Caterina. Io rispondo che lei è bellissima e che la voglio spogliare e leccare tutta, spalmandola con la panna spray che è già lì a disposizione.
Lei dice che adoro questo giochino quindi io la spruzzo sui seni, sulla fica e inizio a leccare facendola gemere, gemere, gemere in maniera impressionante finché non fa un grugnito e mi spiega che quello è il suo orgasmo e che sono stata molto brava a farla godere.
Poi si gira si mette a succhiarmi i capezzoli spruzzandolo con la panna spray. Ed è così che ci trova Caterina che mette la sua fica davanti alla mia faccia e io inizio a leccare, a leccare e lei mi viene gemendo in faccia.
Nel frattempo in camera è arrivato G. che ci sta guardando mentre si sega il cazzo che è diventato enorme e durissimo, come so per esperienza.
Io dico a Caterina e Stefania che voglio far godere G. con un pompino quindi vado e lui mi guarda riconoscente mentre glielo lecco, glielo prendo in bocca finché non sborra e io ingoio.
Caterina e Stefania ci hanno guardate e quest’ultima mi dice che sono veramente molto brava a ingoiare.
Stefania dice che vuole accarezzare e leccare il mio culo che le piace moltissimo e così fa facendomi godere come una pazza mentre Caterina da sotto mi succhia i capezzoli o mi bacia in bocca con la lingua.
G. dice che si sta davvero divertendo, dice che Stefania è davvero un portento e le chiede se ami il cazzo e lei risponde che lo ama, ma adora anche la fica.
G. le dice che vorrebbe incularla e lei risponde di sì, ma che allo stesso tempo Stefania leccherà la mia fica e bacerà in bocca Caterina. Quindi io mi sdraio a gambe larghe, la testa di Stefania è sulla mia fica e lei è messa a pecorina con G. che la penetra mentre Caterina appunto la bacia in bocca.
A un certo punto Stefania smette di leccarmela perché gode troppo e quindi continua Caterina fino a che dopo molti gemiti arrivo all’orgasmo.
Ci arriva anche Stefania e Caterina va leccare la sborra mentre io non la voglio ora.
Manca Caterina con G.. Lei quindi si mette a baciarlo con passione mentre cerca il suo cazzo moscio dopo l’eiaculazione.
Io e Stefania ci baciamo ancora e io propongo di usare uno dei numerosi vibratori che sono lì in camera. Lei mi risponde che adora quello fucsia perché stimola anche il punto g.
Quindi lo prendo, glielo infilo e lei gode così tanto da bagnare il letto.
Poi lo usa su di me mentre mi bacia in bocca con la lingua oppure mi lecca i capezzoli e poi all’improvviso dopo molti gemiti, vengo in maniera animalesca.
Nel frattempo il cazzo di G. è pronto per Caterina che si mette alla pecorina e lui le penetra in un solo colpo la fica.
Poi gli dà numerosi colpi finché lei non viene con un grido liberatorio.
Ci abbracciamo e ci baciamo tutti. G. afferma che Stefania d’ora in poi farà parte del nostro trio che quindi si trasformerà in un quartetto.

Questo racconto di è stato letto 1 6 1 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.