La mamma 4° - 💕🗝️🤰

Scritto da , il 2022-06-11, genere incesti

-E' incinta! E' gravida! La mamma è incinta di un fratellino per noi! La mamma aspetta un bambino da te! Non è meraviglioso fratellino? Non è stupendo dio mio.. dio mio ce l'hai fatta.. ce l'abbiamo fatta!?!-

Diceva al fratello (col telefonino nervosamente stretto nelle mani) con la voce rotta dall'emozione dopo i tanti nervosi tentativi andati a vuoto di contattarlo per anticipargli la lieta notizia.

Il suo nervosismo era del tutto giustificato visto che erano passati quasi due mesi da quando la mamma, dopo aver sospeso l'assunzione della pillola, aveva fatto l'amore con suo figlio anche più volte al giorno per essere impregnata senza protezione alla ricerca di un figlio.. il loro figlio.. il figlio del loro amore incestuoso al quale aveva partecipato attivamente anche la figlia col preciso compito di tenere sempre eccitato il fratello.

Eccitato e.. col colpo in canna nutrito a dovere con alimenti carichi di proteine ed altri componenti afrodisiaci.

Naturalmente,solo cose naturali, giacché la dotazione e la potenza virile del ragazzo era tale da non aver bisogno di nessun altro aiutino men che mai del Viagra.

-Amore.. fratellino, è stata una bella faticata ma alla fine ci siamo riusciti.. proprio adesso abbiamo fatto il test di gravidanza.. positivo!

Domani stesso abbiamo l'appuntamento col suo ginecologo per la definitiva conferma.-

Il fratello che in quel momento stava seguendo una lezione all'università, aveva lasciato tutto ed era corso a casa dove aveva trovato la mamma e la sorella distese nude ed abbracciate sul lettone.

-Mamma!-

-Amore.. amore di mamma.. spogliati e vieni anche tu sul lettone dove mi hai messa incinta!

Facciamo l'amore.. ti voglio.. ti voglio.. dio se ti voglio ancora dentro di me .. subito!-

Intanto che il ragazzo si liberava degli ingombranti ed inutili indumenti, la ragazza aveva infilato la testa tra le cosce della mamma per leccarle la fica ed offrirla già lubrificata alla nuova e più esaltante penetrazione.-

Saltando sul letto sfoderando lo sciabolone come un guerriero alla battaglia finale, si era lasciato cadere in ginocchio davanti all'entrata del paradiso dal quale lui stesso era uscito e che si preparava a dare vita al frutto della loro passione.

Un tonfo delle ginocchia sul materasso ed una rapida spinta pelvica contrastata dallo scatto in avanti del bacino della donna e ZAC!

La penetrazione era stata istantanea e profonda strappando dalla bocca della mamma, un grido soffocato di dolore.

La monta era stata potente e rapida e dopo un incredibile e devastante orgasmo della donna, anche il figlio aveva goduto infiammandole l'utero con potenti ed interminabili fiotti di sborra.

Naturalmente anche la sorella aveva contribuito a modo suo all'ennesima fusione di quei corpi così prolifici ed eccitati, rimanendo in ginocchio dietro al fratelle per aiutarlo spingendolo e tirandolo con le mani serrate sui suoi fianchi.

Normalmente, dopo ogni amplesso era la sorella a ripulirli entrambi con la lingua.

In quella circostanza però la mamma aveva voluto andare oltre e chiedere di più:

-Nico Amore di mamma, perché non mi lecchi tu per assaporare il succo miracoloso che cola dal nuovo nido mentre tua sorella suona il tuo flauto magico per trasferirne la musica ed il sapore anche nella mia bocca.-

Avevano fatto così per poi ritrovarsi ancora abbracciati ed uniti in un lunghissimo bacio a tre bocche in cui le salive, il dolce degli umori vaginali ed il salato dello sperma si univano in un gustosissimo e profumato cocktail.

Mentre lo stallone era rimasto a letto per riprendersi dallo shock della notizia e le energie spese per la monta, la giumenta gravida e la cavallina smaniosa, erano andate in cucina a preparare il pranzo:

-Mamma.. dovrei dirti una cosa..-

Aveva esordito a mezza bocca la ragazza mentre aiutava a preparare il sugo:

-Oddio Sara, quando tu esordisci così, sei pericolosa come l'ultima volta che mi hai fatta mettere incinta.. dimmi bambina della mamma.. dimmi.-

-Mamma, mancano meno di due mesi al mio compleanno ed al regalo che devo ricevere da te e mio fratello..-

-Lo so, mancano 52 giorni per l'esattezza.. e allora?-

-Mi piacerebbe mamma festeggiare la notizia che sei incinta insieme alla mia "Festa" se l'anticipiamo di questi pochi giorni.-

La mamma immaginava già che prima o poi le sarebbe giunta quella richiesta ed in cuor suo era anche convinta che fosse cosa giusta "Fanculo le convenzioni!" Aveva pensato.

D'altra parte, il coinvolgimento della figlia da quando aveva cominciato ad avere rapporti più intimi con suo figlio, era stato via via più intenso e di grande soddisfazione per tutti.

Quando ci rifletteva, si stupiva persino della capacità della ragazza di resistere alle fortissime tentazioni che le venivano quando vedeva la mamma e suo fratello fare l'amore o quando addirittura ne prendeva parte senza tuttavia, poterne godere in modo completo.

"E poi diamine, era stata sua l'idea di farsi ingravidare dal figlio e questo meritava di certo un premio!"

A quel punto la donna portandosi dietro alla figlia, l'aveva abbracciata stretta e posandole le labbra sull'orecchio, le aveva sussurrato:

-Hai ragione bambina, organizza tutto tu per questo sabato così abbiamo a disposizione tutto il week end per la festa.-

A quelle parole la ragazza aveva fatto volare in aria tutto quello che aveva in mano ed aveva cominciato a saltare per tutta la cucina come se fosse stata morsa da un insetto o si fosse bruciata vicino ai fornelli.

A tavola avevano messo al corrente anche il fratello della decisione ed a quel punto la ragazza che aveva già in mente da tempo come organizzare la festa aveva così esposto i suoi programmi:

-1) Direi niente ristorante, troppo formale e costoso. Dunque, pizzeria!
2) Discoteca sino all'una di notte poi tutti a casa a festeggiare il "Sacrifico
dell'imene"
3) Preparazione; E qui entri in ballo tu mamma che non dovrai apparire mai davanti
agli altri come la nostra mamma!
Tu sarai la mia sorella maggiore che insieme al fidanzato accompagna la
sorellina a festeggiare i suoi fatidici 18 anni.-

-Ma come faccio io che ho il doppio della vostra età a sembrare tua sorella?-

-Mamma, il tempo che hai trascorso con quel cornuto di papà ti hanno impedito di vedere il fiore che si cela dietro quell'aspetto cosi dolce ma asessuata.

Chiedi a tuo figlio come sei quando nuda fate o facciamo l'amore?

Sei semplicemente bellissima!

Hai un corpo asciutto senza una ruga o un filo di cellulite, la pancia piatta, le natiche alte e gonfie che neanche le modelle e poi mamma, hai due tette meravigliose piene e che stanno in piedi da sole sfidando la forza di gravità e che tu umili con quegli orrendi reggiseni che li fanno sembrare finti.

Io voglio che per quella sera tu ti trasformi in una 25enne e non solo quella sera ma per sempre.

Dio mio non riesco neanche ad immaginare l'eccitazione che mi coglierà vedendo tutti gli occhi dei maschi che vorrebbero spogliarti all'istante senza contare poi il fatto che io e Nico sappiamo anche che sotto quell'aspetto di ragazzina si nasconde una mamma troia e per di più con in grembo un bambino frutto della passione incestuosa con suo figlio.

Mamma, sono tutta bagnata alla sola idea!-

-Anch'io sono ancora eccitato!-

Aveva aggiunto il figlio sollevandosi dalla sedia ed abbassando i pantaloni per mettere in mostra il cazzo duro e dritto come il mattarello appeso in cucina.

Il giorno successivo l'attesa conferma del ginecologo, era stato accompagnato da una serie infinita di complimenti del dottore per come si manteneva bene la mamma.

Durante la visita in verità, era sembrato che si soffermasse troppo ad ammirare la fica rasata della mamma e nel palpamento dei seni ma poi, l'umido che la ragazza sentiva nella fichetta, le confermava la giustezza delle sue riflessioni sulla mamma.

Per i preparativi erano andati in un negozio di abbigliamento per ragazze dove la mamma aveva acquistato dei jeans aderentissimi con la vita bassa che ne facevano risaltare i morbidi emisferi delle natiche senza mutande (Solo un filo impalpabile del perizoma)mentre davanti si poteva percepire lo spacco tra le labbra della fica.

Naturalmente le gambe dritte e ben tornite mettevano in mostra le sottili caviglie nude, decorate da cavigliere argentate.

I tacchi vertiginosi di vernice rossa, ponevano fine alle spettacolari forme dalla vita in giù.

Naturalmente buona parte della pancia era scoperta con un piercing ugualmente argentato che pendeva dall'ombelico.

Completava la sua mise, una camicetta di seta stampata rossa annodata in vita che le stringeva i morbidi seni facendo intuire la presenza di grossi e carnosi capezzoli.

Trucco leggero, lucidalabbra carminio come le unghie delle mani e dei piedi.

Una pettinatura a coda di cavallo completavano la sua magnifica figura di ragazza nel fiore della vita e dell'amore.

La sorellina aveva il medesimo look con la camicetta stampata rossa ma, in vece dei pantaloni attillati, indossava una cortissima minigonna in jeans borchiata che da seduta o durante i movimenti del ballo, metteva in mostra il suo perizoma di pizzo rosa.

Scarpe da tennis rosse e coda di cavallo come la sorella.

Niente trucco ma un vistoso piercing a forma di cavallo sull'ombelico e due grossi cerchi colorati pendenti dai lobi delle orecchie.

Il "Fidanzato" della sorellona, indossava scarpe sportive, jeans aderenti e strappati col "Pacco" ben in evidenza.

Un abbigliamento fintamente trasandato, insomma.

Tutto era pronto per la serata che avrebbe segnato la loro vita per sempre.

Segue





Questo racconto di è stato letto 4 4 6 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.