Ancora non ci credo, però è accaduto!

Scritto da , il 2021-10-13, genere incesti

Io, Luca 50enne e mia moglie Laura 42enne, pur non essendo degli abitudinari ci divertiamo ogni tanto a trascorrere belle serate in compagnia di altre coppie libere come lo siamo noi. Da quando abbiamo iniziato questa pratica ( tre anni fa) abbiamo fatto una decina di esperienze , una più intrigante dell'altra. Ultimamente abbiamo voluto provare il sesso di gruppo, dove per gruppo intendo un insieme di 8 o anche 10 persone, tutte garantite per la loro serietà, educazione e pulizia da una amica comune che mettendo a disposizione la propria villa , e conoscendo molte coppie , organizza di volta in volta serate a tema.
Laura, mia moglie, è una ex donna morigerata, di quelle che sino a 3 anni fa era capace di tenermi il broncio per una settimana solo perché le proponevo " incontri fuori dal comune senso del pudore", mentre oggi viene considerata dal gruppo dei nostri amici *la magnifica pompinara* .
Il pomeriggio del 14 agosto di quest'anno ricevendo la telefonata di Monica, la padrona della villa in questione, una mora non più giovanissima, sposata ad un noto professionista della zona, anch'egli un po' in la' con gli anni, la quale ci invitava per la sera successiva a trascorrere la serata da lei e dove erano state invitate tre nuove coppie delle quali due alla loro prima volta. " Spero non vogliate perdervi questa occasione" mi disse la Monica, sottolineando il fatto che fossero garantite anche loro da una coppia amica comune. Mi disse ancora che la serata si sarebbe svolta in una condizione di semibuio proprio per mettere a loro agio le nuove coppie neofite. Poi, a distanza di circa un'oretta si sarebbe tornati alla condizione di penombra o quanto meno di luce sufficiente. Avevo messo il mio cellulare con viva voce, tant'è che anche Laura, man mano che ascoltava mi faceva segno di accettare. Era gasata all'idea e quindi " ripassammo" le nostre regole principali che consistevano in messaggi criptati a voce con i quali dicevamo di sì o di no a certe richieste o chiedevamo aiuto da parte dell'altro/ a qualora volessimo liberarci da una presenza scomoda.
Quando avvisammo Monica che eravamo arrivati al portone della villa, notammo già che i lampioni del vialetto d'ingresso fossero spenti, e a malapena riuscimmo a focalizzare il viso della nostra amica quando ci venne incontro. Parlava sottovoce e ci pregò di fare altrettanto. " È per rendere l'atmosfera ancora più eccitante" ci disse.
Conoscevamo il percorso per arrivare allo scantinato, la scala stretta e l'ampiezza del locale che somigliava ad una piazza d'armi. Monica ci disse di separarci, sistemando i maschi a sinistra della scala e le donne a destra. Eravamo la penultima coppia arrivata ma subito dopo sentimmo i passi di coloro che avrebbero chiuso il cerchio, così come avvertivamo la presenza dei nostri vicini e il brusio delle nostre dirimpettaie. Fortuna che ci fosse l'aria condizionata a sollevarsi l'umore. Sentimmo tutti la voce della padrona di casa che ci invitava a rimanere nel settore assegnato ma di muschiarci tra noi e che al suo " Via" , seppure a tentoni, avremmo avanzato verso il centro dell'ambiente dove erano stati lanciati molti cuscini. Il brusio si fece più forte e si udirono chiaramente i gridolini di qualche ragazza. Era veramente qualcosa di eccitante, mai provata una simile esperienza.
Avanzando nel buio tenevo le braccia in avanti finché non trovai il contatto con due tette belle sode, non grandi ma invitanti. Aiutandola a togliere la camicetta la trovai nuda senza reggiseno, ma anch'io, pur liberandomi da solo della maglietta che indossavo, portai la mano della mia sconosciuta sulla cinta dei calzoni perché mi aiutasse a toglierli. Fece finta di non cogliere l'invito e mi abbassò la zip per tirarmi subito fuori il cazzo. La sentivo ansimare ma sapevamo tutti che non potevamo farci uscire dalla bocca nemmeno una vocale, un minimo suono. Eppure lei ansimava dall' eccitazione. Pensai subito di aver beccato la donna della coppia alla prima esperienza, perché un'altra già esperta avrebbe fatto tutto nel più completo silenzio. A malapena riuscii a togliere i calzoni e gettarli distante, che la sentii stringermi i glutei con le mani e subito dopo a sentirmi prendere il cazzo nella sua bocca. Si percepiva la sua inesperienza perché cominciò da subito a pompare velocemente con ingordigia e così dovetti fermarla per guidarla con la mia mano appoggiata sui capelli; sentii che aveva una folta chioma di capelli ricci raccolti dietro la nuca. Un pensiero andò anche a mia moglie; " chissà chi avrà trovato? Un cazzo grosso e nodoso come quelli che piacciono a lei? Un uomo che puzzera ' di sudore?
Decisi di staccare la mia compagna da quella pratica e di farla sdraiare su una serie di cuscini sotto ai nostri piedi. Mi sdraiare anch'io e volli ricambiare il favore cominciando a leccarle la fica , già in un mare di umore. Accarezzandole le cosce ne dedussi che aveva un bel corpo, che non doveva essere alta di statura e che avesse un bellissimo culetto.
" Amici e amiche" si senti la voce di Monica " avete ancora 15 minuti di buio a disposizione , decidete voi se dare adesso un finale alle vostre sconcerie per ritornare anonimamente nella vostra zona...così non si saprà con chi avete scopato...oppure se volete continuare a luci accese in maniera di beccarvi l'applauso da parte di tutti noi".
Per un attimo io e la mia misteriosa amica ci fermammo, poi fu lei stessa che mi invitò a scivolare in su verso di lei per farsi trovare con le cosce aperte e invitanti, pronte a ricevere il mio cazzo. Non sapemmo calcolare il tempo, o forse ci piaceva farci trovare in quella pisizione, fatto sta che al momento giusto il cantinato si illuminò con decine di lampade colorate.
La sorpresa fu mastodontica. Avevo scopato con...mia sorella!!! Maria, 40 anni, una bella riccia. La vidi con la faccia sconvolta; era come se cercasse la sua camicetta per coprirsi alla mia vista. Anche a me venne spontaneo nascondere il cazzo con tutte w due le mani, non riuscendo a farmi uscire una benché minima sillaba dalla bocca. Riuscii a sentire la voce di Laura che diceva "Luca....Maria....e no...dai...no!" Così come vidi avvicinarsi Stefano tutto sconvolto...per cambiare subito la sua espressione in una risata.
"Non ci posso credere...avete scopato fratello e sorella! Ma è fortissima sta cosa! Anche Laura, avvicinatasi anche lei a noi, stemperò l'accaduto dicendo semplicemente che in quel contesto non importava insieme a chi ci si divertiva, tant'è che chiese a Maria se le fosse piaciuto. Non ebbe risposta, ma poco a poco ritornava ad essere serena. Anche Stefano volle minimizzare il momento , guardando il mio cazzo già moscia per esaltarlo agli occhi di mia sorella: " però, tesoro, non potevi lamentarti" .
In quel momento Laura ebbe un'idea straordinaria suggerendo di nascondere il nostro segreto a tutti i partecipanti, così avremmo trascorso la nostra serata un pochino più rilassati.
Si rivedevano formarsi nuove coppie che, stavolta, sotto gli occhi di tutti, si mettevano a spompinare, a scopare davanti o di dietro. Io ero ancora imbambolato alla pari di mia sorella, che da lì a poco fu presa dalla mano di un tizio per essere portata in un angolo del locale e " gentilmente invitata " a tirargli un pompino, suscitando una ridanciana espressione di mio cognato che disse: " Tua sorella è bravissima , ma...a questo punto , dal momento che siamo estranei...posso approfittare della fichetta di tua moglie? Fu Laura stessa che , davanti a me si inginocchiò davanti al suo uccello e glielo prese in bocca spompinandolo fino a farsi sborrare dentro e bere tutta quella quantità di liquido. " Amore" mi fece mia moglie " perché non ritorni apposta da tua sorella e senza chiederglielo, le prendi il culetto? Io e Stefano vi guarderemo .
Ci andai mentre lei era intenta a fare un pompino al marito della padrona di casa. La misi in posizione, non prima di umidificarmi il cazzo nella sua fica e la inculai selvaggiamente.

Questo racconto di è stato letto 9 0 9 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.