Tradimento inaspettato

Scritto da , il 2021-09-15, genere tradimenti

Sono sposata da 35 anni ed ho 60 anni, credo di essere ancora attraente ma quanto sto per raccontarvi è certamente poco inerente al mio aspetto fisico. Abbiamo una villetta in Sardegna, circa 3 anni fa decisi di prendermi una settimana di ferie in luglio, mio marito era impegnato all'estero e cosi decisi di passare una settimana con una mia amica al mare. Questa all'ultimo momento mi diede buca e siccome avevo già predisposto tutto partii lo stesso. Proprio accanto a casa c'è un vicino che più che vicino è un amico, con la quale tutto il periodo delle vacanze lo trascorriamo insieme, si esce in barca, si va fuori a cena siamo due coppie più o meno coetanee. Arrivata la seconda sera il nostro vicino si avvicino invitandomi a cena, accettai e quando ci trovammo a tavola appresi che la moglie era dovuta partire per il continente. Chiacchierammo e lui mi raccontò che aveva fatto una splendida escursione in Barbagia precisamente sul monte Tiscali rimanendone affascinato, mi incuriosì a tal punto da dire che mi avrebbe fatto piacere andarci. Senza pensarci su mi disse che se ero disposta potevamo andarci l'indomani. Alzataccia all'alba per essere alle 9 sul posto che distava circa 2 ore e mezzo da casa. Arrivati lasciammo l'auto e prendemmo questa jeep con la guida che poi ad un certo punto ci fece scendere per proseguire a piedi. Fu una faticata ma abbondantemente ricompensata da un panorama fantastico, arrivati in cima facemmo un piccolo spuntino per poi riscendere sul versante opposto. Arrivati giù oramai stanchi ma soddisfatti ci riaccompagnarono all'auto quasi ad ora di cena. Il mio accompagnatore mi propose di cenare in un ristorante/hotel particolarissimo che si trovava proprio ai piedi della montagna per poi proseguire dopo cena. Gli feci notare che eravamo in una condizione pietosa e che non avevo alcun ricambio, ma lui mi disse che non c'era problema lui era attrezzato ed io avrei potuto comperare l'occorrente alla boutique dell'hotel. Entrammo e mi accompagno ad acquistare un vestitino, volle per forza pagare lui, poi uscendo mi disse che prendeva una camera per rinfrescarci e cambiarci. Entrammo mi cedette la doccia e velocemente mi cambiai, cosi lo stesso fece lui. A tavola fu una vera festa, unico problema il vino che effettivamente ne bevemmo in quantità industriale. Alzati fui proprio io a dire di non partire ma di dormire li e poi l'indomani saremmo partiti presto per essere nuovamente la mare. Passammo per la reception a chiedere se avevano una camera che purtroppo non c'era. Imbarazzata più per lui, è sempre stato una persona educatissima e mai visto lanciare occhiate o altro anche quando eravamo in barca che magari sia io che la moglie usavamo metterci in topless. Entriamo e ci spostammo sulla terrazza per prendere un pochino d'aria visto il caldo che faceva e li scoprimmo che c'era una splendida vasca idromassaggi di quelle maxi. Ci guardammo e dopo pochi secondi eravamo entrambi in mutande nell'acqua. Usciti per prendere l'asciugamano mi accorsi che aveva un gran bozzo davanti, lo guardai mentre vedevo che lui ammirava il mio pelo oramai in mostra visto che il perizoma bianco era diventato trasparente. Mi avvolsi nell'asciugamano facendo scivolare il perizoma. Mi distesi sul letto con stampato negli occhi il bozzo, nel mentre l'asciugamano si apri sul davanti facendo intravedere il pelo pubico, il mio vicino rimanendo incollato con gli occhi si avvicinò e senza parlare apri il sipario lanciandosi in una slinguata approfondita. Non aspettavo altro, lo feci alzare, togliere le mutande e facendolo distendere a canto a me ma al contrario iniziai a spompinarlo accuratamente. Devo dire che la sorpresa maggiore furono le dimensioni, non era particolarmente lungo, secondo me non doveva superare i 14 cm ma era paurosamente largo con una cappella enorme. Dopo un tempo abbastanza lungo dove con fatica ero riuscita a metterlo in bocca, si girò ed allargandomi le gambe sollevandole appoggiò l'enorme cappella alla mia vagina che anche se enormemente bagnata feci una fatica a farlo entrare. Mi sentivo squartata era larghissimo e mi apriva in due ma piacevole, dopo una lunghissima cavalcata durata tantissimo dove nel mentre ero già venuta almeno 3 volte, lo sentii ansimare, si soffermò chiedendomi se poteva venire dentro annuii e lasciandosi andare mi riempì la figa con una quantità industriale. Ci addormentammo oramai esausti, l'indomani ci preparammo e durante tutto il viaggio di rientro non accennò minimamente a quanto era accaduto. Continuiamo a vederci ma con lo stesso spirito di prima dell'escursione anche se a me non dispiacerebbe se mi portasse a vedere un altro posto dell'interno

Questo racconto di è stato letto 7 3 9 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.