Di corsa alla baita (prima parte)

Scritto da , il 2021-01-22, genere orge

Mi chiamo Giusy ed ho cinquant'anni,da un po' di tempo pratico con regolarità la corsa, uno sport che mi sta dando grandi soddisfazioni sia sul lato fisico che spirituale.
Di solito negli allenamenti sono accompagnata dalla mia grande amica Alice che conosco ancora dai tempi della scuola, compagna di serate indimenticabili.
A luglio il sole non da tregua allora decidiamo di uscire per una corsetta serale, lei mi chiama per dirmi che si uniscono a noi tre amici che anch'io conosco Fabio Andrea e Giovanni, mi piace quando corriamo in gruppo.
Partiamo tutti e cinque carichi di energia decidendo di allungare il solito percorso. Le nuvole si tingono di un rosso acceso all'orizzonte, mentre il sole viene inghiottito dalla collina di fronte a noi. Tutto perfetto ma ad un certo punto vediamo dei nuvoloni che si ammassano, ed un venticello sinistro che improvvisamente come succede in estate ci fa capire che un temporale si avvicina. Io sono preoccupata perché ho una gran paura dei fulmini, sento già cadere sulla maglietta fresche le prime gocce di pioggia.
Il nostro amico Fabio per fortuna ha una baita nelle vicinanze e mentre il temporale prendeva consistenza tutti e cinque ci precipitiamo a rotta di collo verso il rifugio, Fabio più atletico di noi si era intanto avvantaggiato così quando siamo arrivati la porta era aperta, fradici e ansimanti ci gettiamo sul pavimento.

Questo racconto di è stato letto 3 1 3 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.