Sesso estremo con una donna prosperosa 2/2

Scritto da , il 2020-11-28, genere fisting

continua da 1/2

Il suo cazzo era duro e arrapato e non vedeva l'ora di scopare con lei.

Aveva intenzione di farsi succhiare il cazzo e di scopare il suo culo.
Voleva trapanarla.
Lei era disposta e pronta.
Si capiva che lei lo voleva:

"Perché non mi segui al motel? Non è troppo lontano"

Veronica aveva parcheggiato una bella BMW. Roberto ne fu impressionato.

Inoltre era vestita con classe.

Lui sperava ardentemente che volesse fare del sesso duro. Era eccitato e pronto per una notte calda.

Non aveva pensato alla ragazza perfetta, solo sesso.

Veronica seguiva Roberto da vicino.

Si fermò e Veronica si avvicinò a lui mentre lui parlava con il ragazzo del motel.

"Prendo la stanza. Torno subito VEronica"

Lei era al settimo cielo.
Sembrava che lui fosse preso da lei e lei sperava che lui volesse uscire ancora con lei.

Roberto si presentò con la chiave: "Pronta signora? La stanza è proprio laggiù.

Veronica gli ha preso la mano e assieme sono andati nella stanza.

Roberto continuava a farle i complimenti, aveva intenzione di farsi succhiare il cazzo e di scopare al più presto il suo culo.

Voleva sborrarle sulle sue grandi tette.

Roberto aprì la porta ed entrarono nella camera.

Roberto afferrò per la vita Veronica e la baciò sulla bocca.

Le loro lingue danzavano nelle loro bocche.

Veronica si slacciò la cintura e si slacciò i pantaloni.

Roberto non indossava biancheria intima.

Lei lo aiutò a togliersi i pantaloni e gli tolse le scarpe.

Gli afferrò il suo cazzo semiduro.

"Mi piace il tuo cazzo! È così grande!"

"E' tutto tuo, piccola! Perché non lo succhi? Voglio davvero sentire il mio cazzo nella tua bocca calda. Non essere timida, baby! "

Veronica sfilò la maglietta di Roberto e continuò a baciargli la bocca.

Le sue mani stavano pompando il suo cazzo ormai duro.

Gli tolse la camicia e si slacciò il reggiseno.

Roberto non poteva credere a quanto fossero grandi le sue tette. Erano enormi e sode.

Lei si abbassò la gonna e cadde in ginocchio. Si è infilata la sua palla sinistra in bocca e l'ha succhiata mentre strofinava l'altra palla con le mani.

Roberto amava che Veronica lo facesse eccitare con la bocca.

"La bambina mi succhia il cazzo! Il mio cazzo è palpitante baby!”V

Poi Veronica ha aperto la bocca e lui gli ha spinto il suo cazzo giù per la gola.

Lei amava il suo cazzo e cominciò a succhiarlo mentre gli massaggiava le palle.

Roberto si godeva il piacere che lei gli dava.

Le ha tenuto la testa e le ha spinto il suo cazzo giù per la gola.

Lei stava soffocando e i suoi occhi iniziarono a lacrimare mentre lui le scopava la bocca.

Lei amava il suo cazzo.

Ciò che sorprese maggiormente Roberto fu che lei senza preavviso gli infilò un dito nel culo.
Gli stava massaggiando la prostata, il che lo faceva impazzire.

Lui non riusciva a trattenersi e le sparava un sacco di sborra in bocca:

"Cazzo! E così eccitante! Piccola, non me lo sono mai fatto fare in questo modo! Mi hai reso così fottutamente arrapato".

"Togliti la gonna! Lascia che ti lecchi la figa ora. Scommetto che hai un sapore così buono, baby."

Veronica sapeva di piacere a Roberto. Si tolse la gonna e si sdraiò sul letto.

Non faceva sesso da circa un anno. La sua figa non era stata curata ultimamente.

Era imbarazzata perché probabilmente lui l'avrebbe trovato rivoltante:

"Piccola, sei una bambina pelosa”

Roberto non aveva mai leccato una fica così pelosa".

Intanto lui la faceva urlare di piacere. Le avrebbe fottuta per bene e le avrebbe preparato dei secchielli di sperma.

"Pronti!”

Roberto iniziò a baciarla sulle gambe fino alla sua figa pelosa.

Era piuttosto paffuta e aveva diversi rotoli di grasso sullo stomaco.

Le sue gambe erano come tronchi d'albero e la sua figa era nascosta nel suo cespuglio.

I suoi peli della figa erano abbastanza spessi e puzzavano un po' di pesce.

Roberto la leccava velocemente e la lavorava con le dita. Le spostava i peli e muoveva la lingua sulle labbra della figa.

Il suo clitoride era nascosto, ma lui lo trovava e lo succhiava.

Veronica si lamentava e la sua figa si bagnava sempre più.

Roberto le spinse alcune dita nella figa e la scopò forte

"Oh sì! Sì! Ci si sente così bene. Gesù! "

Roberto intanto le succhiava il clitoride e muoveva le dita dentro di lei velocemente.

Veronica si strusciava sul letto, era estremamente bagnata mentre lui la scopava con le dita.

Le spinse altre dita all’interno della figa.

Non aveva mai fistato una ragazza, ma voleva provare con Veronica.

Spinse la mano all’interno della sua fica allagata e iniziò a scoparla duramente con il pugno.

Lei urlava di piacere.

Intanto il cazzo di Roberto era duro come una bacchetta.
Aveva bisogno di scoparla:

"Piccola, sei una donna così fottutamente sexy. Mettiti in ginocchio! Posso scopare il tuo bel culo?
Sei una donna così attraente!".

"Certo. Ti prego, scopami. Oh Dio! "

Roberto era pronto. Le ha spalancato le natiche e le ha infilato il cazzo nel culo.

Deve aver avuto esperienze anali prima, perché è stato estremamente facile entrare nel suo culo.

"Oh Baby! Il tuo culo è così bello. Cazzo! "

Roberto prese un buon ritmo.

Ha spinto il suo cazzo dentro e fuori di le mentre le infilava più dita nella figa, che era bagnata fradicia.

Il suo culo era così accogliente per il suo cazzo.

"Sei una bambina meravigliosa! Il tuo culo è così bello. Posso venire dentro di te o posso venire sulle tue grandi tette? Vorrei venire sulle tue tette. Posso, bambina?"

"Certo. Sborra sulle mie tette!"

Roberto ha tirato fuori il cazzo dal suo grosso culo, si è girato e le ha schizzato il suo carico di sperma sulle tette e sulla pancia.

Quando ebbe finito, glielo massaggiò sul corpo.

Era così fottutamente caldo, che si sdraiò sul letto con lei.

L'ha baciata e ha spinto il pugno in profondità all’interno della figa della donna ansimante e calda.

Lei amava il sesso violento, amava essere dominata.

Roberto era rimasto impressionato da Veronica.

Gli era piaciuto il suo trucco di strofinargli la prostata. Non aveva mai avuto quel piacere prima d'ora.

Gli piaceva scopare il suo culo e fistare selvaggiamente la sua figa, era incredibile.

Avrebbe voluto vederla di nuovo:

"Piccola, è stato incredibile. Dobbiamo scambiarci i numeri. Mi sono divertito molto"

"Anch'io. Sei fantastico a letto. Sto sognando?"

"No Baby. Non stai sognando. Dammi il tuo telefono. Metterò il mio numero nei miei contatti. Sei disponibile questo fine settimana? Voglio portarti fuori. Dove vuoi. "

A Roberto piaceva molto fare sesso con Veronica. Era una gran scopatrice.

Gli permetteva di fare tutto quello che voleva. Gli piaceva e l'avrebbe rivista.

Gli suggerì però di radersi la figa.

"Tesoro, la prossima volta porta un rasoio. Ti farò la barba, piccola.

Voglio mangiare la tua figa per tutta la notte.

Veronica era imbarazzata, ma voleva rivedere Roberto.
Avrebbe fatto qualsiasi cosa lui chiedesse. Voleva scoparselo di nuovo.

Era il ragazzo più carino con cui fosse mai stata.

Si eccitò molto quando lui chiamò la sua bambina:

"Meglio che vada, piccola. Sai come tornare a casa?"
"Sì".
"Ti chiamerò presto. Sono così felice di averti fottuta a fondo, baby. Sei la mia dea! "

Veronica era al settimo cielo. Sperava che Roberto fosse di parola, gli piaceva molto e voleva vederlo di nuovo.

Roberto si è rivestito, l'ha baciata con passione e se n'è andato.

Lui era entusiasta, con lei ha fatto tutto quello che voleva.

Gli piaceva Veronica e l’avrebbe chiamata di nuovo.

Alla sua ragazza non piaceva molto il sesso.

Veronica invece era una scopatrice bollente.
Si, era cicciottella e aveva rotoli di grasso di pancia e la sua figa puzzava di pesce, ma gli succhiava il cazzo in modo egregio.

Lui le ha scopato il culo, l’ha fistata in figa e gli è venuto sulle sue tette enormi.

Roberto si sarebbe tenuto questa sua grassa pollastra.

Gli piaceva e lo appagava sessualmente.

FINE

Questo racconto di è stato letto 4 6 6 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.