Prime esperienze 3

Scritto da , il 2020-11-10, genere gay

Con Giuseppe, mi ritrovavo spesso a masturbarci. Normalmente, il pomeriggio andavo in biblioteca comunale. Quando arrivava lui, io attendevo qualche minuto poi mettevo via i libri ed uscivo dalla sala. Andavo al piano inferiore dove c’era un gabinetto singolo con chiave. Lui, dopo poco, mi seguiva. Ci chiudevamo dentro con la chiave e lì ci toccavamo e ci masturbavamo a vicenda.
Un giorno Giuseppe mi dice: “Vieni a fare un giro in grotta?”. Nel nostro comune c’è una grotta su per il monte che era servita anche ai partigiani come riparo. Bisogna fare un bel po’ di strada per arrivarci ma da lì si vede un bel panorama. Il pomeriggio l’avevo libero ed allora ci incamminiamo. Arrivati all’ingresso della grotta, si sente subito uno sbalzo termico da fuori a dentro. Inoltre, per arrivarci si fa una bella sudata, soprattutto nel periodo estivo. Tutte queste condizioni fanno sì che Giuseppe, qualche minuto dopo essere entrati, lamenta dolori di stomaco. Mi dice: “Scusa, ma questo sbalzo di temperatura mi ha provocato la cacarella. Devo farla qui”. Tira giù i pantaloni e si mette a cagare. Io, un po’ per pudore ma tanto per non sentire la puzza, mi giro e vado un po’ fuori grotta. Qualche minuto dopo, Giuseppe mi chiama.
“Dai, vieni subito. Visto che ho il culo aperto, vieni e mettimelo dentro”. Io subito, sono rimasto impietrito e provo a trovare una scusa:
“Ma sei sporco”.
“Meglio! Così scivoli di più e fai meno fatica”. La voglia di provare era tanta. Così abbasso i miei calzoni, mi metto dietro a lui. Appoggio il mio cazzo sul suo ano e spingo. Senza nessuna fatica e nessun dolore entro. Mi pareva impossibile, tutto così facile. “Dai, spingi” mi dice. Io comincio un avanti e indietro prima lentamente e poi sempre più forte e, dopo qualche minuto gli vengo dentro il culo.
Una volta terminato gli spruzzi, tiro fuori il mio cazzo. Oltre che bagnato di sperma era tutto sporco di merda. “Guarda qua” dico. “cosa vuoi farci? Non ti è mica piaciuto?” mi risponde. Così ci siamo messi a cercare foglie abbastanza grandi, sia per pulire il mio cazzo che per pulire il suo culo.
Questa è stata la prima volta che l’ho messo in culo ad un uomo.

Questo racconto di è stato letto 2 5 7 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.