Il dolore diventato piacere

Scritto da , il 2020-11-07, genere incesti

Torno a casa dalla scuola e trovo mia madre in lacrime disperata abbraccio e chiedo cosa succede e tra le lacrime mi dice che ha scoperto che mio Padre ha una ragazza di 25 anni come amante lo ha cacciato di casa che lui dovrà pensare al mantenimento sono sceso ho fatto una tisana e sono salito ho dato una pasticca di calmante e lo tenuta stretta a me carezzandola mi ha detto di dormire con lei lo aiutata a spogliarsi e sono rimasto quando ho visto il fisico di mia Mamma sodo e ben curato magra due seni sodi nonostante età stava benissimo i glutei duri e a mandolino la fica rasata toccandola la sua pelle elastica calda mi procurava dei brividi stesa e ho tenuto solo lo slip e lo abbracciata e stretta a me baciandola sul viso e dicendole che ci pensavo io a lei mi guardava e mi diceva tienimi stretta ho bisogno di te e mi ha tirato sopra di lei allargando le gambe e accavallarle intorno ai miei fianchi e il contatto mi stava procurando un eccitazione ma non potevo muovermi cosi ho strusciato il cazzo sulla sua fica la cappella dura uscita dal tessuto e sono sceso a leccare i capezzoli diventavano dritti e duri e lei mi passava la mano tra i capelli e mi dava i bacetti sulle guance e diceva non ho mai tradito quel porco di tuo padre sapessi quanti maschi mi facevano la corte e belli giovani ma io dicevo di no mentre lui si divertiva alle mie spalle e da 3 mesi che non mi toccava più sono ancora una bella donna vero ? Si sei stupenda fai ancora impazzire gli uomini te lo dico io e gli ho leccato i seni e lei ansimava e gemeva poi ho infilato la mano sotto e la fica era tutta bagnata e lo carezzata ha preso l a mia testa e la spinta giù e mi ha spinto la testa a leccarla la sua mano si muoveva in certo punto e ho capito come farla godere la sua mano afferrato il mio cazzo e lo masturbava e mi diceva mmmmmm come bello grosso e lungo amore di Mamma vedrai come lo faccio impazzire e si è girata per prenderlo in bocca a 69 lo faceva scivolare tutto in gola facendomi tremare e io le infilavo le dita dentro e poi andavo dentro e fuori e lei mi chiudeva le mani tra le gambe mi ha bloccato la mano e strusciandosi ha urlato si è bloccata e gemendo e mugolando tremando tutta ha cacciato un urlo e ha goduto mi sono alzato lo girata e lo presa affondando il cazzone fino alla radice mugolava e spingeva in fuori il culo verso di me poi mi ha steso e salita sopra e tenendole i seni tra le mani e pizzicando i capezzoli andava su e giù e ha avuto la sua seconda schizzata di piacere e sfilata di lato avendo forti sussulti le ho allargato le gambe e guardandola lo scopata alla grande e sono venuto dentro di lei e siamo caduti ansimanti e sudati e baciandoci con passione ci siamo addormentati abbracciati la mattina presto un caldo nelle parti bassi mi ha svegliato aveva il mio cazzo in bocca e lo leccava e succhiava godendolo mi guardava e si masturbava e ha continuato bloccandomi perchè volevo possederla ma mi ha succhiato leccandomi i coglioni e lo spacco sotto facendomi avere dei brividi mi ha chiesto di schizzare nella sua bocca e scopandole la bocca ecco che ho scaricato lei ha succhiato e ingoiato lo sperma venendo insieme a me tornato dalla scuola era in cucina aveva una camicia e sotto era nuda mi provocava piegandosi e mostrando il culo e lo spacco e poi andata sotto il tavolo e mi ha aperto la patta il cazzo era duro e lo ha ingoiato e mi ha sfilato i pantaloni ho scansato il tavolo e lo tirata su e si è seduta sulle mie gambe baciandomi le ho tolto indumento e ci siamo baciati e lei si è calata sul mio cazzo e ha iniziato a scendere e salire gustandolo tutto mi sono alzato e lo girata appoggiandola sul tavolo le gambe aperte e sputato sulla cappella e aperto le chiappe e sputato sul buco e appoggiato la cappella e le sono scivolato sopra e spinto il cazzo dentro e facevo fatica ad entrare poi dentro era stretta e spinto tenedola per la testa e girandole il viso e ho iniziato a dare colpi secchi forti e le ordinato di toccarsi volevo che godesse con me quando ero pronto dovevamo godere insieme e dopo 5 minuti di colpi forti urlava e gemeva e le ho detto ci sono insieme daiiiiiiii oraaaaaaaaa spingiiiiiiii godiiiiiiii schizzooooooooo e lei urlato e lo sfintere se chiuso sul cazzo e ho schizzato e lei anche bagnandomi le gambe tremando e mordendosi le labbra la notte di nuovo abbiamo fatto sesso adesso non piange più ma gode tanto ....

Questo racconto di è stato letto 1 5 1 6 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.