Sabati sera a cena dagli amici dei miei Genitori

Scritto da , il 2020-10-23, genere gay

Ogni sabato un mese da noi e il mese dopo da loro Marco 38 anni e la moglie amica di mia mamma vengono i sabato sera a cena e poi vanno a ballare e tornano alle sei della mattina e il mede dopo a casa loro io dormo li io ho 17 anni e sono gracilino esile e senza peli sul corpo Marco amico dei miei accoppiato ha Stefania piu' grande di lui di 5 anni non hanno figli e lui mi tratta come se lo fossi li chiamo zii e mi abbraccia e mi bacia mi stringe forte e mi dice che sono bellissimo e mi vuole tanto bene e ogni tanto mi passa vicino mi da una pacca sul culo e mi fa occhietto e capitato che sul divano quando vediamo i film mi guarda e si tocca il pacco io guardo restiamo a guardarci per un po poi giro la faccia e un sabato sono partiti a ballare dopo un ora sento il campanello e apro e lui entrato dicendo che non stava bene aveva dolori alla pancia altri sono rimasti e mi ha chiesto un the e poi salito e venuto in camera mia si steso sul letto ho un matrimoniale era di mia nonna ho il bagno in camera e mi ha detto se potevo daargli una coperta sentiva fredda e tremava tutto e aiutami sto male ho un dolore forte qui alzato la maglia aveva la patta aperta e il pantalone abbassato e la mutanda a inguine e mostrava il cazzo di lato e bello gonfio fammi dei massaggi provaci piccolo e gli sono andato vicino e ho appoggiato la mano fermo è fredda mi ha detto mettila sotto le ascella e riscaldala e cosi ho fatto muovevo la mano in tondo e lui mi diceva più sotto mi fa male allungo la mano e gli tocco il cazzo bravo li bravo muovile li dai amore di zio ti voglio bene e il pacco si era ingrossato e uscito di lato dallo slip e lui lo ha ha fatto uscire e io sono rimasto non avevo mai visto un cazzo cosi grosso lo puoi toccare accarezzalo e lo afferrato e lo fatto schivolare nella mia mano era caldo e aveva la punta bagnata e lui ansimava e mi ha messo il braccio dietro la schiena bravo sei fantastico sto gia meglio vedi come gli piaci si fa accarezzare e dagli un bacetto mi ha spinto la testa e lo baciato mi ha detto leccalo come un gelato e poi mi ha bloccato la testa e mi ha detto apri la bocca e lo spinto dentro e lo muoveva dentro e fuori poi mi ha sfilato il pigiama e accarezzava e mi toccava il buchetto mi ha fermato la faccia e mi ha chiesro se avevo fatto qualcosa con qualcuno e gli ho detto che con un compagno di scuola ci siamo segati a vicenda e basta ti è piaciuto farlo ho detto si ho goduto e sao baciare in bocca come le coppie ho detto no mai mi ha preso il viso ti insegno io eni e mi ha appoggiato le labbra e infilato le lingua e dokcenete stringendomi e accarezzandomi ho provato piacere e mi sono lasciato andare sei mio piccolo e lo farai solo con me ricordati e mi devi raccontare tutto chi ti da fastidio e ti proteggo io a te godrai tanto si è alzato e mi ha portato al bagno e sotto la doccia mi ha lavato e mi ha fatto vedere come lavarmi dentro quando vado con lui per leccarlo bene dentro e farmi provare delle emozioni e ha presp una crema mi ha stesp mi ha messo un cuscino sotto la pancia e aprendomi le chiappe infilato la lingua e sentivo piacere e mi muovevo poi mi ha girato e venuto al contrario facendomi succhiare il cazzo e a gambe aperte mi leccava e infilava le dita con la crema scivolavano e mi bagnavo quando ne ha messe 4 allora si allungato e mettendosi le gambe sulle spalle ha appoggiato il cazzo e spinto piano facendolo scivolare dentro e come trovava un fermo si bloccava e mi baciava e mi leccava le orecchie il collo e poi entrato e lo ha mosso dentro e fuori e mi diceva ti piace ti faccio m ale gli dicevo è grosso ma mi piace vai mi piace sento dei brividi e mi baciava lo stringevo mi sentivo una donna e mi ha fatto salire sul cazzo e poi di lato a pecorina godeva vederlo entrare e uscire e poi in piedi a gambe aperte e colpi forti e mi ha riempito e io sono venuto con lui durante la notte ha voluto che lo succhiassi e bevessi il suo sperma dicendomi che ongoiandolo da questo momento sono suo e lui puo farmi fare tutto sono il suo schiavo e guai non dovevo dire a nessuno se no non mi avrebbe scopato e sarebbe andato via e mi ha baciato stringendomi forte e mi ha detto ti cerco io ricordati dobbiamo stare attenti e andato in camera degli ospiti e ci siamo addormentati aspettavo una sua chiamata mi segavo di notte rivedevo i momenti mi ero concesso a lui e mi stavo innamorando e quando veniva a cena facevo fatica a non guardarlo e tremavo quando mi passava vicino e cosi maschio con le donne e cosi dolce con me eravamo soli in cucina e mi ha passato un biglietto e mi ha detto di buttarlo nel rlo sparire e mi chiedeva verso mezzanotte chiamavo i miei e dicevo che non stavo bene avevo la febbre e lui si offriva di venire a vedere e li lasciava a ballare mi sono preparato e mi sono passato la crema e ho telefonato ai miei mia madre ama troppo il ballo e cosi Marco ha detto di continuare e sarebbe venuto a vedere lui mi avrebbe accudito e di stare tranquilli e cosi hanno fatto ha squillato il campanello e ho aperto e lui entrato ha chiuso la porta e mi ha abbracciato dicendomi Eccomi troietta avevi voglia vero dimmelooooooo puttanella lo senti e e duro ti ho pensato tutta la settimana volevo venire di notte scalare la finestra e scoparti al buio a sangue come piace a te saliamo sopra e mi spingeva stringendomi le chiappe forte e spingeva per le scale e mi ha spogliato e si è spogliato e mi ha buttato sul letto e ci siamo baciati e mangiati per la voglia lo succhiato e ingoiato il suo cazzone facendolo tremare e ci siamo baciati mi ha girato e mi ha leccato il culo bagnandolo tutto e poi mi ha sbattuto in tutte le posizioni ne lo toglieva e mi chiedeva pregami che lo vuoi dentro supplicami fammi sentire quanto lo vuoi dentro e io lo pregavo e piangevo sei mia puttanella non ti ha toccato nessuno nessuno ci ha provato vero ? No amore mio non guardo nessuno sto con te e basta anche se un ragazzo del quarto anno mi guarda sempre e mi sorride e imbarazza amore lo farò solo se me lo ordini tu e davanti a te voglio vedere quanto godi a farmi e e dopo mi scopi anche tu ma adesso non vado con nessuno il suo cazzo diventato duro che mi ha sbattuto con foga e godendo urlando e mi ha fatto venire nella sua mano abbiamo leccata insieme la seconda volta dopo un ora io gli succhiavo il cazzo e lui mi infilava le dita nel culo ha preso il cellulare un film porno gay un ragazzo con tre uomini grandi e cazzuti se lo passavano e il ragazzo godeva urlava di piacere e incitava alla fine a turno due cazzi nel culo insieme e lui schizzava mentre lo sbattevano e gli scaricavano dentro e gli colava lo sperma

Questo racconto di è stato letto 6 7 8 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.