Fase 4b: sorpresa per mamma

Scritto da , il 2020-09-09, genere incesti

Continuazione di Fase 4: preparazione

E’ passata quasi una settimana dall’incontro con Giulio: è un martedì mattina e lui mi manda un messaggio: “Oggi pomeriggio dalle 2 ho casa libera fino sera tardi”. Non aspettavo altro. Verso le 2 dico a mamma: “Mamma voglio farti una sorpresa, usciamo insieme?”
“Mmmm, mi sto già eccitando, devo vestirmi in modo particolare?”
“Da zoccola da monta,… però meglio che ti porti anche un cambio normale che non vorrei mai che quando torniamo a casa ci sia papà sveglio”
“Va bene, ma smettila di fare il falso prudente”
Va a cambiarsi e torna con dei tacchi 12, calze a rete con reggicalze una gonna che probabilmente senza avrebbe coperto di più. Una maglia scollatissima che lasciava vedere il reggiseno e le sue due bocce enormi; tutto rigorosamente nero. Al vederla mi manca il fiato. “Wow mamma sei fantastica” Mi trattengo a non baciarla solo per non rovinarle il trucco. “sembri proprio una troia pronta per andare a battere”
“Ma non dovrò essere scopata?”
“Dai andiamo, se rimaniamo qui un altro minuto ti sfondo”
La accompagno fuori, per fortuna Giulio abitava vicino a casa mia se no tutti l’avrebbero vista conciata così. Arriviamo da lui e saliamo a casa sua. “Mamma ti ho portato un altro stallone da cavalcare” Giulio al vedere mia mamma vestita come la più grande troia del mondo rimane impalato senza parole. “Che bello Matteo” e mi bacia in bocca. Al vedere che mia mamma mi stava baciando Giulio si sveglia e una volta che mamma mi ha lasciato lui si avventa su di lei come un leone su un pezzo di carne. La spinge contro il muro e con le mani comincia a impastarle le tette, poi una scende rapita in mezzo alle gambe e comincia a sgrillettare. “Adesso ti sfondo … ti apro in due … ti stupro…” e mia mamma “Si ti prego fammi godere…voglio il tuo cazzo…ti voglio tutto dentro…” Giulio si mette una mano in mezzo alle gambe e tira fuori il suo cazzo pronto per penetrare mia mamma lì sull’entrata di casa sua. Fermo i due amanti: “Dai facciamo le cose per bene, portiamo questa troia in camera e diamole da mangiare” Si staccano, Giulio se lo rimette dentro e andiamo tutti a letto. Nella faccia di mia mamma si leggeva una smorfia di disappunto come quando fai vedere una caramella ad un bambino e poi non gliela dai.
Arrivati in camera io e Giulio ci sediamo sul letto. Mia mamma come una sedicenne in calore salta addosso a Giulio e si butta sopra di lui. Comincia a limonarlo, “adesso ti stupro io” e intanto una mano va a cercare il suo palo. Lei scende e comincia a succiare il suo cazzo come un’aspirapolvere. Giulio emette gridolini di goduria. Io che nel mentre ero rimasto lo a guardare la scena: giulio buttato con solo la maglietta addosso e mia mamma a pecorina a succhiargli il cazzo. La gonna cortissima che aveva le era salita lasciandola praticamente in mutande, io mi avvicino al suo culone e le tolgo le mutande, mi incastro sotto tra le sue gambe e comincio a leccarle la figa. Continuiamo così per circa 5 minuti quando mia mamma urlando ha il suo primo orgasmo della scopata: mi viene in faccia con un getto bello abbondante. Io non mi stacco dalla sua figa, lei una volta ripresa si alza e va a sedersi sopra il cazzo di Giulio ed con un gridolino si impala secca sul suo cazzone. Io mi alzo, mi spoglio e le do il mio cazzo in bocca, lei come prima comincia a sbocchinarmi, Giulio intanto comincia a palparle le tette e gliele tira fuori. Mia mamma si alza un po’, quasi mi morde il cazzo quella vacca e viene una seconda volta adesso tutto addosso a Giulio. Si rimpala e io le vado dietro e con un colpo da bigliardo mi prendo il suo culo. Giulio stava fermo e io intanto la inculavo, poi piano piano cercando di prendere un ritmo con la stessa lunghezza d’onda cominciamo la nostra bellissima doppia penetrazione. Il bello di quando fai una doppia penetrazione è sentire il cazzo dell’altro che entra nell’altro buco. Mia mamma era in estasi e continuava ad urlare “Ahhh…siiii…ancora…più ahhh forte…che cazzo enorme che avete…”
“Matteo non vorrai inculartela solo te tua mamma?”
“Si dai Matteo fammi provare anche il suo cazzone in culo”
Esco da lei, il suo culo era completamente aperto, le do un bello schiaffo sul culo e la lascio girarsi. Lei prende il cazzo di Giulio con una malo, lo tiene fermo ed urlando lo fa entrare tutto in culo. Io con due dita le masturbo la figa… viene per la terza volta; appena finito l’orgasmo le entro in figa e ricomincia la doppia penetrazione. Dopo un po’ Giulio con un gridolino di goduria viene nel culo di mamma. Avevo ormai raggiunto il limite anch’io. Ci disassembliamo, mamma si mette a pecorina lasciandomi la libertà di scegliere su quale buco finire, intanto ripuliva il cazzo di Giulio dalle ultime gocce di sbora. Scelgo la figa e speravo anche di concludere la scopate venendo entrambi insieme, mamma non mi ha deluso e in un grido di piacere simultaneo le riempio la figa bagnatissima. Mamma mi ripulisce anche il mio di cazzo. Intanto Giulio ci dice che va a farsi una doccia e poi che possiamo lavarci anche noi.
Io e mamma rimaniamo li un po’ ad abbracciarci, limonare ed a palparle le tette. “Mamma bella la sorpresa?”
“E’ una cosa fantastica avere due cazzi dentro di me, grazie Matteo” mi bacia con entusiasmo “e poi il tuo amico ce l’ha veramente grosso, quasi quasi più grosso del tuo”
Arriva poi Giulio bello lindo e pulito, io con uno schiaffetto nel culo a mamma “vai a ripulirti un po’ ”
Lei va a farsi la doccia, intanto chiedo a Giulio: “Divertito?”
“Mamma mia, che scopata! Non ho mai avuto il piacere di scoparmi una troia così”
“Quando vede un cazzo mamma si trasforma…” continuiamo così…
Lavata anche mamma vado io a ripulirmi. Quando esco dalla doccia sento dei gemiti di piacere, mi immagino già tutto. Infatti quando torno in camera, trovo mia mamma sdraiata di fianco sul letto e Giulio dietro che la inculava (la classica posizione del cucchiaio). “Vi lascio soli 5 minuti e già state scopando!”
“Matteo, eravamo qui che parlavamo e il cazzo di Giulio si è risvegliato, lo sai che effetto mi fa il cazzo in tega”
Mi sdraio sul letto “Mamma dai adesso vieni qui e mettitelo in figa che adesso di distruggiamo, dai Giulio che proviamo a mettere due cazzi in figa a sta troia”
Io tenevo il mio cazzo tutto dentro e con una mano cercavo di tenerlo più in basso possibile Giulio da sopra punta la cappella proprio tra il mio cazzo e il clitoride. Cerca di buttarlo dentro ma sento che comunque faceva fatica, alla fine riesce a mettere dentro la cappella. Resta lì fermo per un po’ poi comincia con dei movimenti su e giù a spingere sempre di più il cazzo dentro alla figa. I nostri due cazzi erano uno attaccato all’altro e si contendevano quel poco spazio che la figa di mia mamma ci dava. Mamma urlava di piacere doloroso.
Quando vediamo che era stremata la prendo e la butto nel letto e io mi ci butto sopra impalandole la figa. La bacio e l’abbraccio, la faccio aggrappare a me con le gambe e me la prendo in braccio. Una volta in piedi anche Giulio si aggiunge alla festa e la incula: così parte una fantastica doppia penetrazione.
Dopo metto a pecorina mia mamma e la inculo intanto faccio una proposta a Giulio su come concludere e lui contento accetta, intanto lui si fa fare un bocchino. Stremato le vengo in culo. Facciamo un 69 io e mia mamma così lei intanto mi ripulisce il cazzo e nel mentre Giulio la scopa nel culo. Quando stava per venire esce dal suo culo e come concordato mi mette il cazzo in bocca e io comincio a sbocchinarlo finché non mi viene in bocca. Quando mia mamma capisce cos’è successo rimane stordita, però non fa in tempo a dire qualcosa che era sotto di me e io la stavo limonando per condividere lo sboro con lei. Una volta che le ho lasciato cadere tutto lo sperma nella sua bocca, apro la mia verso l’alto aspettando che me lo restituisse, e poi una volta riricevuto glielo smezzo e ingoiamo entrambi.
Finito tutto ci rimettiamo a posto e io e mamma torniamo a casa.
CONTINUA (se me lo chiedete)…

Questo racconto di è stato letto 7 3 2 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.