Delle amiche un po stronze

Scritto da , il 2020-07-31, genere dominazione

Qualche settimana fa, andai a fare una visita in uno studio privato, mi portai la mia migliore Amica e mia sorella.
Questa clinica mi era stata consigliata dalla mia migliore amica perché dicevano che erano bravi e non costava molto, allora ascoltai il consiglio.
Entrai nella stanza, c'era il dottore, un uomo di circa cinquant'anni, la mia migliore amica e mia sorella. La visita andò tranquillamente, non mi dovetti neanche togliere l'intimo. Appena termina i mi sono rivestita e mi andai a sedere per pagare la visita, ignara di quello che stava per accadere. Il dottore mi disse quanto veniva ed io mi stavo accingendo a prendere il portafoglio, quando mia sorella disse: "se anziché darle dei soldi, le facciamo un piccolo favore?" il dottore annuì, e la mia migliore amica mi disse: "spogliati, tutta, e fai un bel pompino al dottore", io rimasi sorpresa e cercai di evitare ciò, premetto che a me fa abbastanza schifo il solo pensiero di avere un pene in bocca, figuriamoci davvero. Comunque dopo una lunga dibattuta, mi sono spogliata, vergognatissima, e il dottore mi guardava lì, mi avvicinai ai suoi pantaloni con paura e disgusto, gli abbassai la cerniera dei pantaloni e lentamente, gli abbassai le mutande, aveva un pene enorme, duro, iniziai a fare una sega sperando bassaste a saldare il conto, ma mia sorella mi prese la testa e la avvicinò al suo pene, sempre più schifata, chiusi gli occhi sperando che tutto finisse presto e iniziai a sentire il suo pene entrarmi in bocca, la mia migliore amica mi rimproverava dicendomi "leccagliela bene, che se lo merita" io con la lingua iniziai a leccarlo. Mia sorella iniziò a toccarmela, iniziai ad eccitarmi, nonostante provassi abbastanza schifo in ciò che stavo facendo, poi il dottore mi fece alzare in piedi, ed inizio a palparmi, dopo un po mi fece riprendere a succhiarglielo. Per una ventina di minuti continuai, fino a quando mia sorella non mi tenne ferma la testa, e il dottore iniziò a fare piccoli sibili di piacere, non ebbi il tempo di accorgermene, che lui, mi venne in bocca, sentii il suo sperma sulla mia lingua, e la mia migliore amica che mi diceva "ingoia tutto mi raccomando", ne uscì tantissima, tanto da riempirmi tutta la bocca. Mia sorella mi fece aprire la bocca per vedere quanto aveva sborrato, e poi mi disse "ingoia", ingoiai tutto, ed anche se mi fece schifo, mi venne d'istinto leccare ancora un po il suo pene. Poi mi alzai, e mi alzai per rivestirmi, il dottore mi guardava compiaciuto, ma facendomi notare che dovevo rimettere tutto apposto, gli rimisi le mutande e gli chiusi i pantaloni. Poi rivestendomi in fretta, il dottore mi disse: "complimenti, presto le farò avere i risultati". Salutammo e ce ne andammo, in macchina mi seccai profondamente.

Questo racconto di è stato letto 4 5 6 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.