L'iniziazione di una matricola alla facoltà di medicina - Capitolo 2

Scritto da , il 2020-06-25, genere dominazione

Dopo essermi rivestita in loro presenza, mi comunicarono che, alla fine di febbraio avrei dovuto partecipare alla prima riunione, e mi sarebbe stato comunicato come sarei dovuta essere vestita.
otto giorni prima mi venne comunicato che, il 28 del mese, mi sarei dovuta presentare vestita da collegiale, ma senza intimo.Il giorno ed ora stabiliti mi presentai all'appuntamento come mi era stato detto: camicia bianca, gonna blu plissettata, calzettoni blu come la gonna, cravatta rossa, e maglioncino blu cardigan. Giunta dove ci saremmo dovute incontrare, vengo accolta dalla ragazza della volta precedente, che mi indica dove appendere il cappotto, e mi fa entrare in una grande stanza, qui mi fa sbottonare il cardigan, mi sbottona la camicia, scioglie il nodo della cravatta, e la appoggia a mo di sciarpa e mi dice cosa dovrò fare quando verranno le anziane. Nel salone non sono sola, ci sono altre venti ragazze. Alle 17,00 in punto entra la ragazza che mi aveva accolto, ci fa alzare in piedi e dice: saluto alle anziane. a questo comando, noi alziamo la gonna, e mostriamo tutte il pube depilato e la fica. Le anziane si avvicinano, palpano le tette, e ci sculacciano sulla fica, dopo avere rispettato alla lettera il cerimoniale, ci fu accordato il permesso di sederci.
Durante la riunione, furono assegnati degli incarichi, e presentate le nuove arrivate. alcune non le conoscevo, ma si sa, essendo tanti in ateneo è difficile conoscersi tutti anche se si frequenta la stessa facoltà. Terminata la riunione, fummo fatte nuovamente alzare in piedi, e man mano che, le anziane passavano ci palpavano nuovamente le tette e, poi ci dovevamo girare e farci sculacciare sul culo. Per alcune nuove ragazze, venne deciso il rito di iniziazione, e stabilito il giorno, ora, data e luogo, e chi sarebbero state le ragazze, e chi le postine, cioè quelle che dovevano far recapitare loro il biglietto con il giorno, e l'orario di visita. naturalmente il tutto doveva rimanere segreto.
A me, venne assegnato il ruolo di segretaria presso lo studio medico, e quello dell'accoglienza.

Questo racconto di è stato letto 3 2 6 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.