Medioevo 1

Scritto da , il 2020-03-14, genere pulp

Mentre Franca stà iniziando una nuova vita vediamo cosa succede a Anna e alla madre.
Le due donne non la passano bene i soldi sono finiti e i lavoretti che fanno non bastano e così nell’indigenza più assoluta si stanno spegnendo quando alla porta bussa una signora,la fanno entrare e questa fa una proposta che accettano subito
“So che ve la passate male ma vi porto una soluzione,tu lavorerai in cucina e tu invece farai compagnia a mio figlio,è quasi grande come te e dovrai giocare insieme a lui e fargli compagnia ovviamente tutto senza soldi ma solo mangiare e dormire al caldo accettate??”
Le due donne accettano immediatamente e così raccolti i pochi stracci vanno alla casa della signora e subito inizia il calvario.
“Benissimo tu adesso fili in cucina e lavi e pulisci i piatti e i tegami e tu piccola vieni con me”
Anna la segue pensando al piccolo da fare giocare,la signora apre la porta e la fa entrare,seduto c’è un ragazzo che si stà menando il cazzo
“Ciao amore ti ho portato la nuova amica ma scusa l’altra che fine ha fatto?non ti piaceva??”
“Madre certo che mi piaceva e ci sapeva fare,me lo succhiava in modo perfetto e aveva una figa bella calda ma una sera mentre mi spompinava è entrato il papà infoiato,le ha preso le chiappe e di colpo le ha sfondato il culo,praticamente la aperta in due,lei urlava dal dolore ma lui non si fermava e io eccitato oltre a sborrarle in bocca le ho pure pisciato dentro,alla fine è svenuta e forse altro così papà la portata via e non so che fine ha fatto credo non molto bella capisci??”
“Certo caro immaginavo che fosse successo qualche cosa e così ti ho portato un’altra amica,divertiti ma non esagerare,da informazioni è ignorante e pure vergine davanti e dietro vedrai che ti piacerà,hai capito ragazza davi essere il trastullo del mio bambino”
“Ma cosa dice io non voglio vado subito via queste schifezze non le ho mai fatte”
“Benissimo cara esci pure ma di notte fuori se sei fortunata ti uccidono subito,altrimenti prima ti violentano e poi di uccidono lo stesso se lo vuoi prego accomodati”
Anna con la morte nel cuore rimane e così la donna esce dalla stanza e il ragazzo si avvicina
“Allora bella come ti chiami?Anna bene Anna adesso mi fai vedere come sei fatta e poi mi fai una sega perché ho i coglioni pieni”
“Ma io queste cose non lo ho mai fatte e non mi sono spogliata mai davanti a un uomo se vuoi giocare sono pronta ma non mi chiedere queste cose altrimenti vado da tua madre”
“Senti forse non hai capito che io posso farti tutto e se lo dico ai miei ti fanno tutto anche loro e di sicuro ti faranno molto più male,lo vedi il mio cazzo mio padre lo ha quasi doppio e pensa cosa ti farebbe piantato nel culo adesso vieni e fai la brava ti insegno io ma prima levati tutto”
“Ma non mi sono mai spogliata davanti a persone e poi perché mi dovrei spogliare??”
“Primo perché te lo ordino io e se arrivano i miei come minimo ti strappano i vestiti e poi chissà,ecco brava via tutto certo Anna anche le mutande uhhhh hai un bel corpo e due tette belle dritte dai vieni qui vicino adesso ti piglio la mano e inizi a menarmi il cazzo nooo scema devi accarezzarlo e menarlo ecco hai capito??”
Anna con la morte nel cuore inizia a menarlo tentando di coprirsi le tette ma Luca gli sposta la mano e inizia a palparla,non le ha mai toccate nessuno e quelle carezze la fanno sentire strana e sente la figa umida,e così mentre mena il cazzo inizia a sborrare,lei toglie subito la mano schifata
“Anna cazzo sei scema adesso che sborro smetti prendilo subito in mano e menalo”
La ragazza impugna il cazzo e lo mena sporcandosi la mano mentre Luca dopo averle massaggiato le tette si china e le lecca i capezzoli,Anna sente che la figa le cola e crede di essersi pisciata addosso
“Credo di avere fatto la pipì devo andare in bagno”
Luca da esperto mette una mano nella figa e la accarezza e poi si lecca
“Ma cosa dici non hai pisciato sei solo venuta senti l’odore lo senti questo è l’odore della tua figa assaggia senti come è saporito e leccati anche la mano che è piena dei sborra,certo Anna quello che hai in mano e che esce dal cazzo si chiama sborra e stai sicura che ne berrai tanta ma tanta che ti piacerà,adesso andiamo che è ora di cena”
“Aspetta che mi devo lavare e vestire”
“Ma allora non hai capito un cazzo,devi rimanere nuda qui e in giro per casa,tutti ti devono vedere come sei e se la mia famiglia ti vuole toccare o palpare devi subire e stare zitta ti è chiara la situazione!!!!”
La povera Anna inizia a capire che non è una compagna di giochi ma è una schiava e deve sempre fare tutto quello che le chiedono e così nuda con Luca và verso la sala dove ci sono già seduti padre e madre.
“Luca amore mio ti piace la nuova compagna?”
“Ahhh questa è la nuova,moglie la hai scelta bene belle tette e anche bel culo Luca come và ti soddisfa? Vieni qui vicino ti voglio vedere”
Anna quasi tremante và vicino al padre che subito le strizza una tetta e ha la mano sulle chiappe e tenta di infilare un dito nel culo.
“Moglie hai trovato proprio una bella e dimmi Luca come và di culo? Hai già provato”
“Ma papà questa rarità è vergine davanti e dietro,pensa che non sapeva nemmeno farmi una sega appena le ho leccato le tette ha avuto un orgasmo stai sicuro che fra un po’ le sistemerò figa e culo mi viene duro solo al pensarci”
“Davvero!!!!è vergine!!!!figlio prima spaccala tu,slargala bene e poi le farò una bella ripassata,moglie ho il cazzo pronto,dai prima di mangiare fammi scaricare i coglioni”
Anna guarda inorridita la moglie che si alza dalla sedia si solleva la gonna apre i pantaloni al marito e tira fuori un cazzo da paura,lo lecca per lubrificarlo e senza problemi si apre le chiappe e si infila quel bastone nel culo,anche Luca tira fuori il cazzo e fa sedere Anna che si ritrova il cazzo in mezzo alle chiappe,a vedere e sentire quello che fanno sente ancora quel calore nella figa e quasi senza accorgersi con una mano massaggia il cazzo e Luca le impasta le tette,con un dito le entra nella figa e da esperto corre subito al bottoncino e inizia a massaggiarlo,Anna non aveva mai provato un piacere simile e và subito in orgasmo lavando il cazzo di umori,non contento Luca la lecca sul collo e dietro alle orecchie e per Anna è il paradiso.
Nel mentre il padre ha scaricato i coglioni,la madre piena si alza e pulisce a slinguate il cazzo poi tutti si siedono e inizia la cena.
Per Anna la cena è un incubo,nuda davanti a persone vestite che parlano di cosa terribili tipo che domani vanno a trovare le suore in convento e ne violentano un paio e altre cose simili,alla fine si alzano a si và a dormire,lei segue Luca non sapendo dove andare e così si ritrova nella sua camera e rimane in piedi mentre il ragazzo inizia a spogliarsi e alla fine rimane nudo,non ha mai visto un uomo nudo e quel cazzo che spunta la intimorisce.
“Allora cosa fai impalata dai vieni a dormire certo dormi con me è ovvio”
Nudi si coricano Luca le mette la mani sulle tette e lei non sa come mai ma mette una mano sul cazzo e delicatamente lo accarezza.
Dopo questa giornata Anna comincia a capire che il sesso non è il diavolo e così lentamente partecipa a quello che le chiede Luca,riesce a fare il primo pompino senza ingoio ma poco dopo ci riprova e le piace e così passo dopo passo figa e culo vengono violati non con paura ma con voglia di conoscere e apprendere,ormai la ragazza paurosa del sesso è diventata una donna normale che gode e fa godere senza tabù.
La madre vede e capisce come è cambiata e allora un giorno la chiama in camera sua,Anna arriva come al solito nuda e subito inizia a baciarla e a leccarle le tette,Anna collabora provando nuove sensazioni e quando le dice di leccarle la figa non si tira indietro e così oltre al cazzo assaggia la figa e la cosa le piace forse più del cazzo.


Questo racconto di è stato letto 4 0 9 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.