La Lavanderia pt.1

Scritto da , il 2019-10-13, genere sadomaso

Ho 32 anni, sono una donna omosessuale e sono madre.
La storia che andrò a scrivere avrà più parti, che spero leggerete con entusiasmo, il tutto è abbastanza recente... buona lettura

È venerdì sera e ho appena finito di lavorare, voglio solo tornare a casa dalla mia compagna e da mio figlio.
Scendo le scale dell'edificio in cui lavoro fino ad arrivare nel parcheggio. Salgo in macchina e prima di partire scrivo un messaggio alla mia lei - "amore, parto adesso"- subito dopo attivo il bluetooth e poi parto. Chiamo mia mamma:-"Ciao mamma, come stai? Spero sia tutto okay. Volevo chiederti se per questo weekend riesci a tenermi Jack, domenica sera passo a prenderlo"-"Ooh tesoro, certo che posso tenerlo, portamelo qui per le 20"- così rispose mamma.
Arrivata a casa quella peste mi salta in braccio, dopo un bacio sulla fronte lo rimetto giù e vado a salutare la mia compagna, la quale dopo un bacio mi chiede com'è andata la giornata.- "Mah..solito, mi sei mancata"- sorride.
Finita la cena faccio per sparecchiare, ma lei mi ferma - "Faccio io amore, tranquilla"- ma invece no, quel nano malefico si alza e porta il suo piattino nel lavello, poi torna e prende le posate dalle mani della mamma.
Dopo questa dolcissima cosa vesto la peste e poi lo porto dalla nonna che tutta contenta mi lascia dei biscotti.
Una volta tornata a casa non faccio in tempo a entrare dalla porta che qualcuno salta addosso avvolgendomi le braccia intorno al collo e ficcandomi la lingua in bocca. Chi sarà mai??
La prendo per mano e la porto in lavanderia, lei rimane a bocca aperta, è sbalordita. - "Ora capisci perchè non volevo che entrassi in lavanderia?"- mi guarda senza dire nulla.
Nella lavanderia ho portato un lettino, a fianco ci ho messo una specie di appendi abiti sul quale però sono posizionati diversi tipi di frusta, dall' altra parte del lettino vi è un comodino, sopra non c'è nulla, ma nei cassettini che ha possiamo trovare manette e lubrificante.
Infondo alla stanza c'è un armadio contenente bende, giochini e una borsa termica nella quale ci sono ghiaccio e panna.

La prendo di peso e più in fretta possibile la lego sul lettino, polsi e caviglie. È entusiasta, eccitata..
Addosso ha solo una camicia da notte che le tolgo molto facilmente, sotto ha solo le mutandine che ormai non hanno più un ruolo, ma comunque le lascio lì, per ora.
Le metto una benda sulla bocca, mi avvicino e le sussurro una frase: "buon divertimento piccola". Un violentissimo brivido le percorre tutta la schiena e i peli delle braccia si alzano in un nano secondo.
È bellissima, magra, con i fianchi scolpiti, poco seno e un fondoschiena che trovo perfetto, né troppo, né troppo poco.
Mi avvicino ai fianchi, unico punto nel quale soffro il solletico e le lascio dei leggeri baci, delicati, si dimena, ma è legata e non può andare da nessuna parte, è nelle mie mani ora e vederla così indifesa mi eccita assai.
Mi avvicino con la bocca all' inguine e lei sussulta, subito dopo vado a prendere un cubetto di ghiaccio il quale porto sul collo per poi farlo scendere verso il seno. Si sta per sciogliere del tutto così mi fermo su un capezzolo e lei si dimena ancora.
Lecco la striscia di acqua che ha lasciato il cubetto di ghiaccio e le faccio venire la pelle d'oca.
Prendo un altro cubetto di ghiaccio e senza che lei se lo aspetti lo metto direttamente sulle labbra. Sposto le mutandine a dir poco bagnate e faccio sciogliere quel gelido cubetto sul suo piacere. Ora è un misto di acqua e umori, insieme ai suoi ansimi che ad ogni secondo che passa si fanno più intensi.
Una volta sciolto anche questo cubetto mi avvicino e comincio a leccarla, lei inarca la schiena e tira un urlo che ad essere sincera mi sorprende, ma il tutto è eccitante e per non spezzare la magia faccio un sorrisino sadico al quale lei risponde con uno sguardo che mi manda affanculo.
Sento che sta per venire così aumento la foga con la quale la sto gustando e infilo un dito dentro di lei, aspetto ancora pochi secondi e mi fermo prima che l'orgasmo si avventi su di lei..

to be continued..
13/10

Questo racconto di è stato letto 4 0 3 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.