Erotici Racconti

Una sera al parco

Scritto da , il 2017-12-28, genere gay

Un amico mio mi chiama mi disse ché mi aspetta nel parco vado all'appuntamento quando mi vede mi abbracciava tenendomi stretto mi bacia in bocca 💋 poi mi disse all'orecchio ti voglio penetrare andiamo in un punto deserto mi ero preparato facendomi a casa un bel clistere arrivati nel mezzo del boschetto ci spogliano restando nudi e subito il mio amico ché si chiama Franco mi disse dai succhiamelo prendilo in bocca 💋 fammi un bel pompino Franco ha un cazzò di ventitré cm dopo cinque minuti mi sborava in bocca 💋 mi riempiva la bocca 💋 di sbora leccai fino all'ultima goccia pensavo che avvese finito ma poco dopo cominciò ha pisciare in bocca 💋 sembrava un rubinetto né avrà fatta trequarti di litro Franco poi mi viene dietro piegati un po' mi punto' il suo cazzò nel mio bucò del culo e lo spinge dentro tutto mi bruciava un po' mi disse ai un bucò fantastico cominciò a pompare molto forte ché bello sentire il cazzò nella pancia ebbi anche un orgasmo anale Franco mi disse ti piace il mio cazzò dopo cinque minuti mi disse vengo e mi sborava dentro nel culo mi riempiva il bucò del culo di sperma poi lo tiro' fuori dal culo ancora gocciolante poi ci pollino io avevo il culo dolorante

Questo racconto di è stato letto 2 1 8 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.