Erotici Racconti

Una sera di luglio 1 volta

Scritto da , il 2017-12-16, genere gay

Era una sera di fine Giugno feci un giro nella zona industriale dove sono parcheggiati i tir di molti Rumeni il camionista rumeno mi sono accorto di un camionista era ha petto nudo in boxer quando mi vide tiro' fuori il cazzò per farmelo vedere io mi avvicino aveva un bel cazzò sui ventiquattro cm avrà avuto quarant'anni il suo peso sui settantacinque kg all'ora lui prende una coperta e andiamo alla fine del parcheggio cera un prato distende la coperta per terra si levò i boxer mi levai anch'io i boxer lui mi disse dovrebbe arrivare un mio amico ti va io le dico Ok 👌 poi mi disse dai succhiamelo prendilo in bocca 💋 ben presto si rilevò un cazzò enorme molto grosso lo gusta quel cazzò poi mi disse voglio pisciarti in bocca 💋 poco dopo cominciò ha pisciare molto forte la piscia era un po' salata ma poi andava giù che era una delizia né avrà fatta un bel litro poi mi disse sei pulito sono pulito ha casa mi sono fatto un bel clistere all'ora lui mi mise un dito nel bucò del culo poi lui mi disse e molto pulito poi mi disse io ero disteso per terra lui mi disse adesso leccami il bucò del culo mi viene ha cavalcioni sopra di me lui con le mani si allargò le chiappe del culo aveva un bel bucò del culo penso che era vergine aveva il bucò che sembrava una figa non cerano peli lo leccai per un quarto d'ora poi mi disse adesso alza bene le gambe mi viene sopra prima mi lubrificò bene il mio bucò del culo io con una mano guidai il suo cazzò sul bucò del culo poi lui lo spinge dentro tutto all'ora lui si chinò sopra di me mi baciò in bocca 💋 il suo cazzò mi bruciava un po' mi pareva di scoppiare lo avevo tutto nella pancia lui mi disse ti piace il mio cazzò veramente e molto bello averlo nella pancia il rumeno cominciò a pompare piano poco dopo cominciò a pompare molto forte ogni tanto lo tirava fuori per vedere il mio bucò del culo era diventato un bucò enorme il rumeno si chiama Franco poi mi disse il mio amico non arriva io ti voglio ingravidare mia troia poco dopo mi sborava dentro nel culo sentivo la sbora calda dentro di me poi lo stringo a me baciandolo in bocca 💋 poi ci polimo io avevo il culo ché mi faceva molto male poi ci scambiamo il numero di cellulare lui mi disse la prossima volta ci sarà anche il mio amico e faremo un gioco nuovo

Questo racconto di è stato letto 2 9 2 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.