Erotici Racconti

Anche io coi pastori

Scritto da , il 2017-06-19, genere gay

Mi riallaccio alla storia scritta da un utente sui due pastori arabi.
Nelle montage di un paese arabo ho vissuto una grande esperienza di virilità e sesso proprio con due pastori. E' stato difficile ma bello .
Innanzitutto, con gli uomini arabo bisogna sempre chiarire che rapporto omosessuale non significa che loro sono i maschi e gli altri le femmine.
Mi piace "educare" al rispetto chi vive in situazioni arretrate e fa finta spesso di non capire ma capisce benissimo.
Il viaggio in macchina alla lontana fattoria tra le montagne e' stato una lezione di modernità- tenuta modestamente da me.
I due stalloni pastori avevano rispettivamente 50 e 40 anni. Vestiti della sola jallaba, la veste maschile lunga fino si piedi.
Grossi entrambi e odorosi di lavoro, sudore.
Bellissimi per chi ama il genere: molto peloso, occhi verdi uno (di origine berbera), rasato di fresco, muscoloso il quarantenne che a tempo perso era un lottatore a livello regionale. Il cinquantenne un po' appesantito ma forte come un toro, petto possente e baffi folti.

Il programma e' chiaro: si deve fare sesso su alla montagna. Me li ha presentati lalbergatore della pensione dove risiedo in città.
Nella zaino hanno portato pane e formaggio. Acqua e olio d'oliva che servirà per irrorare il pane ma anche per facilitare..

Ci sistemiamo nella casa spoglia e inizio a massaggiare il più vecchio che e' in mutande sul letto.
Il più giovane mi accarezza dietro e commenta il mio corpo massiccio e forte.
Mi da' inaspettatamente uno schiaffone sul culo - sono ancora in slip. Mi giro e mi fermo dal massaggio che stavo facendo al vecchio sullo stomaco peloso e sudato.
Sono imperlato di sudore e aspiro forte i loro odori e mi godo il tatto dei loro Muscoli.
Ridacchia fiero dello sberlone ma in modo infantile non sa che fare.
Con due mani mi tiro giù gli slip quindi rimanendo accovacciato a massaggiare. Sento il mio stesso odore forte pure io come loro: sudore, testosterone, tabacco leggero di una sigaretta fumata in tre.

Il quarantenne apprezza la mia mossa e inizia ad accarezzarmi le chiappe.
Parla in arabo al più vecchio che annuisce ad occhi chiusi e basta e mi regala un inizio di erezione nelle mutande mentre continuo a massaggiare.
Ora gli massaggio i piedi con olio di olio. Porterà il 48 di scarpe mi dico: enormi.
Mi sistemo sul bordo del letto con in mano la verga eretta del più vecchio: uno spettacolo. Larga e venosa, svettante e circoncisa. Umida e pronta.
Ho già aperto la bocca quando la mano possente del più giovane si fa strada nel mio culo per guidare il cazzo oliato.
Mi sta penetrando. Emetto un gemito soffocato. Sempre virile anche alla mercé dei due bestioni.
Il loro odore e' forte e indescrivibile. Una nebbia in cui nuoto con piacere.
Sento i muscoli che guizzano: i miei e i loro.
Quando è tutto dentro, apro la bocca e mangio la spranga del più anziano che me la offre con orgoglio.
I cellulari dei due moderni pastori squillano e infastidiscono ma poi tacciono e riprendiamo il gioco.
Il rumore delle palle gonfie che mi sbattono sul culo e' ritmico e bello.
Ogni tanto sento dolore s mi giro a chiedere più delicatezza allo stallone più giovane che mi guarda con la bava alla bocca. E' ancora più bello ora sudato e nudo, con i capezzoli duri sul petto forte e le braccia larghe segnate dai rovi del pascolo delle pecore.
Si muove con un ritmo unico e mi dice che vuole inondarmi...
Il più vecchio mi rivuole sul pezzo e lo riprendo in bocca. Si sta godendo la scena. Sta realizzando il sogno di possedere lo straniero e di vedere il suo grande amico che possiede lo straniero.

No n finiscono più, voglio venire e glielo dico: vogliono che venga prima io. Mi masturbo con lentezza con due cazzi che sto gestendo in bocca e in culo.
Vengo come litri di crema
Vengono anche loro con incitamenti a me e tra di loro.
Ci stacchiamo e ci accasciamo sudati


Questo racconto di è stato letto 3 8 0 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.