Erotici Racconti

La Baby-Sitter - CAP 16 (il regalo di complanno)

Scritto da , il 2017-05-18, genere etero

Dopo quella notte di sesso e passione, la coppia deve uscire per un impegno già programmato, ma dice alla ragazza di restare a casa a dormire, intanto Matteo sarebbe tornato nel pomeriggio e così, Lara dorme nel letto del bimbo che accudiva anni prima, in modo che al mattino presto Valeria e Fabio si potranno preparare senza svegliarla.

A metà mattinata quindi la ragazza è nel sonno più profondo, stesa nel letto, quando improvvisamente si apre la porta, anche se lei ovviamente non sente nulla: è Matteo che rientra prima del previsto e si avvia verso il bagno sbottonando la camicia.
Passa dalla camera e si accorge di qualcosa di strano e si ferma di colpo, entra lentamente e non crede ai suoi occhi: nel suo letto c’è Lara, la sua baby-sitter, stesa a pancia in giù e con il lenzuolo che le copre solo metà schiena, una natica e una gamba e indossa solamente un perizoma bianco.
Lui è in piedi sulla porta, ancora vestito e con la camicia completamente sbottonata e petto nudo.
Gli sembra un sogno vedere quella che era la sua baby sitter e per la quale aveva un affetto profondo, praticamente nuda sul suo letto e poterle vedere parte del culo, una gamba e un seno schiacciato sul materasso.
Matteo avevo certo il ricordo della sua infanzia con lei, ma poi aveva potuto ammirarla sui social crescendo e gli era capitato di fantasticare sul corpo di quella donna così bella e che quando era piccolo lo accudiva e coccolava.
Rimane imbambolato, non sa se svegliarla, se uscire dalla stanza e far rumore o cos’altro fare, la sua mente è confusa e in quel momento non riesce a far altro che restare fermo a fissare quel corpo, ma la mente annebbiata lo porta a fare un piccolo passo, per poi bloccarsi immediatamente e perdere appena l’equilibrio e d’istinto allunga una mano verso l’armadio per cercare un appoggio, ma facendolo provoca un rumore e di colpo Lara si sveglia e si gira.

- Oddio e tu che ci fai qui !!!!!!!!-
Urla la ragazza coprendosi immediatamente con il lenzuolo
- Scusa Lara, scusa ma c’è stato un cambio di programma e son tornato prima, non pensavo di trovarti in casa e nel mio letto -
dice quasi balbettando il ragazzo, dopo aver fatto una giravolta e dando ora le spalle alla ragazza.
Lara ride e gli dice che in effetti è camera sua, ha tutte le ragioni e non deve sentirsi in colpa e spiega che si era fatto tardi e che i suoi, le avevano proposto di dormire lì, sicuri che lui sarebbe tornato dopo pranzo e infine, ridendo, gli dice che può girarsi perchè ormai è coperta.
Matteo si gira lentamente, spiega che lui e l’amico che doveva ospitarlo avevano rimorchiato due ragazze e che erano stati in giro fino alla colazione, poi si erano separati, però a lui era andata male e le confessa che è successo per colpa sua e della sua insicurezza nell’approcciarla e nel farle capire deciso che voleva andare oltre.
Lara rimane stupita, fa notare al ragazzo che ha un fisico invidiabile e che sicuramente attrae le ragazze e lo sottolinea abbassando lo sguardo e sorridendo, facendogli notare che ha la camicia aperta e imbarazzandolo, ma facendolo sorridere, poi gli dice che è normale vista la sua giovane età non essere troppo sicuro, ma sapeva di una ex fidanzata durata qualche anno e gli dice che bastava comportarsi allo stesso modo con le altre.
Matteo allora si siede e sente di potersi confidare e racconta con la sua ex baby sitter, raccontandole che la sua ex ragazza non se l’era mai sentita di andare oltre a carezze e baci e così non erano mai arrivati nei 2 anni della loro storia nemmeno a fare preliminari o a vedersi nudi, che lui le voleva bene e per questo era stato con lei tanto tempo ma che ora a 18 anni, tutti i ragazzi e ragazze avevano più esperienza di lui, che invece non aveva mai, nemmeno visto, dal vivo, una donna nuda.
Aggiunge le sue insicurezze e paure nei vari approcci e nel temere di trovarsi impreparato quando una ragazza vorrà concedersi a lui e per questo quella mattina aveva tentennato, fino a far stancare la ragazza che aveva preferito andar via.

Lara è stupita e preoccupata per questo racconto, felice però che lui si sia sfogato e cerca di tranquillizzarlo, dicendo che verrà lo stesso tutto naturale, poi si ferma di colpo e ripete:
- Proprio mai vista una ragazza nuda?-
- No…mai- risponde lui scuotendo la testa amareggiato e quasi con gli occhi lucidi
- Beh fino a poco fa- risponde lei e insieme scoppiano a ridere.
- Mi credi che anche se ho visto poco o nulla, mi sento sollevato per aver visto almeno un corpo femminile nudo?- dice Matteo con viso più disteso
- Come poco o nulla… E poi invece che dirmi che ho un bel corpo mi fai capire che sei solo felice di esserti tolto questo peso?- dice Lara fingendosi offesa per sdrammatizzare
- No dai hai capito… E sai di avere un bellissimo corpo e comunque ho visto ben poco eri girata e coperta per metà-
- Beh hai già visto fin troppo, o per caso dovrei farmi ammirare per bene completamente nuda secondo te? -
A quel punto cala un silenzio surreale, Matteo accenna a dire qualcosa ma si blocca, Lara sente quasi un vuoto allo stomaco e allo stesso tempo vede il volto sconsolato del ragazzo.
- No Lara, non te lo chiederei mai, anche se vedere un corpo femminile nudo penso mi sarebbe di aiuto per le mie insicurezze-
- Matteo, davvero lo credi? Mi hai detto no, ma praticamente me lo hai chiesto…-
- Scusa, però in realtà… Se tu vuoi…-
Di nuovo silenzio, Matteo con lo sguardo a terra imbarazzato e Lara che non sa che fare, sarà esagerato? O semplicemente un modo per aiutarlo a sbloccarsi? E poi quella strana sensazione che sente in lei è per caso il desiderio di farsi ammirare da quel ragazzo, con un fisico così attraente, nuda, per sentirsi desiderata?
Lara ha per la testa mille pensieri di colpo, ma agisce d’istinto e dice:
- Matteo, resterà un segreto fra noi vero? Sarà il tuo regalo di compleanno –
Il ragazzo non crede ai suoi occhi, la guarda quasi commosso ringraziandola e giurandole che non ne farà parola con nessuno e dicendole che sarebbe il regalo più bello che potrebbe ricevere.

Dopo ancora qualche discorso Lara ormai è decisa e in ginocchio sul letto, coperta dal lenzuolo si volta quasi, come a voler scoprirsi lentamente. E così fa, facendolo scivolare e scoprendo la schiena, per poi voltarsi con le mani sui seni e lentamente, spostandole, mostrandoli al ragazzo che fissava silenzioso. Poi Lara si alza, si volta nuovamente offrendo la splendida visione del suo culetto e infine sfila il perizoma abbassandosi a 90 e una volta nuda si gira e si siede nel letto, di fronte a Matteo e con le gambe completamente divaricate.
Teme di aver esagerato, anche se sente quasi un calore tra le gambe, ma si giustifica pensando che sia normale, nel farsi ammirare da qualcuno, un simile istinto di desiderio, mentre Matteo eccitatissimo, cerca di non lasciar trasparire nessuna emozione e la ammira silenzioso e senza muoversi.
Lara cerca di rompere il ghiaccio:
- Beh, non dico un applauso ma almeno un segnale di apprezzamento me lo aspettavo- e sorride
- Oh cavolo… Hai un corpo davvero stupendo, non immagini che regalo mi hai fatto… sei così bella Lara.. E sarà che non sono abituato e non so come reagire, ma credimi, se fossi nudo farei una figuraccia perché vedresti quanto mi piaci-
- E sarebbe una figuraccia avere un’erezione di fronte a un corpo nudo? Io direi proprio di no, anzi, se non fosse successo ammetto che ci sarei rimasta male- e ride, capendo il momento di difficoltà di Matteo
- Emh… Sì hai ragione che scemo, solo che pensavo che avere così, subito un’erezione, poteva essere perché per me è la prima volta che vedo una donna nuda e in realtà, non dovrei averla subito, ma non saprei nemmeno io, perché ovviamente nudo nessuna ragazza ha nemmeno visto me-
- Matte è normale avere un’erezione se vedi una donna nuda che ti piace, poi aumenterà quando la bacerai e farete il resto, ma non ti vergognare mai di essere eccitato davanti a una donna.. Senti, ormai siamo in gioco e io nudo ti ho visto tante volte anche se non avevi nemmeno 6 anni, però se vuoi, spogliati per me e così sarai nudo davanti a una donna e quando davvero avrai una ragazza che ti interessa davanti non sarai più frenato-
Lara lo dice istintivamente, ma appena si ferma, si rende conto che ormai Matteo non è più un bimbo, ha un corpo da uomo, un bellissimo corpo e non sa che effetto le farà vederlo, mentre fa questi pensieri Marco la sta ringraziando e dopo qualche tentennamento sfila la camicia già sbottonata e così resta a petto nudo, poi slaccia la cintura e sbottona i pantaloni e li fa cadere e abbassandosi leva scarpe, calze e pantaloni restando in boxer.
Mentre è abbassato Lara ammira il corpo di quel ragazzo modellato dal nuoto, morde quasi le labbra a trattenere un desiderio improvviso ma non riesce a stare in silenzio
- Marco credimi, hai un fisico bellissimo e sto sentendo il profumo che ti ho regalato ed è davvero buono, l’avresti fatta impazzire quella ragazza sai?-
Lui sorride compiaciuto e si rialza, mettendo le mani sugli elastici dei boxer, tentenna e poi si gira, facendo ridere la ragazza che gli fa notare che ha imparato subito e visto che lui resta ancora fermo lo invita a levarli, così lui esegue e lei non può ammirare che ha anche un bel fondoschiena e non esita nel sottolinearlo e a quel punto di colpo si volta e….
- Oddio Matte !!!! – Lara non riesce a frenare l’espressione di stupore, si blocca per non andare oltre.. Fabio, il papà del ragazzo, aveva un pene di buone dimensioni, ma lui lo aveva decisamente sopra alla media, era lì di fronte a lei, duro, eretto e così incredibilmente attraente, il pensiero della ragazza va subito ad Enrique, l’animatore conosciuto in quella vacanza in Sardegna, perché era sicuramente l’unico che aveva visto di dimensioni maggiori a quello che aveva ora di fronte.
Il ragazzo è lusingato dall’espressione di Lara e timidamente dice:
- In effetti i miei amici, quando facciamo la doccia a nuoto mi prendono in giro, perché molto più grosso del loro-
- Ti prendono in giro? Io la chiamerei invidia…-
- Ma io ho anche paura che una ragazza si possa spaventare per… le mie dimensioni-
Lara cerca di tornare in sé e smettere di ammirare quel palo con desiderio e gli dice che ovviamente può capitare che qualche ragazza, non abituata, potrà avere qualche timore, ma se faranno tutto con calma, sarà soltanto che piacevole e per lui una carta di seduzione in più.
- Beh spero di esserne in grado, al momento altro che calma o fretta, no saprei nemmeno da dove iniziare, se solo potessi..-
-Matte… Mi stai chiedendo di farti provare qualcosa? Ti rendi conto che è già da pazzi trovarsi nudi a così poca distanza vero?- Lara prova a tornare in sé, anche se sente che ormai è bagnata, e pensa solo a trovare il modo per uscire da quella situazione prima che sia troppo tardi.
- No no scusa, non volevo dire questo, hai già fatto tanto per me, però se vuoi spiegarmi a voce qualcosa o darmi qualche suggerimento sarebbe importante per me..-
Lara quasi sorride per l’ingenuità con la quale in ragazzo affronta l’argomento, prova a spiegargli che tutto verrà naturale, che basterà lasciar andare l’istinto e poi accenna che non dovrà andare subito al dunque, ma iniziare con baci e carezze su tutto il corpo e vede lui che la ascolta come se gli stesse spiegando una lezione di scuola e che la guarda confuso.

- Non stai capendo niente vero? In effetti son cose che vengono e per capirle meglio, bisognerebbe farle… Difficili da descrivere- dice Lara sorridendo e guardando il ragazzo che quasi accenna ad avvicinarsi dicendo:
- Cosa intendi per “farle” ?-
- No Matte aspetta no… non dico ora ma quando sarai con una ragazza… siamo già andati troppo oltre, scusa- Lara lo dice, ma ormai la situazione sta eccitando inverosimilmente anche lei, però sa che deve dare un freno alla cosa, però Matteo la stupisce e dice:
- Scusa, hai ragione ma… Sei così bella… E mi stai eccitando così tanto… Ho quasi male dalla voglia.. Ed ho così voglia di “farle”…provarle ora…-
E come gesto quasi istintivo abbassa una mano e sfiora il suo cazzo eretto e lo afferra, spostandolo, come a dimostrare che non riesce a resistere in quello stato di eccitazione.
Lara fissa quel capolavoro, così grosso e lungo, eccitato per merito suo, vede il ragazzo così sincero, voglioso e si sente sempre più bagnata, sa che non dovrebbe, sa che la cosa giusta sarebbe vestirsi e scappare da quella casa, ma ormai sa anche che si è spinta già oltre e non sa se riuscirà a fermarsi.
- Matte… forse è meglio che ti lascio solo così.. risolvi quel problemino..emhh problemone direi -
Il ragazzo, forse trasformato dalla forte eccitazione, sorride lusingato al complimento della sua ex baby sitter che, nel pronunciare quelle parole, lo fissa tra le gambe con sguardo di piacere e afferra il proprio membro e lo scappella lentamente stringendolo con la mano
- Ammetto che sarebbe più piacevole risolvere il problema con questa stupenda visione –
Lara ormai è in stato confusionale, con il papà di Matteo era iniziato tutto così, decidendo di masturbarsi l’uno di fronte all’altra ma, dopo pochi minuti, il contatto fu inevitabile, ripensa a quella volta, fissa la cappella del ragazzo e ormai col fiato quasi corto sa che è arrivata a un punto di non ritorno.
- Prometti che questa pazzia rimarrà per sempre un nostro segreto -
Matteo annuisce quasi emozionato, non gli sembra vero e quasi si blocca per ascoltare bene.
Lara è stesa sul letto rivolta verso lui, con le gambe aperte, i piedi appoggiati a terra, guarda il ragazzo sensualmente e gli sussurra:
- Allora alzati e vieni qui, seguirai tutte le mie istruzioni e mi farai impazzire… E con quel fisico d’ora in avanti farai impazzire tutte le ragazze che avrai-
Il ragazzo si alza e si avvicina titubante, quasi in attesa di istruzioni, lei lo guarda, si gode quel fisico giovane e statuario con quel cazzo eretto che sarà la prima ad avere…

- Vieni qui tesoro… dovrai essere delicato ma deciso,,, dovrai desiderarmi e farti desiderare… impazziremo insieme… sarà indimenticabile…
Ora stenditi vicino a me… con una parte del tuo corpo stammi sopra delicatamente… così… bravo… sento il tuo corpo possente sul mio… accarezzami i capelli…il viso… l’altra mano falla scorrere su e giù lungo un fianco e la schiena… oddio così.. bravo… delicato… e guardami… fissami… guarda la mia voglia aumentare… il mio desiderio di te… e trasmettimi la tua voglia di farmi impazzire e godere con me…
Ora appoggia le tue labbra sul mio collo… annusami e muovile lentamente… bravo… arriva al lobo e giocaci… mordicchialo dolcemente… fammi sentire i tuoi sospiri e torna sul collo stavolta con labbra e lingua… tienimi la testa mentre fai aumentare il mio desiderio… così… ohhhhh no riavvicina il tuo bacino sulla mia coscia… ho sentito il contatto con il tuo bel cazzo… non ti staccare… lascialo lungo il mio corpo… voglio prenderci confidenza mentre continui con lingua e labbra… oddio lo sento… è grosso e pulsa… e sento la tua lingua e le tue labbra su di me… muovile dove vuoi…
E ora con le dita sfiorami un capezzolo… è duro da far male… giocaci delicatamente… girandoci intorno… mmmm così…. Mi piace come lo fissi… facci scivolare un po’ di saliva… bravo sìììì… continua con le dita… oddio che bello… ora succhiali…delicatamente… sììììì succhiali tesoro… ahhhhhh usa anche la lingua… sìììì … e piano usa anche i denti se vuoi…. Piaaaaaaaaano Matte… ecco sì così…. Potrei venire solo a sentirmi torturare i capezzoli… fai scendere le tue mani ora…. Sì., anche sui fianchi.. e ora sollevami e afferrami il culo… ohhhh cosììì… Oddio… sì sento la tua forza, palpalo, stringilo… è tuo ora…modellalo, accarezzalo e scendi con le labbra… con la lingua… così piano… ancora più giù… ohhhh senti come fremo… sono un fuoco… sono fradicia… perché mi fai impazzire… non resisto più… inizia a leccarla… in alto sì… lecca e senti com’è duro il clitoride… ahhhhhh piano… piano tesoro… ecco sì… appena più giù…..ahhhhhhh sì tesoro sìììì muovi la lingua ora… non smettere… oddio ancora ancora…. Infilami un dito nella fica… senti com’è bagnata… piano.. sìììì ancora… scopami con le dita… mettine 2 e lecca ancor…. Ohhhhhh non resisto più sto impazzendo… scopami ti prego scopami… sìììì avvicinalo… ora ci penso io… Dio com’è grosso… lo aiuto ad entr…. Ahhhhhhh senti com’è bello amore… sentilo tutto dentro di me… e ora scopami… affondalo ed esci… spingi…. Ahhhhhh oddio sììììì ancora Matte ancora… scopami sono tua.. sfondami con quel cazzo enorme… più fort… ahhhhhhh… oddio sto per god… ahhhhhhhhh ahhhhhhhhhh ahhhhhhhhh oddio sììììììììì spingi ancora sìììììììì vieni amore vieni dentro di me tranquillo godi godi god…ohhhhhh Dio mio mi stai riempiendo che bello…sento il getto del tuo piacere dentro di me…. Che bello… mi hai sfinita… ho il cuore impazzito… il fiato corto… sono senza saliva….
Vieni amore… ora baciami… stringimi e baciami…. Shhhhh ma che dici… sei stato fantastico, è normale che sei durato poco ci stavamo provocando da tanto… e poi fammi sentire… è ancora bello duro… sei subito pronto per continuare…. Ora taci e baciami… voglio sentire la tua lingua nella mia bocca… voglio baciarti… e poi voglio essere io a farti godere… voglio farti venire ancora con la mia bocca… voglio essere la prima a fare un pompino al mio bimbo… il mio bimbo stupendo… e con un cazzo meraviglioso…-

E si abbandonano a un bacio infinito, interrotto da Lara solo per mantenere la promessa e farlo godere con la bocca, dopo quella lunga e indimenticabile mattinata Matteo continuava a ringraziare Lara, che finito il momento di follia era quasi imbarazzata e si era raccomandata di non parlarne con nessuno di quel… regalo che le aveva fatto, anche se, dentro di lei pensava che forse un regalo lo aveva ricevuto anche lei e si sentiva in colpa per non averlo reso partecipe del segreto che c’era tra lei e i genitori di Matteo e che ora coinvolgeva direttamente anche il ragazzo…

4 mesi dopo Lara era bellissima e felice, con l’abito da sposa e amici e parenti a festeggiare lei e suo marito, subito dopo la cerimonia in Chiesa iniziano le prime foto di rito, dopo i parenti e gruppi di amici Lara fa una foto con Valeria, Fabio e Matteo, elegantissimi per il grande evento e subito dopo la foto, mentre il neo sposo parla con il fotografo e tutti si stanno avviando alle macchine per raggiungere il ristorante Lara confessa:
- Dopo lo annunceremo a tutti, ma a voi voglio dirlo subito, anche se col vestito per ora copro bene, ma sto decisamente ingrassando… sì, aspetto un bambino… -
Non finisce di dire la frase che Valeria la abbraccia e entrambe piangono di gioia, poi è la volta di Fabio che la abbraccia e i due si scambiano un sorriso che vale più di mille parole e infine Matteo, emozionato e felice che si congratula con lei…

Dopo la cena e il taglio della torta iniziano i balli e a un certo punto Lara invita Matteo a ballare con lei, durante un lento sono abbracciati e Lara interroga il ragazzo, che le confida che è già stato con due ragazze, ma che al momento pensa di fermarsi perché con una delle due è fidanzato da un mese e ci sta molto bene…
Lara lo abbraccia felice:
- Sono contento per te tesoro, è una ragazza fortunata quella che ti avrà per lei -
- Grazie Lara, anche tuo marito è un uomo fortunato e so che darai a tuo figlio lo stesso amore che davi a me, se non di più e sarà un bimbo bello e felicissimo, ne sono certo-
Lara con le lacrime agli occhi lo ringrazia:
- Non vedo l’ora che nascerà e la prima vacanza che farai con la tua nuova fidanzata voglio che sia a Madrid, sarete miei ospiti e ti farò conoscere mio figlio… Ora appoggia una mano sulla mia pancia tesoro, mi farebbe piacere se sentisse il calore del bimbo che ho amato prima di lui-
Matteo le accarezza la pancia e Lara chiude gli occhi, in fondo, anche se sarà suo marito il padre di quel bimbo, lei sa benissimo con chi l’ha concepito, anche se quello sarà un segreto che dovrà custodire per sempre dentro di lei…

THE END

***************************************************************************************

Grazie a tutti/e quelli che sono arrivati fino in fondo a questo racconto, grazie a quelli che lo hanno commentato qui o per mail e grazie a quel pazzo di nome YAZ che ha deciso di farmi un'intervista dopo aver letto questo racconto..
Chi vuole leggerla ecco il link https://www.eroticiracconti.it/racconto/27986-the-yaz-late-show-quattro-chiacchiere-conbumbumx00

per chi volesse invece scrivermi per mail: bumbumx00@gmail.com

Questo racconto di è stato letto 3 4 5 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.