Mai immaginato che

Scritto da , il 2017-05-12, genere incesti

Sono Dario 51 anni felicemente sposato con una bella donna da un bel po’, due figli Claudia 20 anni e Fabio 15 anni;
insomma che dire una buona vita, in tutti i sensi, ma una circostanza inaspettata, ha sconvolto la mia vita come uno tnunami che ha letteralmente travolto il mio equilibrio affettivo e sessuale.
Mia figlia Claudia studia da 2 anni a Pisa e in questi due anni non c’era stata mai l’occasione di andarla a trovare, nonostante me lo avesse chiesto tante volte, così nella metà di Luglio dello scorso anno mi capita di poter andare a trovarla.
“Ciao Claudia mercoledì prossimo sarò a Firenze per un convegno, resterò li fino a Venerdi mattina, penso di essere a Pisa nel pomeriggio di Venerdì e ho pensato di venire a trovarti, ci sono problemi?”
“ No papà quali problemi sono contenta davvero che finalmente vieni qui”
“Ok Claudia va bene, ora mi prenoto una stanza li a Pisa per venerdi e sabato perché ho l’aereo per il ritorno prenotato per Domenica sera”
“ ma no papà quale albergo, puoi stare da me, la mia amica non ci sarà, nel weekend torna a casa e quindi puoi stare tranquillamente da me, davvero nessun problema anzi mi fai davvero felice”
“Va bene tesoro ti chiamo…un bacio”
“ciao papà ti aspetto, sono davvero contente ciao”
Così come annunciato a Claudia arriva quel venerdi e giunto a Pisa, prendo un taxi e arrivo a casa sua. Mi accoglie con un sorriso fantastico, mi salta letteralmente addosso mi bacia mi stringe insomma era euforica per questa mia visita. Mi fa accomodare, mi offre da bere una bibita, mi chiede se avessi bisogno di qualcosa, parliamo un po’ della città, se stava bene li, del piano di studi e di altri convenevoli. Poi le propongo di uscire e trovare un bel ristorantino per la cena; sempre più entusiasta in un battibaleno va in camera e ne esce con addosso un vestitino simpatico stretto in vita e il sotto svolazzante, con colori vivaci,le stava davvero bene, risaltava ancor di più il suo corpicino slanciato; di istinto e sorridendo le dico” sei bellissima Claudia farò un figurone questa sera in giro con te” lei “ grazie papà, ma sarò io a fare un figurone ad andare in giro, con un uomo bello come te” ridiamo di gusto entrambi e usciamo.
Le chiedo se avesse voglia di mangiare qualcosa di particolare e mi risponde che aveva voglia di mangiare pesce, così chiamo un taxi e al tassista le chiedo di consigliarci un ristorante e di portarci;
Arriviamo al ristorante, un bel posto caratteristico, mangiamo benissimo, ma soprattutto pasteggiamo abbondantemente con un ottimo vino frizzantino, tanto che subito dopo aver finito di cenare, decidemmo di tornare subito a casa visto come eravamo entrambi brilli;
Giunti a casa, un caldo bestiale, Claudia mi invita a farmi una doccia rinfrescante, e mi dice che dopo l’avrebbe fatta anche lei; tutto normale vado in bagno, faccio la doccia, Claudia mi aveva dato un telo per asciugarmi, e così esco dal bagno e chiedo a Claudia dove avrei dormito;
Mi dice” Papà vedi io ho un letto ad una piazza e mezza, poi ho una brandina , ma è davvero scomoda, perciò penso che possiamo dormire entrambi comodamente sul mio letto”
Le rispondo “ Ok Claudia per me nessun problema, se a te va bene e tutto Ok”
Così infilo un pantaloncino corto e una maglietta e mi stendo sul letto, dopo un pò arriva Claudia anche lei con un pantaloncino corto ed una cannotierina e si stende anche lei espandendo un inebriante profumo fantastico;
” Sono stata davvero bene con te questa sera, ho proprio un bel papà” e così dicendo si avvicina poggiando la sua testolina sulla mia spalla sinistra accucciandosi su di me
le accarezzo le braccia, la stringo un pò per farle sentire il mio affetto e le dico” sei sempre la mia bimba adorata, anche se ormai cresciuta, ti voglio davvero bene sai”
Mi bacia sulla guancia più volte, si accuccia ancora di più su di me e si addormenta”
La guardo è bellissima continuo ad accarezzargli le spalle le braccia, sento il suo respiro, il suo profumo, il suo corpo a contato con il mio.
Accidenti !!!!! ho una erezione selvaggia incontrollabile, resto immobile e cerco di respingere questa situazione, ma continuo a guardarla ad accarezzarla dolcemente ed in modo quasi impercettibile….Dio che pensieri assurdi….penso che sono uno stronzo….ma sto impazzendo di voglia, lei è posizionata su un fianco e con la mano destra le sto accarezzando dolcemente le cosce;
Ho il cazzo a mille, addirittura mi rendo conto che trasborda abbondantemente fuori dal pantaloncino che avevo; all’improvviso un movimento di Claudia, solleva la coscia sinistra e me la poggia proprio sul cazzo duro; resto immobile, sono quasi terrorizzato, dopo qualche minuto Claudia comincia a strusciare la sua coscia sul mio cazzo, un movimento lento ma costante;
Non so che fare, non la tocco neanche più, ma lei continua a strofinare la coscia sul cazzo e dopo qualche minuto toglie la coscia e sento la sua mano sul petto che mi accarezza e pian piano va giù fino ad afferrarmi il cazzo; lo palpa come per sentire la sua consistenza, lo stringe, poi apre la mano e accarezza le palle per poi rimpossessarsi del cazzo e segarlo pian piano in modo lento;
Aveva gli occhi chiusi, ma la sua azione non si fermava; Sconvolto ma eccitatissimo provo a balbettare qualcosa” Claudia amore….dai…che fai” senza rispondermi si tira un po su e poggia le sue labbra sulle mie, mi dona la bocca e mi infila la sua lingua nella mia bocca, un bacio furibondo, lungo, intenso; una eccitazione sconvolgente che ci trascina in un turbinio di carezze; mi tiro su le sfilo la canottiera la guarda, il suo seno è stupendo un 3° soda con dei capezzolini irti come piccoli missili; le palpo e riesco a dirle che è bellissima, lei sorride e si rimpossessa della mia bocca; mi stacco un attimo e le sfilo i pantaloncini, il suo pube fantasticamente nero a pelo rasato ben curato nella forma, con il palmo della mano le accarezzo la figa, è bagnata, non resisto le apro le cosce e mi tuffo letteralmente sulla figa a leccarla e succhiarla; ansima, emette gridolini di piacere, mi accarezzava il capo mentre la stantufavo con la lingua; mi prende la testa per farmi tirare su e mi dice “ Dai papà scopami, lo voglio dentro dai, non sai quanto l’ho sognato questo momento, non sai quante volte mi masturbavo nell’immaginare questo” ero infoiato, incredulo per quello che stava accadendo, ero eccitato come non mai, senza freni inibitori, solamente deciso a darle piacere;
Le poggio la cappella all’ingresso della vagina e spingo piano per penetrare completamente quel paradiso di figa; lei ha un sussulto, mi guarda fisso negli occhi e mi dice” è meglio di quanto avessi immaginato, mi riempi tutta papà, ohhh papà siii dentro di me siiii” La scopo così per 5 minuti sentendola rantolare sotto i miei colpi lenti ma profondi; riesco ad avere la lucidità di cambiare posizione perché rischiavo di sborrare in fretta e faccio in modo di farmela sedere sopra, fa da sola, prima di infilarselo dentro si struscia la figa sopra e poi se lo infila in modo deciso; mi cavalca, le accarezzo i seni che sobbalzando con il suo movimento; è fantastico così, il mio cazzo è preso come una morza di muscoli vaginali, sento le sue contrazioni, mi annuncia che sta per godere ancora e le dico che anche io non resistevo più le dico” Amore mio che splendore che sei….mi fai impazzire così…non resisto…non posso sborrarti dentro…non posso” lei “ Ohhh si che puoi papà …..si che devi…siiii…non preoccuparti puoi riempirmi puoi siiiii” un orgasmo violento, lungo, quasi doloroso, mi libera di un fiume di sborra che avevo dentro;
Spossati entrambi, ci abbracciamo senza dirci nulla per qualche minuto, poi provo ad accennare qualcosa ma lei mi dice” Niente papà, non dobbiamo dire nulla, l’importante che sia stato bello, io lo volevo e lo volevo da tanto tempo e finalmente ho fatto l’amore con te e ti assicuro che non potrò mai più rinunciare al piacere che mi hai dato” Mi bacia con trasporto e ricominciamo.
Da allora è passato un anno e la nostra storia continua ancora meglio.
Credetemi è una storia vera.

Questo racconto di è stato letto 1 3 6 8 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.