Erotici Racconti

Storie di sesso e amore di due conoscenti

Scritto da , il 2017-04-21, genere poesie

Questa è la storia di due conoscenti amici di lunga data che alla fine degli anni 90, cominciano a vedersi sotto un altra luce, lei si chiama Tamara bellissima bionda occhi verdi, anni 28 altezza sopra la media fisico da modella originaria del sud Italia, lui un uomo bello sui 30 anni, fisico bene costruito alto 1,78, sempre abbronzato, uomo di mare in tutti i sensi poiché imbarcato su navi da crociere come cameriere di alto livello, conoscendo molte lingue, ed usandole bene, " sapete ho imparato che le lingue straniere si apprendono bene al letto, ad esempio amando bene una donna Francese lei emetterà frasi d'amore in Francese, tu ti ecciti sempre di più e dunque, la scoperai sempre meglio e di più, oltre a mantenere alta la bandiera, fai salire anche la pressione del tuo prezioso gioiello che nei rapporti internazionali, significa molto un po' come giocare una partita il goal è tuo." Ve lo dice un ex cameriere imbarcato su navi da crociere per ì super ricchi, battenti ogni bandiera.
Ma torniamo ai nostri protagonisti, lui Romano ha due settimane di permesso licenza, è estate fa caldo in una deserta città come Milano, telefona ad un vecchio amico ALEX, gli dice che deve andare in Puglia a trovare i suoi genitori in vacanza li , Alex si offre di fare un pezzo di viaggio insieme fino a Pescara, anche lui cameriere separato e sempre in cerca di avventure di sesso con delle belle fighe.
Si parte per il mare , dopo esserci separati proseguo il mio viaggio per il Salento, un luogo che amo fin dalla mia infanzia, arrivo a destinazione Otranto che favola ragazzi aria di mare, leggera brezza, pieno di belle ragazze belle fighe che arrivano da tutta Europa per visitare Otranto e magari proseguire poi per la Grecia ma comunque tutte curiose e disponibili di conoscere Gli uomini italiani e non solo molte di loro anche a caccia di donne, insomma cè ne per tutti i gusti.
IO "Romano Botola" sto bene in questi posti si mangia molto bene, il pesce è fresco, è pieno di donne da conoscere e portarsi a letto o in spiaggia se preferite, insomma non manca nulla, ma come tutte le cose strane nella vita, sento sempre una stretta un morso nello stomaco e non capisco il motivo, vado a dormire nella bella casa in pietra Leccese, al mattino mi sveglio, dopo fatto una buona colazione, mi affaccio alla finestra di casa e lungo la stradina vedo ad un certo punto splendida visione è lei, la mia Tamara bellissima bionda, profumata a distanza sento il suo odore, anche l'odore della sua fica, e bellissima, mi si apre il cuore e lo stomaco e praticamente sprofondato giù in fondo.
Mi fa un cenno di saluto, mi dice : HEI bello che fai, dai sbrigati andiamo al mare, le rispondo ok ma sali per un caffe l'ho appena fatto, la aspetto in cima alle scale, e vestita con una corta gonna di jeans color bianco, indossa una canotta rosa, senza reggiseno, ha dei sandali dorati con tacchi, è profumatissima sono appena le 10,15 del mattino la giornata è lunga.
Le dico siediti pure, ti preparo il caffè, con un pasticcino , mi risponde con crema mi raccomando la voglio calda da gustare tutta, le rispondo mia adorata Tamara per te la crema non ti mancherà mai, io ne ho sempre, si volta è mi da uno sguardo felino, non lascia alcun dubbio, i suoi occhi si fissano nei miei e si fondono, per qualche secondo rimango senza respiro quasi come morto, oppure paragonabile ad un fumatore di 40 sigarette al giorno, poi le porgo la tazzina di caffè, bello forte profumato, lei mi dice con questo caffè rimango eccitata tutto il giorno, non so come smaltirlo, a quel punto non cè la facciò più , prendo coraggio un bel respiro e le accarezzo i suoi capelli belli biondi sembra una bambola Svedese, si volta e mi accarezza il torace, il petto poi si alza dalla sedia e ci baciamo come ragazzi alle prime esperienze , è bellissimo non ci stacchiamo per molto tempo le nostre lingue vanno per conto loro senza nessuna regia, o ragionamento seguono il flusso del sangue caldo dei nostri corpi, corpi sudati pieni di ormoni che devono uscire fuori, io sono eccitato al massimo come un ragazzo adolescente," e pensate che prima di sbarcare dalla Fantastica nave da crociera, mi ero fatto una splendida Danese, un Francese, ed una bella cantante di bordo una Americana di colore," che favole ragazzi, ma Tamara cancella tutto questo è lei l'unica donna per me, cosi comincio a strofinarla sotto le cosce, mi accorgo che è già molto bagnata, praticamente il suo slip molto ridotto è zuppo di umori delle vagina, un profumo di fica che ricordo ancora oggi a distanza di oltre 20 anni, comunque la sbatto sul tavolo della cucina, basta poco con le mie dita sposto le sue mutandine, e le strofino per bene la sua clitoride, è bellissima ha una vulva perfetta rosea, calda, aperta al punto giusto, mi chino su di lei e comincio a leccare tutto e bere il suo succo prelibato, è dolce come lei del resto, penso che dal odore e sapore della vagina di una donna si possono scoprire molte cose, dal carattere, cosa pensa, i suoi desideri e molto ancora basta fare attenzione, comunque le si spoglia è abbronzata e dorata rimane nuda indossa soli i suoi sandali con un pò di tacco, dice lei che una donno per essere in ordine e fare l'amore deve avere delle belle scarpe ,con dolcezza si piega sule ginocchia e comincia a prendere il mio membro ben dotato, nella sua bocca , con la sua lingua può ottenere tutto quello che vuole è fantastica, le dico vai piano se no vengo subito ,mi guarda con i suoi occhi verdi e lecca ancora più veloce, a quel punto non riesco a trattenere il mio liquido e con mia sorpresa lei non molla la presa finche non beve tutto, tutto il liquido di un uomo trentenne , immaginate, Tamara ti è piaciuto, si ho avuto la mia crema, dopo i, caffè, la prendo in braccio la bacio con amore e passione, la porto in camera ,ci mettiamo comodi nel letto e facciamo l'amore come se non avessimo mai fatto prima, "lei mi dice sono la tua donna ora e sempre ricordalo quando torni sulle navi per lavorare in giro nel mondo, anzi voglio farti un dono speciale amore mio, prendimi da dietro fammi tutta tua, non l'ho mai dato a nessuno" io le dico tu mi stai offrendo i, tuo culetto.... "si come prova d'amore ti amo" comincio a baciare tutto il suo corpo perfetto
i suoi odori esalano la camera, dopo averla preparata a dovere vista la mia esperienza di amatore maturata da ragazzo molto giovane quando cominciai a lavorare sulle Navi mercantile e di crociere, con esperienze da alieno con molte donne anche più ,mature di me che mi hanno insegnato tanti modi di amare e tanti trucchi , esperienze specialmente nel sesso anale, " Mai dare niente per scontato "Ebbene la mia Tamara era pronta per darmi la prova d'amore e per essere penetrata nel suo stretto lucido e profumato culetto, come prima volta ho preferito farla stare in posizione a pancia in giù , con un cuscino sotto la pancia se lo gradisce, lei è calda bella pronta, non usiamo nessuna precauzione , perché ci fidiamo e ci amiamo così come siamo, dopo aver leccato il suo buchetto perfetto, con molta calma la penetro, e sento che lei è fatta davvero per me, un po' come se aveste la sensazione di entrare in un luogo e di sapere che ci siete già stati e non volete più andare via, il suo culetto per me è questo, la sentivo godere e urlare di piacere, per lei il dolore era anestetizzato dal enorme piacere del godimento assoluto, un regalo degli dei, come nell' epoca degli antiche Romani che consideravano il sesso con tutte le sue espressione un regalo degli DEI ,pertanto qualcosa da gustare insieme, perché poi passa e bisogna prendere l'attimo i " CARPEDIEM"
Tamara gemeva e godeva, io cercavo di farlo durare il più a lungo possibile, non pensavo tanto al mio piacere ma quello della mia donna in quel momento, la mia dolce Tamara era tutta in lago veniva davanti e da dietro, una fontana di umori femminili, caldi con un profumo esotico orientale, che si mischiava al profumo del mare a pochi metri dalla mia camera.
Ad un certo punto mi dice :amore mi hai sfondata , dai vieni anche tu, non riesco più a trattenermi, con dolcezza lo tiro fuori, lo rivolgo verso le sue labbra e il mio liquido va in parte nella sua bocca e poi finisce lungo le sue tette belle, per la cronaca ha una terza, ha un seno perfetto bocce rivolte in alto capezzoli di misura giusta, assenza di nei, insomma una pelle liscia e dorata, una vera figa.
Ci facciamo una bella doccia insieme, ci travolgiamo di grandi baci in bocca, è bellissimo, ma dobbiamo sbrigarci per andare al mare, e poi a pranzo siamo invitati da una sua zia Carmen, che mi adora, e spesso mi dice ," Romano peccato che sei lontano e sempre in giro per il mondo, per te vedo bene Tamara può essere una buona moglie, pensaci bello mio....
L'estate è passata veloce ma intensa, tutte le volte che potevamo incontrarci io e la mia dolce ed anche un po' perversa Tamara facevamo sesso in ogni sua espressione, anche a volte vedendo film hard o porno, così per uno spunto, ma non ci mancava certo la fantasia, per concludere le mie vacanze erano finite dovevo rientrare a Genova, per imbarcarmi per una lunga crociera nel mare del nord da Amsterdam a Copenaghen un lungo Tour, dove come da tradizione ci sono molte donne, e uomini che si imbarcano per fare una bella crociera, e si sa come va a finire, amore e sesso notte e giorno.
Bacio la mia bella Tamara, non voglio nemmeno una sua fotografia come ricordo so che ci rivedremo, e faremo ancora sesso e amore, lei mi bacia di nascosto, in uno scantinato, mi lascia in pegno un suo braccialetto d'argento, mi dice che mi protegge e mi fa pensare solo a lei, poi non contenta mi sbottona i pantaloni e comincia a masturbarmi, poi mi lecca il mio membro con lentezza e delicatezza , immaginate la sua lingua bella liscia, sana , mi dice voglio che il mio pompino duri a lungo il tuo nettare per me è prezioso, dopo aver bevuto tutto fino al 'ultima goccia come dice lei, siamo andati insieme al bar per prendere un buon caffè, crediamo che in molti nel piccolo borgo di Otranto si siano accorti della nostra love story, ma chi se ne frega, posso dirvi che oggi a distanza di 20 anni la dolce Tamara è sposata con figli, ma ci sentiamo ancora, e il nostro fuoco d'amore non è mai passato anzi il vulcano è sempre attivo ancora è ancora, e stiamo parlando di 50 enni che non sono mai invecchiati solo cresciuti, ancora pronti a prendere il nettare degli DEI, il Carpediem , per quello che mi riguarda io Romano Botola, bhe, continuo a viaggiare non più sulle navi, ma ovunque vado, non mancano le belle donne disponibili, diciamo che il sesso è un pochino cambiato, ma porto sempre con me la mia Tamara, bella dolce calda, ancora da prendere con rispetto e amore.
Questo racconto è una storia vera, ambientata in Puglia -Otranto nella fine degli anni 90, bei tempi, spero che vi sia piaciuto perché io e Tamara ne abbiamo fatte tante altre e di tutti i colori, così i prossimi racconti possono essere ancora più vivi è piccanti, come dice Tamara, bisogna essere un po' perversi, nel senso buono, un saluto a tutti e buona lettura.

Romano Botola

Questo racconto di è stato letto 6 5 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.