Erotici Racconti

Il contadino

Scritto da , il 2016-12-28, genere trans

Ciao, sono un ragazzo 40enne single che ama essere femmina nell' intimita',il mio fisico magro con delle belle gambe depilate e il mio viso al limite della mascolinita anzi forse piu dolce e fine con il nasino quasi all'insu il tutto facilita il mio effeminamento in intimita', vivevo solo in un comodo appartamentino in una citta del nord dove lavoro come impiegato alle poste,lavoro sempre uguale ma non faticoso che mi permette pero' di vivere bene e di mantenermi , pagavo agevolmente l'affitto del mio appartamentino in periferia ,il mio comodo appartamentino dove la sera vivevo la mia femminilita', dove conservavo le mie cosette da travestita, dai cinesi mi rifornivo di un po di tutto babydoll calze completini sexy scarpe con tacco 12 i miei piedini erano piccoli da signorina un 39 l'invidia delle mie colleghe che magari avevano i piedi piu' grandi 40 41 i trucchi, smalti, rossetti, unghie finte li ordinavo sui siti , intimo sexy tacchi gonne, vestitini e l'armadio della camera conservava la mia femminilita' la sera tornavo da lavorare e un dolce bagno con i sali profumati la crema idratante sulla pelle la mia parrucca di capelli lunghi , il trucco un babydoll i tacchi e diventavo Luisa poi via al compiuter dove chattavo in qualche sito con maschi di tutti i tipi, cercavo con frenesia non so cosa decine di annunci , finche' una sera mi inbattei in un annuncio di un uomo maturo del sud che viveva nella campagna della mia citta'e faceva il contadino ,cercava un amico serio single solo passivo effeminato oppure da effeminare che aveva l'hobby del travestimento che desiderava essere trasformato in femmina e diventare la sua compagna diventare la donna di un vero uomo solo attivo. L'annuncio mi aveva colpito,ero eccitato ma avevo paura di rispondere ero pero' attratto da quell'annuncio, cosi' mi feci coraggio e gli scrissi, gli dissi che ero passivo che amavo la ligery raffinata che ero sola soletta senza legami che vivevo nella sua citta ,e che cercavo un rapporto continuativo con un vero maschio solo attivo, cercavo l'amore un fidanzato inserii anche il mio numero di telefonino da usare solo come whatzapp ,numero che uso solo per chattare,schiacciai invio era fatta avevo risposto e bo chi sa se mi avrebbe risposto, non ci speravo pensai forse i soliti annunci di qualche perditempo, passo solo qualche minuto e il mio telefonino mi avviso' che era arrivato un messaggino con whatzapp lo presi con ansia e lessi il messaggio " ciao Luisa mi chiamo Carmelo e sono il contadino dell'annuncio la tua risposta mi e' piaciuta ed e' proprio quello ce cerco ti invio mia foto per evitare che tu possa pensare a me come un fusto che non sono anzi non sono ne alto ne molto bello e ho 59 anni ma dotato come potrai vedere in foto se ti piaccio rispondimi sono qui altrimenti capiro' ciao"guardai la foto era vero non era alto anzi mi pareva bassino era calvo aveva la pancia e la barba incolta aveva una cannottiera bianca e un po sporca era sudato aveva le mutande bianche come quelle di mio nonno e fuori dalle sue mutande svettava un uccellone di almeno 23 cm che teneva a fatica con due mani , lo guardavo e riguardavo ,come era bello un vero maschio mi piaceva ero attratta da lui ,gli risposi gli dissi che mi interessava ,non potevo digli che mi faceva impazzire ,gli mandai una mia foto carina enfemm e attesi 5 minuti 10 minuti e arrivo la risposta ,aprii il messaggio lo lessi "Luisa sei stupenda sei una bambola e diventerai mia" poi mi chiese se poteva fare una video chiamata ,gli dissi di si e fu cosi' che ci parlammo era un maschio autoritario con un forte accento siciliano mi trovavo a mio agio e la mia voce divento' mielosa da femminuccia ,mi parlava mentre muoveva la sua bocca con uno stecchino mi disse di chiamarsi Carmelo ,mi faceva mille domande mi chiedeva se sapevo cucinare se sapevo rammendare fare le faccende di casa,mi chiedeva se ero una brava casalinga , perche' sarei diventata la sua donna, lo diceva convinto e io non ero in grado di oppormi al suo modo di essere autoritario e maschilista in 5 minuti di telefonata mi aveva fatto capire cosa voleva e cosa sarei diventata e a me piaceva era quello che volevo diventare la femmina di un vero maschione ,mi volle vedere tutta intera,gli mostrai tutto il mio fisico inguainato e agghindato da femminuccia ,si gusto tutto il perimetro del mio corpo tocandosi il suo cazzone che in video vidi venire fuori dalle mutande ,era grande lungo grosso e pensai subito che mi avrebbe rotto il culetto ,ero a bocca aperta e guardavo la sua mano andare su' e giu' su quel cazzone meraviglioso e lui sicuro di tanta mascolinita' mi chiese se mi sarebbe piaciuto averlo dentro, ero imbambolata e gli dissi che ero quasi vergine e che era enorme ,lui mi tranquillizzo' e sghignazzando mi disse che dovevo essere sverginata come tutte le femmine e il mio culetto sara' una fica rotta e che dovevo ubbidire al maschio e che dopo aver preso il suo cazzo e avere la sua sborra dentro sarei diventata donna sottomessa e innamorata del suo uomo ero fatta ero in suo possesso ,mi faceva vedere il suo banano dal telefonino e poi all'improvviso mi chiese se tutto quello che mi aveva detto mi piaceva se ero disposta a diventare donna e solo sua , mi saluto e mi chiese di pensare a quello che mi aveva chiesto e di inviargli via email la risposta di chiedergli di diventare femmina e sua se la risposta era positiva e un no non voglio se negativa ,mi disse di pensarci e poi ci sentiamo chiuse la chiamata,ero sconvolta eccitata pero' avevo tutta la notte per pensare, continua ragazzi

Questo racconto di è stato letto 4 8 8 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.