Un nero al cimitero

Scritto da , il 2016-10-29, genere gay

Per la ricorrenza dei defunti,decido di anticipare la visita al cimitero oggi,magari con meno confusione e gente,posso con calma andare a trovare i miei Cari defunti. Il cimitero non è infatti affollato e ho potuto anche parcheggiare vicino,mentre giro per il cimitero,vedo un ragazzo sui 30 anni di colore,e un operaio che lavora nella ditta che ha in appalto la manutenzione . Mi incrocio varie volte con il nero,tra noi grandi sguardi,di sicuro avrà notato il mio modo di osservarlo,poi ci troviamo per caso quasi accanto,lui sorride e mi saluta con un cortese buon giorno,io contraccambio e con una banale scusa gli chiedo di indicarmi la tomba di un giovane morto recentemente in circostanze terribili,mio conoscente. Allora il giovane operaio d colore,si presenta ,si chiama Assad e cortesemente mi chiede di seguirlo per portarmi alla tomba richiesta. Davanti alla cappella della famiglia del ragazzo,Assad. Mi Indica la lapide,io lo ringrazio allungandogli 10 euro di mancia........Questa gente non rifiuta mai i soldi,anzi! Si allontana salutandomi e ringraziandomi,ma dopo poco lo rivedo .....mi avvicino e attacco a parlare,gli confesso che e una persona molto gentile,ma affondo dicendo che è pure carino! Lui capisce al volo,mentre parliamo lo vedo toccarsi il pacco con insistenza........prendo coraggio e lo invito a venire con me,lo porto nella cappella è una volta dentro lo abbraccio,lui cerca di baciarmi,mentre appoggia la mano sul mio culo! Dentro la cappella nessuno puo vederci,accostò la porta si spogliò dei pantaloni,io mi inginocchiai per succhiaere Quel bel cazzo barzotto,appena preso in bocca lo sentivo veramente duro! Il Nigeriano ha un bel cazzo grosso e lungo,ma veramente doppio ,tanto da scoraggiare chiunque a farselo mettere in culo! Assad aveva in tasca un barattolo di grasso,lo usa per ingrassare dei tubi che doveva montare,mi spalma un bel po di questa schifezza,e mi penetra prima con il manico del martello che aveva con se ......dopo avermi lavorato e allargato bene il culo,mi fa piegare e àppoggiare al muro,mi appoggia il suo cazzone e inizia a affondare dentro ,il cazzo entra bene senza dolore e tutto,con gran soddisfazione e piacere Assad inizia a sbattermi,ironia della sorte mi scopa sulla lapide di mio padre,che in qualche modo mi rende meno eccitante l'inculata! Il nero mi chiede se ho voglia di bere la sua sborra,che inizia a schizzare in faccia ,la prendo e la portò alla bocca per ingoiarla,sono eccitato,sto per venire anche io,e sborro sulla tomba di mio padre! Provo un forte dispiacere e amarezza per questo,ma conoscendo mio padre sarà sicuramente felice di aver visto suo figlio godere quel bellissimo fusto di ragazzo nero.

Questo racconto di è stato letto 6 9 2 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.