Raccolta del uva estiva

di
genere
prime esperienze

Un mio amico mi dice che suo Zio cerca operai per la vendemmia vitto alloggio e paga giornaliera Accetto e partiamo un ora e mezza di viaggio arriviamo in campagna mi presenta lo zio alto grosso massiccio ci accompagna nelle nostre stanze e una doccia comune e ci sono altri arabi e neri la sera a cena ci spiega lo Zio come comportarci iniziamo a lavorare nei filari stacchiamo i grappoli e mi fanno vedere come fare un ragazzo del Marocco gentile e sorridente e torniamo a turno aspettiamo la doccia e io sono ultimo arrivato e ultimo a fare la doccia e acqua è fredda e mi sbrigo esco e Daniel il marocchino mi butta sulle spalle un asciugamano e mi passa le mani tremo dal freddo e mi fa segno di seguirlo e entriamo in una stanza piena di sedie e letti e materassi accatastati e chiude e abbraccia ho freddo tremo e lo stringo le sue mani sul mio corpo e mi riscalda e sento il suo cazzo diventato duro e lo appoggia sulla mia pancia e lo strofina e mi lecca il collo e le orecchie e io ho brividi e mi infila la lingua in bocca calda rosa e le labbra carnose che mi avvolgono la bocca e mi faccio trasportare e poi mi spinge dietro una pila di materassi e mi stende su un materasso e lui sopra e nudi e mi bacia e mi accarezza il culo le mani nel solco ha modi da maschio duri e decisi e mi spinge in basso e mi costringe a succhiare i cazzone grosso e lungo e faccio fatica e lui mi infila le dita nel culo e mi allarga e poi mi gira mi alza bacino a pecorina allarga le gambe e sputa nella sua mano e sul culo e appoggia e spinge di colpo entraaa haaaaaaaaa dolore ma lui mi tiene fermo per le spalle e lo manda tutto dentro e mi scopa forte e poi mi fa salire sopra e da sotto spinge e io mi eccito e lui mi schiaffeggia il cazzo e mi fa schizzare e poi mi riempie mi butta da una parte si veste e mi afferra per i capelli e mi dice Guai a te se parli hai capito e esce ....Finiamo il primo ettaro e la sera organizzano una festa tutti cena e poi si beve e si balla davanti a un fuoco siamo tutti brilli Un ragazzo di colore del Senegal mi afferra per la mano e mi trascina verso i campi arriviamo e mi fa sedere e poi si siede vicino e mi stende viene sopra e mi bacia lo abbraccio e apro le gambe e lui al centro e strofina il cazzone lo sento crescere e tremo e lui mi spoglia e si spoglia bello tutto un muscolo afferro il cazzone doppio e largo enorme mai visto un cazzo cosi e provo a succhiarlo ma entra solo l metà e lui mi ecca il culo e mette saliva e infila le dita e io mi siedo sopra e piano piano lo faccio entrare e grosso faccio fatica e mi bagno e lo entra e lui da sotto lo spinge e alla fine colpo secco e lo faccio entrare tutto e inizioa a danzare e lui gode mi afferra per i fianchi e poi mi gira a pecorina io sotto ho il cazzone nel culo e lui mi sbatte forte mi tappa la bocca e mi sbatte e poi a gambe aperte mi riempie e io vengo ...Torno alla festa e Marocchino mi dice di seguirlo e mi porta in casolare e mi spinge in basso e mi da il cazzo da succhiare e ha il cazzo duro e li che affianco due persone si avvicinano e mi danno il cazzo da succhiare e a turnio mi scopano e poi io al centro e uno alla volta mi ficcano due cazzi nel culo
scritto il
2024-01-26
3 . 4 K
visite
0
voti
valutazione
0
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.