Il medico ha sempre la medicina giusta Parte III

Scritto da , il 2022-09-06, genere voyeur

Non potevo mancare nel raccontavi altri particolari della mia parentesi coniugale. detto che avevo preso accordi con il Professore, il giorno di una delle "tante" visite effettuate da mia moglie Sara, mi sono recato presso lo studio medico in anticipo. Il Professore mi ha fatto accompagnare nella stanza adiacente allo studio raccomandandosi di mettermi le cuffie e di non fare rumore. In perfetto orario la segretaria la segretaria annuncia la presenza di mia moglie e lui per farmi sentire con tono alto gli dice : " signorina ha disdetto gli altri appuntamenti come avevo detto?",la segretaria risponde di si. Mia moglie entra nello studio, bellissima, Tailleur blu con gonna camicetta bianca e giacca, lui la guarda soddisfatto, questa volta gli dice di spogliarsi completamente, lei inizia a spogliarsi e io ad arraparmi. aveva un completino intimo rosso, reggiseno trasparente e perizoma, proprio da zoccola roba che io non avevo mai visto lo aveva comprato per l'occasione? Comunque la fa sdraiare sul lettino e inizia a spogliarsi, un bell'uomo, un bel fisico anche se in là con gli anni e soprattutto un bell'arnese e ora con la telecamera che posso zoomare un glande particolare, una gossa fragolona. Il Prof gli toglie il reggiseno e d'impeto gli strappa le mutandine, lei sembrava molto eccitata in fatti a voce più alta gli dice " sei già pronta", quindi non la fa bagnare leccandola ma gli poggia il suo cazzo sulla fica strusciando sul clitoride mentre gli strizzava i capezzoli e lei inizia ad impazzire, poi senza mettere il preservativo infila la sua grossa cappella nella fica e gli dice " la dobbiamo un po allargare" e inizia a penetrarla, per non correre rischi aveva messo in bocca a Sara il cazzo di gomma preso dal cassetto, iniziò a scoparla lentamente e poi sempre più forte. Mi chiedevo dentro di me e se questo viene che succede? Ma l'eccitazione del momento, mi segavo in continuazione non mi faceva ragionare e poi mi ripetevo "lui sa quello che fa". Lui la scopava e lei gemeva, sembrava come quando sgridi al tuo cane e lui guaisce, poi si inarco sul lettino e conoscendola avevo capito che era venuta, lui era un marziano non veniva poi capii il perchè. dopo che Sara era venuta, lui la girò diciamo alla pecorina e la rinfilzò con il suo cazzone, lei godeva Come una maiala ed io come un cornuto felice che un altro uomo rendesse sazia mia moglie visto il mio periodo nero per non parlare di paragoni di dimensioni la sbatteva e lasciandosi andare gli diceva, sapendo che lo ascoltavo, " ti piace il mio cazzo vero? Dimmelo" e lei " sii è grosso" e lui "allora con tuo marito non godi come con me" e lei " NO", un no perentorio, una condanna, un grido strozzato dentro di me..TROIA. Poi lui si sfilò da mia moglie andò sensa farsi accorgere da lei che era alla pecorina, verso la tele camerina e la girò..Cazzo non vedevo più niente..ma si era dimenticato che sentivo e mentre era era rientrato dentro mia moglie, l'ho capito perché lei aveva ripreso ad ansimare come una cagna, disse dopo un po "Eccomi..eccomi arrivo" e mia moglie preoccupata gli disse " Noo non venire dentro, nooo".Il Prof. Gli era venuto dentro cazzo e gli disse "non ti preoccupare sono sterile, buffo ma vero". E io che dovevo fare uscire dalla stanza prendendolo a pugni? Dire a mia moglie sono un guardone e tu una troia? No..lo so ma in quel momento sono stato un vigliacco. Poi lui non contento riposizionò la telecamera verso il divano chiese a Sara di alzarsi ed andare con lui sul divano, Lui seduto e lei accanto, gli disse qualcosa che non capii e le si abbasso sul suo cazzo adesso meno potente e iniziò a spompinarlo, succhiava e godeva perchè nel frattempo lui gli aveva aperto le gambe e gli aveva infilato le dita nella fica. Quando riprese vigore la fece sedere sul suo grosso cazzo e la impalò tappandogli la bocca, le scendeva e saliva sempre più rapidamente facendo scorrere il cazzo che prima lui aveva spalmato di unguento, credo che se gli avesse tolto la mano dalla bocca, i strilli di piacere si sarebbero sentiti per tutto il palazzo, con il suo bracci il Prof gli teneva la schiena e lei riusciva ad arrivare fin sopra la cappella e poi riscendere fino a metà cazzo perchè era troppo grosso e le succhiava i capezzoli, non contento con l'altra mano spingeva la testa di Sara verso la sua bocca ma Sara si scansò, almeno quello pensai l'avrei risparmiato un bacio sulla bocca di mia moglie e invece no, al terzo tentativo lui tirò fuori la lengua e lei inziò a succhiargliela, poi era lei che cercava la sua bocca. a un certo punto il prof stava venendo, uscì da mia moglie e gli mise il cazzo non in bocca ma sulle labbra per farmi vedere lo schizzo, io zoomai e vidi un fiotto di sperma entrare nella bocca di Sara e lui poi gli infilò quella grossa fragola nella bocca e per forza di cose lei dovette ingoiare tutto lo sperma, tolto il suo cazzo mia moglie ebbe come un conato di vomito ma lui non contento e ancora scolante di sperma gli rinfilò il cazzo in bocca e lei questa volta lo succhiò avidamente ingoiando tutto. Poi lei si sciacquò la bocca nel lavandino, una rinfrescata e si rivestirono, mentre si si stava rimettendo le mutandine lui disse " meglio di no mi piace saperti senza". Devo interrompere il racconto, poi vi dico il resto..

Questo racconto di è stato letto 3 2 2 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.