Zia cat ( l’amica lory ) pt.2

Scritto da , il 2021-11-16, genere etero

Racconto basato su episodi parzialmente accaduti dedicato alle due protagoniste femminili, realmente esistenti ; di un’intelligenza e eroticità molto spiccate la prima ( cioè zia Cat ) e alla quale voglio davvero bene e la seconda di una rara insaziabilità sessuale Loredana , conosciuta in chat anni fa e oralmente solo dopo e per la quale nutro ancora una certa eccitazione oltre che un dolce ricordo .


Le chiacchierate tra Alessio e Loredana, andavano avanti da un po’ si scambiavano saluti, qualche foto e dettagli piccanti, che Alessio puntualmente mi raccontava.
Loredana, apostrofata da noi Lory o LoredANAL era sposata con un trasfertista che passava 4-5 giorni a settimana fuori città e lasciava quindi molto tempo libero alla moglie che oltre ad essere impegnata in collaborazioni domestiche, non disdegnava presenze maschili nella sua vita; non lo faceva per noia o senso di abbandono da parte di Fausto ma proprio per vocazione, le piaceva il sesso in ogni sua forma, solitario, etero e lesbo .

47 anni, lunga e curata chioma mora, occhi verdi di quelli che ti fermeresti a guardare per molto tempo se non venissi distratto dalla sua scollatura, un seno non enorme ma ben fatto, tirato su dai push-up e messo comunque in mostra, senza volgarità .

Alessio le aveva confidato che la donna aveva suscitato molto interesse nel sottoscritto ma non avrei osato far nulla, sapendo che lei era abbastanza intima con zia Cat, la quale non avrebbe gradito se si fosse saputo. Lei rispose che avrebbe tastato il terreno con Caterina per vederne la reazione.
Mattina in ufficio a fare contabilità, arrivano una serie di messaggi di zia Cat :
- Porco ☹
- Porco 😉
- Porco 😊
- Vari screenshot della conversazione con Loredana che chiedeva informazioni su di me
Io per tutta risposta, mettendo emoticon a forma di angioletti , risposi :
- Porco io !?!?! alla tua amica piace Alessio e ora sta pensando anche a me ?!?!
Come risposta, arriva un vocale dove due voci , quelle delle due amiche , ridendo mi informano che Alessio non gradisce le attenzioni del gentil sesso .

Rispondo al vocale, sempre ridendo, nonostante mi fosse già venuto duro, che la mia zietta sarebbe stata gelosa !!!
Mezz’ora dopo, zia Cat mi manda un messaggio :
- 3yy 83xxx16 mi raccomando !!! lei non sa nulla di me e poi, per favore, non essere banale, non nei “nostri” posti !!!

“ Che donna !!! “ pensai all’istante, Caterina mi stupisce sempre .

Dopo qualche giorno di scambio messaggi con Lory, Alessio mi disse di sapere e che gli sarebbe piaciuto guardare se ci fossimo incontrati e se fosse scattata quel tipo di chimica, io annuii cercando di scacciare il pensiero di farmela con lui in un angoletto a spiarci.
Dopo altri giorni in chat e con sempre crescente curiosità, l’appuntamento con Loredana era per un caffè poco fuori la tangenziale, bar carino, tavolini all’aperto, parcheggio lato superstrada; arrivo prima io e mi metto a giocherellare a Ruzzle .

parcheggia un'Audi A3 sportback blu, cerchi in lega da 18”, vetri posteriori oscurati , penso “ potrei quasi quasi comprarla a fine anno, svendiamo il 318 che ormai ha 400 mila km e recupero pure l’iva “ .
Scende una donna, che inizialmente non avevo riconosciuto, occhiali neri, pantalone sul panna e camicia celeste, tacco 8/10 … “ Cazzo Loredana !!! “ esclamo quasi ad alta voce ; completamente diversa dalla donna in tuta e t-shirt incontrata a casa di zia Cat…
Prima che faccia uno squillo, scendo e le vado incontro :
- “ complimenti bella signora” accennando un baciamano “ mai l’avrei riconosciuta !!! secondo me anche Alessio cambierebbe idea, vedendola così“ percorrendo con lo sguardo dall’alto al basso le sue forme .
- “ Alessio ha visto molto di più, caro, e niente, non vuole cambiare idea !!! “ rispose sorridendo ed abbassando gli occhiali

Del caffè ricordo solo, lo sguardo affamato di lei e il modo quasi ipnotico di giocherellare col cucchiaino dopo circa un quarto d’ora i sedili posteriori della A3 ci facevano da divano .

Incrociare sguardi, mani e labbra era stato quasi immediato una volta usciti, volevamo andare altrove ma nel parcheggio quasi le saltai addosso, il suo profumo, quelle labbra color rosa lucido mi avevano eccitato troppo, le cinsi i fianchi premendola sullo sportello , tastandone la reazione che, però non fu di rifiuto, mi mise la lingua in bocca graffiandomi i jeans sulla coscia senza però arrivare alla patta dei pantaloni, dopo un bacio nemmeno troppo lungo appoggiò i seni al vetro della sua macchina sporgendo con il sedere e appiccicandolo ai miei genitali, twerkando mentre si guardava intorno .

Ripensavo alle foto mandate in chat, alle frasi che mandava nei vocali con voce sensuale : “ ti voglio qui , porca, ti voglio ora !!!“ le sussurrai guardando l’elastico del tanga che sporgeva dai pantaloni .
Aprì la macchina e ci fiondammo sui sedili di dietro, spaziosa ma non troppo avevamo poco spazio di movimento, ma era esattamente quello che volevamo .

Io, con i pantaloni già sbottonati, la sua mano nei boxer mentre mi divertivo a sbottonare la camicia e le bocche incollate, sapeva di rossetto, di caffè, dell’annesso cioccolatino lindt fondente .
Le mie narici, la macchina era invasa di La vie est belle di Lancòme, un odore fruttato e floreale com’era la fantasia del suo reggiseno .

- Ho promesso ad Alessio che ti avrei fatto un pompino in videochiamata
- Non so sono più porco io, te o Alessio !!!
- Lui lo ha fatto con me, mentre mi sditalinavo e voglio che lui faccia lo stesso, voglio far venire lui e te insieme , ti prego !!!
- Mi stai pregando di farmi un pompino, Lory !!! cosa vuoi che ti risponda !?!?! accomodati !!!

Tanga e reggiseno giallo a fiori, diverso dai bianchi o neri di zia Cat che comunque devo riconoscere, ha dei seni più belli e sodi della sua amica Loerdana.
La mia bocca spaziava su una bella terza , con capezzoli piccolini ma ora dritti , un bel sedere sodo e una bella depilazione inguinale accoglievano le mie due dita che tastavano ed allargavano le grandi labbra .

Si era messa su di me accarezzando con la vagina la mia cappella e si stava godendo la mia lingua sui seni mentre le mie mani allargavano e stringevano le sue natiche .

La mora , prese il telefono e avviando la videochiamata whatsapp si accingeva a scendere con la bocca sui miei genitali “ reggi il telefono , deve vedere tutto “ mi aveva intimato .
Era in ginocchio sul sedile, con il sedere in su, aveva salutato Alessio mandandogli un bacio e poi, scappellandolo bene, glielo faceva vedere ; io, un po’ in difficoltà per la strana presenza guardavo eccitato il massaggio di Lory mi godevo il pompino , il mio membro scompariva tra le sue labbra e sentivo incisivi, palato, lingua, gola , molto molto erotico ed eccitante vedere quel sedere muoversi piano mentre la mia mano cercava di infilarsi tra le sue intimità .
Sentivo Alessio ansimare, e i rumori di fruscìo immaginando cosa stesse facendo il mio collega , Loredana stava facendo un pompino ad entrambi ed era solo quello che voleva, farlo a me per farlo a lui, guardava il mio membro, il suo nel display e me , sorrideva mentre strizzava le mie palle quasi a far male .

Si era spostata sui testicoli e aveva messo la lingua in mezzo , stavo facendo una spagnola con i miei testicoli alla sua lingua ed era bellissimo , avevo la sensazione che stesse pensando più ad Alessio che a me, le piaceva davvero quel ragazzo, io sembravo un regalo ad Alessio, ma in quel momento, non me ne fregava assolutamente nulla !!!

Adottai la tecnica delle respirazioni profonde con pause per rallentare ed allontanare la fluidità del mio sesso, la mia vista godeva di quella schiena nuda, inarcata, di quel sedere quasi attaccato al finestrino posteriore che andava avanti e dietro, delle gambe leggermente divaricate che accoglievano la mia mano destra , dei suoi capelli, volutamente spostati di lato per mostrare bene la faccia e la bocca sia a me che ad Alessio. Quando lo vedi fare nei film porno è una cosa, ma quando a farlo è la donna della porta accanto è mozzafiato !!!

Il mio dito medio e l’indice erano bagnatissimi, entravano alternando movimenti rotatori a penetrazioni , lei mugolava di piacere pur senza toglierlo dalla bocca , la mia sinistra che leggeva il suo Samsung avrebbe voluto partecipare ma era stata dispensata .
- Mettimi il preservativo , ti voglio !!!
- Assolutamente no, toglitelo dalla testa , non ti scopo, almeno non oggi !!!
Rispose stringendo la mano ancora di più sulla base della mia erezione
- Sei qui per fare un piacere ad Alessio e oggi io voglio questo , se non ti sta bene, puoi anche rivestirti ed andare !!!
Girando il display dalla mia parte , mandai a fare in culo Alessio tornando poi ad inquadrare con la telecamera frontale la bella mora .

Ero in estasi, Loredana è davvero brava a fare i pompini, mi scocciava un po’ non poter approfittare di quel suo sedere ma era andata così .
Le sue labbra passavano da un’aderenza serrata sul mio membro ad un’apertura esagerata per accogliere entrambi i testicoli tamburellandoli con la lingua non so quanto altro avrei resistito, le mie dita intanto si stavano occupando di una doppia penetrazione : vaginale col pollice e anale con il medio, sembrava gradire per come si appoggiava e appiattiva sulla mano .

Accelerava il ritmo di pompaggio , non avrei resistito, provai senza successo a focalizzare la mia mente altrove ma la flessuosità della sua schiena, la fossetta tra le vertebre lombo-sacrali, il mio pollice fradicio, la sua bocca vorace erano troppo .
Sentii percorrere tutta la lunghezza e uscire ogni singola goccia di sperma che lei accolse sorridente con lo sguardo fisso al display come a condividere ogni singolo sapore con il suo amente dall’altra parte del telefono , ebbi la certezza in quel momento che non era la prima volta che lo faceva e che avevo goduto di quel pompino solo per soddisfare il piacere del mio collega .

Salutò il nostro amico, chiuse la telefonata e trascorse ulteriori due minuti a pulirmi ogni singola goccia fuori posto .
- Almeno ora posso leccartela io !?!?!?
- Assolutamente no, oggi no !!! però devo dire che con le mani non te la cavi male, anzì !!!
- È una vita che mi provoco piacere con quella mano, è stato un onore farti godere almeno con quella !!
- Sei proprio un porco segaiolo, devo dirlo alla tua zietta
- Se sei intelligente, come credo che tu lo sia , non lo farai .
Ridemmo , mentre ci rivestivamo, mi fece dare un’ulteriore tastata al suo seno mentre l’aiutavo a rivestirsi , prima di scendere , uno alla volta dall’auto, mi baciò con trasporto e questo bacio , credo e spero , sia stato per me e non per il mio collega Alessio .

Ciao Loredana, dovunque tu sia ora , sei stata una bella parentesi .

Grazie Zia Cat

Questo racconto di è stato letto 2 0 4 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.