Pina 1

Scritto da , il 2012-03-27, genere tradimenti

ciao, dopo qualche riflessione mi sono iscritto a questo sito per raccontare e ricordare alcuni eventi della mia vita, ho pensato che raccontare e' un po' rivivere momenti della mia vita che altrimenti sarebbero andati dimenticati, certamente non sono in ordine cronologico ma solo di memoria ........questa mia esperienza risale a circa 5 anni fa , per motivi logistici e contrattuali (mi stava scadendo il contratto entro la fine dell'anno) mi decisi di cambiare ufficio, mi misi alla ricerca di una struttura che avesse ampio parcheggio, vicino al centro della cittadina (vicino Roma) e di una superficie ampia per avere piu' stanze a disposizione, il mio precedente ufficio era diventato piccolo....avevo assunto una segretaria e due collaboratori , venni a conoscenza che si liberava un appartamento che poteva fare al mio caso, dopo aver contattato il proprietario lo visitai e mi colpi' subito...non cercai altro e concordai subito per il contratto di locazione.
dopo qualche giorno ricevetti le chiavi ed organizzai subito la ristrutturazione ... dovevo lasciare il mio vecchio ufficio entro la fine dell'anno in corso e quindi dovevo affrettarmi per la ristrutturazione, durante i lavori naturalmente venivo assiduamente per controllare che tutto andasse per il verso giusto, una mattina andai al bar ( che stava proprio sotto l'ufficio nello stesso stabile) , con i miei operai a prendere un caffe' notai subito una donna (allora 43enne) molto elegante, raffinata che emanava una femminilita' unica, alta, snella, capelli mossi rossicci ..dai modi molto eleganti e feminili ...consumammo il caffe' ed uscimmo....notai che quella donna entro' il un locale di abbigliamento femminile sulla parte opposta della strada distante circa 50 metri dal portone di ingresso dello stabile del mio ufficio, (in seguito seppi che era una delle due socie titolari......) quella donna mi aveva colpito positivamente, la incontrai qualche altra volta al bar un paio di volte ci incrociammo sulla strada guardandoci negli occhi e sorridendoci in segno di saluto....ma senza mai soffermandoci a scambiare due parole. i lavori di ristrutturazione finirono per tempo, durante le festivita' natalizie iniziai il trasloco e fu proprio in quell'occasione che al bar scambiammo le prime parole, mi chiese di cosa mi occupavo ecc. lei mi disse che in quel periodo era molto impegnata con il negozio dovevano preparare anche i saldi di gennaio ecc...., le mattine successive cercavo sempre di incontrarla per scambiare due parole, inizio' cosi una piacevole conoscenza che di giorno in giorno si rafforzava sempre di piu', io per cultura e riservatezza non sono mai invadente e cerco sempre di evitare problemi specialmente se si e' vicini di lavoro..
una mattina , la segretaria mi annuncia che c'era una persona che mi cercava, con sorpresa vidi Pina e mi disse che era curiosa di vedere come era stato ristrutturato l'ufficio , di vedere la mia stanza .....e che le avrebbe fatto piacere far colazione con me.... non mi sarei mai aspettato una cosa del genere , naturalmente ero molto contento e onorato di questo. gli presentai la mia segretaria, i miei collaboratori , feci vedere l'ufficio, ci accomodammo nella mia stanza a scambiare due parole su di noi...mi disse che era sposata con un uomo piu' grande di lei e che faceva turni impossibili nell'azienda dove lavorava ....che aveva una sola figlia ,studentessa che viveva a Bologna che non aveva amicizie ma solo molte conoscenze e che avrebbe voluto avere una amicizia sincera e confidenziale con una persona sincera e corretta intellettualmente e che in me aveva avuto la sensazione di poter contare in quanto il mio comportamento educato, riservato l'aveva davvero rassicurata , questo davvero mi gratificava . continuammo a vederci per colazioni caffe' telefonate quotidiane, diventavamo sempre piu' confidenziali ed intimi...spesso succedeva che mi chiamasse la sera tardi quando era a casa sola e stavamo ore al telefono..capito' una sera che eravamo molto presi e ci lasciammo andare immaginando di essere spiati in atteggiamenti intimi ..fantasticammo su situazioni intriganti, su posti insoliti dove avremmo voluto fare sesso ecc.......... ci eccitammo molto e quela sera raggiungemmo l'orgasmo toccandoci ..........
il giorno successivo ci incontrammo per la colazione , vidi che aveva indossato un completo nero, una gonna sopra il ginocchio, una giacca e una camicia bianca , scarpe con tacchi non esagerati ma che snellivano le sue gambe, delle calze nere ...un trucco leggero ma elegante, rimasi senza parole alla sua vista, un bacio confidenziale sulle guance per salutarci e darci il buongiorno, c'era un'atmosfera davvero diversa, di complicita' e di passione......le chiesi se alla chiusura del negozio fosse pasata da me , i collaboratori a quell'ora vanno in paiuisa pranzo e rimane solo la segretaria fino alle 14,00 poi va in pausa anche lei fino alle 15,30....alla chiusura del suo negozio verso le 13,00 venne in ufficio, la segretaria mi annuncio' il suo arrivo...la feci accomodare..c'era imbarazzo ..desiderio una atmosfera intrigante ....mi alzai dalla sedia andando incontro a Pina..i nostri sguardi si incrociarono...non ci furono altre parole ma le nostre labbra si unirono in un bacio di passione, le nostre mani scrutavano ogni angolo dei nostri corpi...le aprii la camicia e tirai fuori i suoi seni turgidi non grandi ma i suoi capezzoli erano dritti come chiodi, le sue mani cercavano il mio sesso , constato' la mia eccitazione, slaccio' la cinta...la chiusura lampo scese...ma in un momento sentii il calore dele sue mani sul mio sesso...le mie mani cercavano trovando la sua vagina calda e fradicia, non so come successe ma in preda all'enfasi la vidi inginocchiarsi e baciare il mio sesso, ...sentii la sua lingua veloce e turgida che mi accarezzava tutto il mio sesso...lo sentivo entrare ed uscire da quella bocca calda...ero eccitatissimo...in un momento di lucidita' vidi che dalla porta socchiusa la segretaria stava vedendo quello che stava succedendo , mi fece cenno che stava andando in pausa pranzo...gli feci un segno di assenso e ando' via.........io e Pina rimanemmo soli ci lasciammo andare senza tabu' senza limiti, mi chiese di prenderla dietro...le piaceva tantissimo....non avrei chiesto altro aveva ed ha un sedere fantastico....seguiro il racconto domani ...il lavoro mi sta chiamando

Questo racconto di è stato letto 5 9 5 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.