Clara e Giorgio 9

Scritto da , il 2021-05-30, genere tradimenti

Dopo quella domenica nelle settimane successive mia moglie passava la notte da Mario tre sere, cioè lunedì, mercoledì, venerdì, diceva che il sabato e la domenica erano il giusto riposo, non si sa per chi, in quanto aveva voluto che dopo aver comprato un fallo con ventosa molto grande (40cm x 6cm) ed averlo fissato a terra o al muro, mi inculassi da solo per almeno mezz'ora al giorno, inviandogli il filmato che dovevo fare, mia moglie poteva solamente controllare che lo facessi e che la lubrificazione fosse adeguata. Stranamente io gradivo quella trasformazione, che con l'aiuto di mia moglie imparavo velocemente a comportarmi come una donna, al punto che un sabato che eravamo rimasti in pochi a causa delle ferie che noi avevamo da fare con qualche settimana di ritardo, l'amica più cara di Clara si è avvicinata al mio orecchio e mi ha sussurrato: "Ti rendi conto che ti comporti come una donna? Clara non te lo ha mai detto?" Al che Clara che aveva casualmente sentito mi è venuta subito in aiuto dicendo che era solo una sua sensazione. Avevamo deciso di andare in ferie in montagna per allontanarci dall'afa agostana, ma anche perchè senza un pelo al mare avrei dato origine a deduzioni non volute. Ci siamo riposati, Mario ogni tanto telefonava a me per sapere come procedeva la mia istruzione e io candidamente dicevo che andava tutto bene e Clara lo confermava, ma entrambi non capivamo il senso di questo.
Ormai il trattamento anale quotidiano era una routine e Mario non voleva nemmeno più vedere i filmati, gli bastava sapere che Clara controllasse i tempi. Tornati dalle ferie siamo stati invitati a cena in un ristorante per celebrare il primo anno di scopate per lei e di corna per me, durante la cena Mario aveva fatto molti complimenti a me ma pure a Clara che nella sere in cui non era impegnata con lui si dedicava al mio culetto che ormai era molto allenato. Siccome era venuto a prenderci sotto casa quando ci ha riaccompagnati stranamente è salito su da noi, ha voluto constatare il mio grado di allenamento, mi ha fatto spogliare nudo/a e mi ha palpato con insistenza, inserendomi dietro fino a quattro dita, mi ha annunciato che dopo pochi giorni avrei cominciato a soddisfare qualche bel maschio. Mi sono spaventato, non per il sesso, che avrei anche voluto, ma per le mie conoscenze e la mia posizione pubblica, ma lui mi ha rassicurato che i miei incontri sarebbero avvenuti tutti a casa sua nelle giornate di vuoto di mia moglie, quindi il martedì e il giovedì, ci lasciava liberi il sabato e la domenica. Che conquista, una cosa però la pretendeva e che dovevamo anche fare in fretta, io dovevo essere con abbigliamento femminile, dall'intimo alle scarpe, alla parrucca, in tutto, quindi dato che la domenica i centri commerciali sono aperti, abbiamo fatto un pò di strada per andare fuori città e usando l'intimo di mia moglie come riferimento per le misure abbiamo, anzi mia moglie mi ha comprato un sacco di cose carinissime, molto femminili, così il martedì a casa sua ho incontrato per la prima volta un suo amico che dopo aver apprezzato il mio portamento, mi ha fatto inginocchiare tra le sue gambe e così ho iniziato il mio primo pompino, all'inizio molto maldestro ma con i dovuti consigli ho imparato in fretta e dopo poco mi sono sentito gli spruzzi in bocca, schifato ho cercato di sputare ma il tizio tenendomi per i capelli me lo ha impedito facendomi ingoiare il suo seme, come sapore non era poi così male, ha voluto che lo accarezzassi e ripresa la sua forma mi ha spogliato e messo prono sul letto, dopo avermi sputato sul culo non ha avuto troppa dolcezza, mi ha infilzato con una spinta unica, anche se allenato, ho sentito molto male, ho stretto i denti e ho sopportato, dopo qualche minuto il dolore ha lasciato spazio a un languore a me sconosciuto, mi sentivo leggero, stavo bene, il suo cazzo mi andava dentro e fuori con un ritmo deciso, mi piaceva e ad un tratto senza toccarmi dal mio cazzo ha iniziato una caduta di liquido, stavo venendo e senza toccarmi, una sensazione bellissima, lui ha continuato la sua opera ed io dopo qualche minuto ho ripreso a venire con sua grande soddisfazione ed infine mi ha versato nel culo una bella sborrata molto gradita.
Si è congratulato con Mario e poi con me per la goduriosa scopata, dicendo che ci saremo rivisti presto perchè il mio culo era fantastico. Felice per i complimenti ricevuti sono rientrato a casa dove mia moglie era stata in apprensione per me, ha voluto sapere per filo e per segno cosa avevo fatto se mi era piaciuto, se lo volevo rifare e come mi sentivo: Ho fatto un resoconto dettagliato dal pompino all'inculata, dal piacere ricevuto in bocca al sublime piacere provato col culo.
La nostra vita era ormai decisa da Mario che in un primo momento aveva irretito mia moglie e poi aveva trasformato me in una macchina da sesso a pagamento, infatti Clara gli serviva come suo divertimento, ma io gli procuravo dei bei guadagni anche se mi divertivo un sacco a farlo.
La mia vita era segnata dal lavoro in ufficio durante il giorno e la sera allenamento anale e a giorni alterni grandi scopate spesso anche con due cazzi contemporaneamente, quelle sere erano per me il massimo, avere in bocca un cazzo e nel culo un altro che ti rovistava le viscere, poi si alternavano, a quel punto venivo in continuazione, ei miei maschietti apprezzavano moltissimo le mie prestazioni tanto da essermi creata una clientela selezionata di uomini che volevano solo me, Mario che spesso assisteva alla mie scopate ad un certo punto sentendo i vari commenti fatti dai clienti a mia insaputa che avevano manifestato il desiderio di vedermi ancora più femminile, considerando che non aveva poi molte possibilità di vedere me e Clara insieme, una domenica pomeriggio si è presentato a casa nostra per un caffè, ma il suo scopo era di sondare il terreno in quanto voleva propormi una cura ormonale per migliorare ancor più il mio aspetto.
Mario) Tu sai che sono mesi , ormai un anno che ti vendi con tua grande soddisfazione, ma i clienti vogliono qualcosa in più da te, ti vorrebbero più femminile e a questo punto avrei due soluzioni, la prima un impianto al seno con le protesi, potresti farti fare la misura che preferisci, oppure una cura ormonale che avrebbe dei risultati più lenti e non di misure certe, la cura avrebbe anche il vantaggio di ridurre i tuoi attributi, mi sembra che in due anni tu non abbia potuto utilizzarli, parlatene insieme e poimi fate sapere, ora me ne vado, ciao
segue

Questo racconto di è stato letto 3 3 2 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.