I piedi fantastici di mia cugina

Scritto da , il 2021-01-22, genere feticismo

Ciao, mi chiamo Lorenzo, ho 18 anni, e la storia che vi sto per raccontare è accaduta quest'estate con mia cugina.

Inanzitutto devo precisare che sono feticista dei piedi ormai da quando sono nato e mia cugina mi ha sempre affascinato fisicamente, perchè bella ed elegante. Lei è un po più piccola di me, e non abbiamo un rapporto strettissimo come desidererei perchè i nostri genitori non vanno d'accordo, ma comunque parliamo e chiacchieriamo insieme, sebbene nessuno dei due si confidi con l'altro.

Lei ormai sa del mio feticismo, da quando, anni fa, le baciai i piedi con la scusa di darle fastidio e le prontamente rispose, sussurando, "non è vero, lo hai fatto perchè ti piacciono". Quindi spesso giochiamo con i piedi, specialmente in estate, ma niente di che. Ogni volta che cercavo di avvicinarmi con bocca e naso a quei piedi n. 37/37.5, lei prontamente ritirava il piede con la scusa del solletico. Non so se fosse vero. E manco adesso ne sono sicuro. Magari le da semplicemente fastidio della mia attrazione. Però perche' umiliarmi/eccitarmi se posso ritara i piedi sul più bello?
Questo non l'ho mai capito e forse mai lo capiro'. Le donne...


Quest'estate però è successo qualcosa di diverso. Stavamo sul letto matrimoniale dei miei zii, io a guardare il soffitto, lei al cellulare. Ad un certo punto dice "Dai lollo, ho voglia di leccarti i piedi, tu intanto lecca i miei", così, a caso. Penso lo facesse per farmi felice, per accontentarmi. Non penso sia feticista lei, ma ogni volta che giocavo con i suoi piedi lei faceva lo stesso con i miei.

Silenzio.

A casa c'erano tutti quanti (6 persone), perchè pioveva e non potevamo andare a mare, e la stanza matrimoniale era al centro della casa. Avevo paura che qualcuno potesse vederci (sono quasi sicuro ormai tutti sanno del mio feticismo anche se io non l'ho mai detto direttamente). Non volevo farlo, avevo paura di essere scoperto. Mia cugina intanto stava lì ai piedi del letto, aspettando che facessi qualcosa.
Avevo i suoi piedi odorosi davanti agli occhi, quei piedi che avevo sempre desiderato, quei piedi piccoli e un po' sudati, con dita proporzionate e unghie nè troppo corte, nè troppo lunghe. Un piede perfetto. Lei tra l'altro è proprio una bella ragazza che mi eccita da morire.
Ero imbarazzo, ma allo stesso tempo molto eccitato, avevo il pene gonfio e sporgente, penso che mia cugina se ne accorse.
Dovevo rimanere umile e rifiutare la proposta.
MA ERA L'UNICA VOLTA CHE MI OFRII IN MANIERA COSI DIRETTA I SUOI BEI PIEDI E NON POTEVO FARMELI SCAPPARE.
Vedendomi indeciso avvicino' le sue estremità al mio volto, con faccia maliziosa. Avevo quelle meraviglie a 20 cm dal naso e potevo respirare un odore davvero fantastico, che solo feticisti come me possono capire.
Avrei avuto la forza e la motivazione per metterlo un bocca e succhiarlo tutto.

E così feci. Prima le feci un massaggio sulla pianta, mentre lei mi sfilò il calzino per fare lo stesso. Poi avvicinati le labbra le diedi tanti piccoli bacini a quei piedini meravigliosi e nel farlo andavo su e giu con la mano sulle sue belle coscie. Non saprei descrivere l'odore, che era molto intenso, di piedi sudati dopo una passeggiata tranquilla. Il sapore invece...dio che bontà. I polmoni immagazzinarono tutto quell'odore acre, mi incollai i suoi piedi in faccia mentre lei ansimava dal piacere mentre ciucciava il mio. La forma di quel piede spettacolare appiaccicato alla mia faccia mi faceva alzare ancora di più la sbarra.
Incominciai a leccare la piante, il dorso e il collo dei piedi, ormai la paura di esser visto non c'era più, e volevo che quel momento non finisse mai.

Leccai tutto per bene metre lei mi vedeva con fare malizioso, e dopo questi brevi (ma intensi) minuti andai in bagno a spararmi una grande sega, che fini in un triplice (ebbene si) orgasmo.





La storia raccontata è vera in parte. Davvero mia cugina mi disse "ho voglia di leccarti i piedi, tu fai lo stesso con i miei", ma in preso dell'imbarazzo me ne andai.

Ho una domanda: secondo voi, se lei sa del mio feticismo ormai da diverso tempo, perchè qualche volta giochiamo con i piedi ma poi ritira sempre i piedi sul più bello? Perchè, invece, quel sabato pomeriggio mi disse quella frase?
Davvero non capisco. Scrivetemi a questa email: manuelparejo94@gmail.com


Lorenzo

Questo racconto di è stato letto 4 1 9 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.