Sono il tuo regalo

Scritto da , il 2020-10-30, genere trio

ciao a tutti i lettori.
Mi chiamo luca, e sto per raccontarvi una mia esperienza capitata circa 20 anni fa.
Ero per lavoro tra la regione lazio e quella dell'Abruzzo.
In squadra avevo con me un collega più grande di me come età di nome Sergio.
Arrivati nel paese dove si doveva lavorare, si ando a prenotare le camere per poter pernottare per i 5 giorni lavorativi, Sergio, mi chiamo in disparte per propormi di prendere una camera in comune, perché aveva bisogno di parlare con qualcuno, accettai senza obbiettare.
La sera dopo tornati dal cantiere, ci rifuggiammo subito in camera per rilassarci e prepararsi per andare a cena. Chiesi a Sergio di andare prima lui a farsi la doccia, perché io dovevo chiamare i miei figli altrimenti la mia ex moglie passato quell'ora non me li faceva più sentire. Sergio fini di fare la doccia ed entrai io, mentre mi spogliavo, sentivo Sergio al telefono con la moglie,era bello ascoltare una coppia innamorata dopo tanti anni di matrimoni.
La sera a cena,Sergio mi disse che quel sabato di quella settimana, la moglie compiva 45 anni, e che voleva regalargli qualcosa di speciale, ma non fece accenno di nulla. La settimana scorreva tranquillamente, e mercoledì sera, Sergio mi chiese se sabato andassi a festeggiare con lui e la moglie il compleanno, io accettai, anche perché non avevo impegni, visto che i miei figli erano partiti per la settimana bianca.
La sera in camera, Sergio mi confesso una cosa che mi lascio di ghiaccio, mi disse che lui e sua moglie, nel mentre facevano sesso, immaginavano un altro uomo con loro, e che la moglie si eccitava tantissimo quando lui gli sussurravo in un orecchio che voleva vederla con un altro cazzo in bocca, io comincia ad eccitarmi a tal punto che il mio cazzo era in una erezione totale, dissi a Sergio che mi aveva fatto eccitare, lui mi chiese di fargli vedere se era vero, tirai fuori dal lenzuolo il mio cazzo, Sergio spalancò gli occhi e mi disse che avevo un bel cazzo e che era molto più grosso del suo, al che mi disse se volevo aiutarlo ad realizzare la loro fantasia, io ero lusingato, ma mi disse che la moglie non sapeva nulla, che stava organizzando tutto lui.
Il giorno dopo nell'ora di pranzo, Sergio mi disse che aveva detto a sua moglie se potevano ospitarmi per quel fine settimana, perché io mi ero appena separato ed non sapevo dove sistemarmi in quel periodo, e che la moglie accettò.
Arriva il venerdì e ci mettiamo in viaggio per la puglia, nel tragitto Sergio si raccomandava di andarci piano, visto il cazzo che avevo, ovviamente se la moglie si convinceva ad realizzare la fantasia che avevano.
Arrivammo a casa, la moglie aprì la porta, io rimasi di stucco, davanti a me una donna splendida, piccola come piace a me, con un fisico da adolescente, con un culo da far perdere la testa a Siffredi. Luana così si chiamava, mi fece entrare, lei con quello sguardo scrutatorio, ma che amanava sicurezza e fragilità contemporaneamente, si presentò con un sorriso abbagliante. Aveva già preparato la cena, ma gli chiesi se gentilmente potevo fare una doccia, visto che in macchina avevo sudato tanto, mi indico il bagno al piano di sopra, lasciai le valige, prendendo il necessario per rendermi presentabile a tavola e andai a farmi la doccia. finito la doccia mi accorsi che non avevo portato con me l'accappatoio, chiamai Sergio, chiedendogli se poteva farmelo avere, lasciai appositamente la porta socchiusa, in modo che se Luana salisse le scale, la prima cosa che vedrebbe, era me nudo, cosi Sergio dette a sua moglie l'accappatoio per portarmelo, Luana nel salire vide me nudo che stavo aspettando facendo finta di nulla, arrivata alla porta, mi chiamo e la vidi tutta rossa, ero contento che era riuscito a dargli un idea di cosa avevo in mezzo alle gambe. Luana ritornando in cucina da Sergio, era ancora scossa a tal punto che il marito gli chiese se andasse tutto bene, se aveva visto qualcosa che la turbasse, lei gli rispose che era tutto ok.
Scesi e mi misi a tavola con loro, la cena era meravigliosa, buonissima, feci tantissimi complimenti a Luana,lei mi guardava con occhi dolci e mi chiedeva se avevo mai mangiato quelle prelibatezze, ovvio che risposi che era la migliore cuoca che avessi conosciuta.
Si era fatto tardi, e così decidemmo di andare a dormire, le camere erano una accanto all'altra. Dopo un'oretta circa, sentivo mugulare, sicuramente stavano scopando, e decisi di alzarmi e di mettermi accanto alla loro porta, visto che dovevo aspettare il segnale prestabilito con Sergio. Mi affacciai e vidi che scopavano alla pecorina, la moglie era con la testa alla testa del letto, e Sergio di spalle alla porta, sentivo lui che gli diceva se si chiama lui viene, lei diceva che non era pronta, lui si tolse da dietro e si mise davanti a lei, lo fece prendere in bocca e mentre gli scopava la bocca ripeteva se fossi li, la scoperebbe cosi, lei gemeva lui gli mise due dita nella fica, e lei si stacco un attimo dal sua cazzo e disse: ha un cazzo grosso, che mi aveva visto mentre mi portava l'accappatoio, Sergio gli disse che me l'aveva visto in albergo, e che vorrebbe vederlo dentro la sua fica, lei riprese a pompinare il marito che disse a lei, che era pronta, cosi mi fece cenno di entrare con la mano,entrai piano piano, arrivai dietro di lei, mentre sergio le teneva la testa pigiata al suo cazzo, allungai la mano per toccargli il culo, luano sobbalzo e si girò guardandomi, poi guardo al marito e disse: amore lo faccio per te, e sergio gli disse che lo faceva per lei. mi posizionai dietro di luana, cominciai a leccare quella splendida fica piena di umori, dopo infilato un dito mentre gli ciucciavo il clito, sentii luana tutta tremare e ingoiarsi tutto il cazzo del marito che gli venne in bocca.
Ero eccitatissimo, il cazzo mi faceva male da quanto era duro, spostai leggermente luana, per permettermi di stare comodo per sfondarla, lei mi chiese di fare piano, perché lei aveva avuto solo il cazzo di suo marito, e che il mio era il doppio. entrai piano, appoggiando la cappella e la penetrai con una pressione costante, ma continua,lei era con un orgasmo continuo, io arrivato in fondo dissi al marito di come era tutto nella fica, si affaccio e gli ritorno il cazzo duro, continuavo a martellare quella bella fica, e contemporaneamente facevo pressione al quel buchettino di sopra, luana non diceva nulla e cosi affondai il pollice dentro al culo, gli prese uno spasimo, tremante disse al marito che gli stavo spaccando la fica, e che tra poco gli facevo il culo. Sergio gli dette il cazzo in bocca e lei lo fece scomparire,io non ce la facevo più, mi misi sul letto e dissi a Sergio di scopare la moglie, presi la bocca di luana e la baciai, lei infilava la ligua in gola, mi diceva che stava impazzendo e che voleva fare tutto quella notte.
Luana comincio a farmi un mega pompino, ma si vedeva che non era abituata a quelle dimenzioni, la feci montare sopra, dicendogli di impalarsi e che doveva farlo scomparire nella sua fica, dissi a sergio di mettersi dietro e di incularla, Sergio andò dietro e inizio a infilarlo, luana gridava dal dolore e goduria che provava, dopo poco sergio gli venne nel culo, luana che si fermo e mi disse voglio il tuo cazzo nel culo, gli risposi che ero il suo regalo, e che tutto quello che chiedeva, io la dovevo accontentare...
Se vi e piaciuto, ho tante esperienze da raccontare, commentate se volete

Questo racconto di è stato letto 4 7 8 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.