La cavigliera 1° episodio

Scritto da , il 2020-10-10, genere tradimenti

Salve sono Paolo, 55enne libero professionista Romano, sposato con Francesca 48enne, da oltre 25 anni due figli grandi ed autonomi.
Entrambi teniamo al nostro fisico io praticando paddle, Francesca facendo palestra nello specifico spinning un attività che ha il pregio di modellare la parte bassa del corpo nella fattispecie i glutei.
Come sono arrivato a scrivere questo racconto?
E' ormai da qualche anno che pur amando alla follia mia moglie ed essendone attratto fisicamente, e credetemi che sono pochi quelli che non la guardano quando siamo in giro, per eccitarmi devo dedicarmi a letture cuckold… si avete capito mi eccito al pensiero che la mia Francesca mi metta le corna o ancora peggio lo faccia in modo spudorato quasi in accordo con me.
Finora ho sempre creduto di aver cancellato sempre tutto ma purtroppo se proseguirete nella lettura vi accorgerete che cosi non era stato.
Ma arriviamo ad oggi, il covid ci ha purtroppo costretto a restare in Italia per le vacanze ed esattamente siamo stati in Puglia, in un villaggio vacanze tanto sponsorizzato quanto caro e pieno di animatori invadenti. Il tempo scorreva tranquillo tra mare e sole e la classica passeggiata serale per i borghi barocchi o saraceni del posto, ma cera una cosa che non mi tornava…erano ormai 5 giorni che eravamo arrivati e per un motivo o un altro non facevamo sesso cosa alquanto strana visto che in vacanza davamo il meglio di noi.
In compenso lei si pavoneggiava tra animatori e spiaggini mettendosi sempre in mostra sia per i suoi costumi decisamente più succinti del solito e sia nelle varie attività sportive.
Un giorno mentre io ero perso nel leggere un giornale sul tablet e lei si rosolava al sole mi accorgo che ferma un Vucumpra, cosa decisamente strana gli chiede di mostrargli delle cavigliere!
Ne sceglie una con dei ciondoli si gira verso me e mi dice paga, poi vieni qui che me la metti con un sorrisetto malefico che conosco molto bene.
Mi inginocchio per allacciarla e lei mi porge la caviglia destra, li per li rimasi sorpreso immaginando ad un suo sbaglio o solo al vezzo di non coprire un tatuaggio sull’altra caviglia ma feci finta di niente e continuai ad allacciare facendo fare attenzione a nascondere un eccitazione che vuoi per l’astinenza o vuoi per la mitologia della cavigliera si stava facendo vedere.
Mi vado a rimettere sdraiato, quando lei alzandosi mi dice ti ho inviato un link su WhatsApp, leggilo e poi raggiungimi in acqua.
Io come al solito cadendo dalle nuvole gli dissi guarda che abbiamo pensione completa non cercare posti fuori da Villaggio, la sua risposta fu sarcastica e chi esce dal villaggio e credimi che dopo dovrò mangiare e pure tanto per riprendermi…
Si alza e noto che indossava un costume che non avevo mai visto, praticamente un costume che si poteva regolare fino a diventare un filo che si nascondeva tra le sue chiappe, apro whtsapp e con stupore trovo un link a me familiare, era la spiegazione tra indossare la cavigliera a destra piuttosto che a sinistra.
Pur conoscendolo a memoria lo avrò letto due o tre volte non credendo ai miei occhi, a fatica mi alzo e la raggiungo in acqua.
Lei mi viene incontro e mi dice fatto effetto come al tuo solito vedo, resto sorpreso…ma lei ormai è un fiume in piena e mi comincia a raccontare che una sera dopo aver fatto l’amore non riuscendo a prendere sonno si è alzata per andare a bere ed ha visto il mio pc acceso, una dimenticanza resa possibile dall’eccitazione che dovevo smaltire, ha cominciato a curiosare credendo di trovare prove della mia infedeltà rimanendo sorpresa e forse anche delusa.
Ha trovato tutta la cronologia che aveva un solo comun denominatore donne che scopavano con sconosciuti o con bull fissi ma mai con il marito.
Ha passato giorni a pensare a sbollire la rabbia a leggere mail con bull i quali chiedevo consiglio e magari mandavo foto di mia moglie a sua insaputa, fino ad arrivare alla sua decisone di rendermi CORNUTO!
Mi disse è questo quello che vuoi? Ti farò contento, ma non voglio sentire storie ho salvato tutto su un hard disk esterno costudito in un posto segreto, quindi rispondi ora se è si vedrai di cosa sono capace, se è no guai a te se vedo cosa del genere in giro.
Avevo la gola secca ma usci solo un timido si...
continua

Questo racconto di è stato letto 1 8 0 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.