Incontro su Tinder

Scritto da , il 2020-06-29, genere etero

Era un periodo un po' strano della mia vita: era estate, faceva caldo, ero single e felice (o almeno credevo) eppure avevo un'irrefrenabile voglia di nuovi incontri nonostante il sesso non mancasse, come se non ne avessi mai abbastanza. Mi iscrivo su Tinder, seleziono le foto e vai comincia l'avventura. Dopo qualche giorno dopo il classico "match" inizio a chattare con una moretta riccia sui 32/33 anni, faccia carina e sbarazzina che fa la parrucchiera. Il fisico purtroppo dalle foto non si vede bene e per questo ho qualche dubbio ma lei sembra un tipo interessante e senza troppi giri ci accordiamo per una birretta dopo cena.
Mi vesto carino con jeans e maglietta e arrivo con il solito ritardo all'appuntamento, dopo qualche minuto lei scende e... e ovviamente è un mezzo pacco. Lei è effettivamente quella delle foto riccia, carina e con sguardo sbarazzino, ma è decisamente più in carne di quello che mi aspettavo, anche lei con jeans e maglietta scollata che fa intravedere però un discreto seno. Ma non mi perdo d'animo e decido cmq di continuare l'incontro da gentiluomo, evitando magari i locali che di solito frequento. La serata scorre tranquillamente anche perché in breve sia brilli, andiamo in un primo bar per due birre, poi ne prendiamo un'altra take away e ci sediamo su una panchina, quando si fa l'una decido di portarla a casa. Lei è simpatica ed anche una ragazza in gamba, mi racconta del suo lavoro e delle sue famose clienti, ma è palese la distanza tra di noi (neanche fossimo in tempi di covid 🤣) anche se lei mi guarda sempre con questo sguardo un po' malizioso.
Arrivato sotto casa sua di istinto chiudo la macchina, mi giro verso di lei e la guardo, poi mi avvicino lentamente per salutarla con i due bacetti e qua succede una cosa inaspettata: lei dopo il primo bacetto, nel momento in cui giriamo entrambi il viso e le nostre labbra sono più vicine, sì avvicina e mi strappa un bacio a stampo. Lì per lì rimango stupito e fermo e non dico niente, al che lei lei mi guarda intensamente e io in qualche modo ne sono soggiogato, conquistato, mi vuole e me lo dimostra chiaramente e questo mi eccita. Vedendomi imbambolato nelle sue mani si avvicina nuovamente e mi bacia di nuovo, per poi prendermi il labbro inferiore e succhiarlo, scende giù e mi mordicchia il mento, con la mano mi tocca la barba e poi i capelli, nel frattempo con la bocca è arrivata al mio lobo destro e me lecca, infine scende giù sul collo mordendolo dolcemente mentre saldamente mi tiene per i capelli. Io chiudo gli occhi e mi godo il momento, complice anche l'alcol che mi fa quasi perdere i sensi, con tutti i brividi che mi scorrono dalla schiena fino a giù dove sono sempre più eccitato... Di colpo mi risveglio e cerco di riprendere il controllo della situazione: la prendi per il lunghi riccioli e la stacco dolcemente dal mio collo, la guardo lei ansima col la bocca leggermente aperta ed è eccitata, in un secondo sono su di lei. La bacio con forza, con baci profondi e passionali, sono sulle sue labbra, sul suo collo, le tocco il seno.
La sua mano intanto arriva sulla mia patta e mi dice sfottendomi "non volevi tornare già a casa?", "Non pensavo che fossi così porca" rispondo, e lei "non hai visto niente", e dicendo questo mi apre i pantaloni, leva i boxer e impugna il mio pisello e inizia a leccare la cappella con voracità poi se lo toglie dalla bocca e sbattendoselo sulla faccia mi fa
-"mmmm ma quanto è bello questo cazzo!?"
-"Sei una puttana"
-"mmm sì sì una puttana..." Poi ci ripensa e mi dice "non sono una puttana è che mi piace il cazzo.. mi piace scopare..che ci posso fa'!?" e poi da due slurpate fino a giù in fondo prendendolo tutto, "sono la tua puttana sta sera"
-"vedo quanto ti piace, se lo sapevo ti davo questo al posto delle birre" rispondo e così facendo la spingo tutta giù per la nuca fino a prenderlo il più possibile cosa che fa agevolmente fino a che ha diversi conati.
Per un momento risale su dal mio cazzo per prendere fiato, usando la lingua su tutta l'asta, completamente soggiogata-"Dai sbattimelo un po' in faccia e dimmi cosa sono" continua leccandomi il pisello
La guardo, ansima con la bava alla bocca, è fuori controllo, è molto diversa dalla casta e cicciottella parrucchiera del centro, ora ha voglia di cazzo fino in fondo...
La prendo per i capelli e le sbatto in faccia il cazzo, poi la faccio scendere giù a leccarmi le palle, anche se l'operazione in macchina è poco agevole.
"Eccotelo tutto troia" e così la riprendo per i capelli la riporto sul pisello e comincio a scoparla come se la sua bocca fosse una figa, come se lei fosse una bambolina. Lei si dimena, ansima, ma continua a succhiare e a muovere la lingua dovunque, è davvero molto brava mi fa perdere il controllo e non le chiedo di certo il permesso quando arrivano i primi schizzi che vanno direttamente in gola, al quarto consecutivo non ce la fa più e fa per togliersi sporcandosi anche viso occhi e naso. Poi con la mano la riporto giù e sento la sua lingua pulirmi tutta la cappella, io mi appoggio al sedile sfinito mente continua a pulirmelo completamente.
È in quel momento che mi accorgo dei lampioni per la strada, che il realtà per quanto tardi siamo pur sempre vicino al suo portone di casa in una zona residenziale, passa un signore con un cane che ci ignora, per fortuna ho i vetri scuri penso.
-"Se mi fai salire, ti do il resto, te lo meriti" le dico sfidandola
-"no no meglio di no... Per chi mi hai preso vuoi tutto la prima sera!?" Mi risponde con voce che però è tornata normale...
"Boh fai un po' te"..
Ci salutiamo e corro a casa, sono sfinito e sinceramente non so se ce l'avrei fatta a fare un secondo round con lei che in fondo neanche mi piace.
Appena prima di spegnere il telefono mi arriva un messaggio WhatsApp, è lei "Sai che forse avevi ragione, avrei dovuto farti salire...mi hai lasciata con troppa voglia" io sorrido...ogni lasciata è persa e spengo la luce...

Ci tengo a precisare che ogni mia storia è ispirata a una storia vera, anche sulla tensione dei dialoghi che sono ovviamente ritoccati ma mantengono il senso.
Per ogni commento la mia e-mail è natsherman89@gmail.com.

Questo racconto di è stato letto 2 5 1 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.