Tradimento casuale

Scritto da , il 2020-01-23, genere tradimenti

Era in vacanza con la mia famiglia e causa impegni di lavoro il mio fidanzato non è potuto venire anche lui.
Nonostante tutto mi godevo le serate d’estate con parenti e amici che erano lì in vacanza.
Nonostante mi sentivo spesso con il mio ragazzo facendolo tranquillizzare e di non essere troppo geloso che anche se uscivo ero sempre in compagnia.
Una sera un amico della comitiva che conoscevo già da anni mi chiese se potevo farlo compagnia che doveva accompagnare il fratello ad una festa un po’ distante da dove avevamo le abitazioni così al ritorno non se ne sarebbe tornato da solo per poi raggiungere insieme il resto della comitiva.
Al ritorno parlando del più e del meno e sopratutto dei nostri partner ci fermammo a vedere alcune meraviglie del posto.
Infatti sbagliammo strada e ci trovammo in una parte abbastanza isolata dove c’era il mare e si intravedeva il paesaggio.
Io ero vestita con una maglietta con la scollatura a U e una minigonna e lui invece camicia di lino e bermuda.
Tra noi c’è sempre stata attrazione poi visto il luogo tranquillo riservato il panorama che creava la situazione abbastanza romantica e come dice il detto l’occasione fa l’uomo e la donna ladro però io non volevo tradire il mio ragazzo ma lui era molto bravo a coinvolgermi mentalmente. Ci guardammo per qualche secondo e lui mi baciò io cercavo di resistere dicendo lo sai che non dovremmo che siamo tutti e due impegnati ma lui continuava a baciarmi sul collo sul petto scoprendomi il seno e con la mano mi accarezzava le gambe accarezzandomi all’interno della minigonna facendomi bagnare tutta e da lì mi lasciai andare e ci baciammo in maniera passionale lui mi tolse la maglietta e il reggiseno e mi leccava tutto il seno poi alzo la minigonna mi sfilo il perizoma e comincio a leccarmi in mezzo alle gambe e tutta la figa ero in estasi.
Poi prese il suo cazzo duro come un marmo e doppio e me lo penterò nella mia figa e comincio a sfondarmi con colpi sempre più forti facendomi godere come una cagna in calore facendomi emanare versi siiii ahhh ahhhh siii vaiii ahhhhh ahhhhh ancora vai non fermarti vaiii siiiii ahhh ahhh
facendomi arrivare ad orgasmi multipli e pensare che fino a quel momento avevo provato solo il cazzo di quel cornuto del mio ragazzo.
Non credevo di arrivare a tradire il mio ragazzo ma avvolte si creano situazioni che non ne puoi fare almeno tanto si sa le cornee sono come le scarpe prima o poi tutti ne avremmo un paio.

Questo racconto di è stato letto 1 0 7 7 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.