Quale delle due cugine?

Scritto da , il 2011-08-20, genere incesti

Questo è un fatto che mi è realmente accaduto circa 30 anni fa’, in un paesino del litorale Salentino.
All'epoca avevo 14 anni e passavo buona parte dell'estate nella casa al mare di una mia zia, quasi unicamente perché una buona parte dei miei amici si trasferivano in questo piccolo paesino sul mare. La casa non era molto grande aveva un cucinotto con una sala da pranzo un bagno e due camere da letto, di cui in una di solito ci dormivamo in 3, sorella e fratello più io che ero il più piccolo abbiamo circa un anno di differenza uno con l’altro, la cugina era la più grande.
Da circa una settimana si era aggiunta a noi un’altra cugina, stessa età dell’altra, che non vedevamo spesso in quanto viveva in provincia di Roma, quindi nella camera c’era un po’ di sovraffollamento, e pertanto essendo il più piccolo mi toccava dormire su di un materasso messo per terra, ma non mi lamentavo, anche perchè ero l’unico che poteva mettere “il letto” dove voleva in cerca di un po’di brezza notturna.
Ma ora vi racconto quello che successe una notte.
Era una di quelle notti in cui il vento si era scordato di esistere, ed io continuavo a spostare il materasso nella speranza di trovare un po’ di vento, che alla fine trovai mettendomi tra la finestra e la porta, e finalmente riuscii a addormentarmi, ma ad un tratto fui svegliato da qualcosa che toccava le mie gambe, mi misi a sedere e nella penombra scopri che sui letti non c’era più nessuno e che i materassi erano tutti per terra attaccati al mio, non ci feci caso e mi rimisi giù, non feci in tempo a riaddormentarmi che mi ritrovavi con un culo attaccato alla faccia, ero tentato di accarezzarlo ma pensavo che se si svegliava la padrona del culetto e avesse gridato si sarebbero svegliati tutti e sarebbe successo un casino, ma al solo pensiero di toccare un culo ed una figa anche con le mutande mi divenne duro, alla fine mi feci coraggio ed iniziai a toccare prima le cosce e piano piano mi spingevo sempre più su con indifferenza, come se stessi dormendo, arrivai a contatto con le mutande mi accorsi che erano un po’ umide nella parte anteriore, proprio in quel momento mia cugina si spostò ed io per paura ritirai la mano, ma non successe nulla si stava solo spostando e si era girata verso di me che adesso nella penombra vedevo il lato della figa, così ripresi a toccare, ero intenzionato ad arrivare alla figa, ci arrivai ma non trovai le mutandine (le aveva spostate di lato), toccavo dei peli un po’ umidi e mentre toccavo le gambe si allargavano leggermente, ero deciso a continuare e mentre toccavo quella fighetta che continuava a bagnarsi ho sentito una mano sul mio cazzo che ormai stava esplodendo, me lo ha tirato fuori ed ha iniziato dolcemente a farmi una sega, mentre io continuavo a tormentargli la figa, ad un certo momento ho iniziato a sentire che tremava tutta e le mie dita erano completamente bagnate, nello stesso momento si è messo il cazzo in bocca e dopo pochi secondi gli ho riempito la bocca di sperma che ha ingoiato tutto, dopo di questo si è allontanata e dopo un po’ mi sono addormentato.
L’indomani quando mi sono svegliato ero da solo in camera, gli altri si erano già alzati, quindi non ho avuto modo di sapere chi occupava il posto accanto a me, per tutto il resto dell’estate non c’è mai più stata un’altra occasione del genere.
Io non ho mai fatto a nessuna delle due delle battute o domande esplicite, anche perchè immaginate un po’ se dicevo qualcosa a quella sbagliata cosa poteva succedere, e lei era nella stessa condizione visto che eravamo due maschi e probabilmente non sapeva chi dei due era stato a farla bagnare in quel modo.
In conclusione io ormai sono sposato e vivo lontano per lavoro ci vediamo raramente ma non ho mai scoperto quale delle due cugine in quella torrida notte mi ha fatto godere come non avevo mai goduto prima.

Questo racconto di è stato letto 1 3 5 5 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.