Sara racconta la verita' a suo marito

Scritto da , il 2019-03-10, genere tradimenti

Ciao a tutti quelli che hanno letto la prima parte della nostra storia, prima parte perché ora lo spiegherò a voi, ma anche al mio amato sposo.... a proposito io sono "Sara"....
Caro maritino,
a dire il vero la storia che hai raccontato non è del tutto veritiera nel senso che più che non veritiera c' è una parte mancante o che per meglio dire non conosci... ma visto che mi sono resa conto di quanto ti piaccia che sia Troia te la racconto.
Ecco... vedi quando sono atterrata in Svizzera tutto avrei immaginato tranne riscoprirmi ninfomane, e così il fatto di essere sola in un paese straniero ha suscitato in me una gran voglia di cazzo, non facevo che pensare a come, quando e quanti ne avrei potuti avere, ma ero là per lavoro ed avevo una reputazione da difendere e così di giorno mi comportavo da perfetta manager, e di notte intrattenevo in chat amanti virtuali con i quali giocavo a masturbarmi, ma questo lo sapevi già e lo hai anche potuto constatare vedendo un paio dei video che per sbaglio erano rimasti registrati sul mio portatile...
quello che invece ancora non ti ho mai raccontato è che proprio l' ultima sera prima della partenza per fare ritorno da te in Italia sono andata in una bellissima SPA... mi faceva impazzire non poco il fatto di masturbarmi tutte le sere facendo godere altri maschi... ma il mio corpo sentiva il bisogno di un contatto più fisico, di essere accarezzato, toccato, forse massaggiato... ed ecco che entrando in quel posto meraviglioso gli odori degli olii aromatizzati al patchouli, al bergamotto e alla vaniglia iniziarono a penetrare la mia anima , anche se solo dopo avrei constatato che qualcos'altro avrebbe, in quel posto idilliaco, penetrato il mio corpo.
Entrando due bellissime ragazze orientali mi fecero accomodare in una sala da thè dicendomi che mi stavano aspettando e che a breve sarebbe giunto il mio massaggiatore... ebbene sì, quando chiamai per prendere appuntamento espressi il desiderio che a massaggiarmi fosse un ragazzo.
Stavo sorseggiando un delizioso thè alla cannella quando ecco prendere forma davanti a me una statua umana.. un metro e novanta di virilità, occhi verdi fisico asciutto e abbronzato, labbra carnose sui 30 anni, ma sopratutto un pacco ben carico, tshirt e pantaloni bianchi, ero pietrificata, solitamente mi capita di essere osservata, ma non il contrario... Piacere io sono Dan il suo massaggiatore, l' accento latino rendeva ancora più sexy quel maschio che avevo davanti a me è che non vedevo l'ora di divorare.... Se desidera può mettersi comoda.... sul lettino c' è un asciugamano con il quale può coprirsi ,io intanto scaldo gli olii che ho preparato per il suo massaggio. Decisi di rimanere completamente nuda, lui si avvicinò ed iniziò ad ungermi con l' olio caldo, ogni volta che allungava le sue braccia per massaggiarmi il suo membro caldo faceva pressione sulla mia testa, lo sentivo di volta in volta ingrossarsi sempre più anche se lui cercava di mantenere un rapporto professionale, stavo impazzendo non vedevo l' ora di averlo tutto in bocca, anche la mia fighetta intanto mentre mi messaggiava le cosce iniziava a colare i miei umori, se ne stava accorgendo anche lui, che decise così di infilarmi due dita dentro, a quel gesto non ho resistito e gli ho tirato fuori il cazzo dai pantaloni iniziando a succhiarglielo voracemente, aveva un arnese di circa 20 cm e 3-4cm di diametro in erezione era completamente glabro scuro come il resto del corpo, al mio pompino il ragazzo non resistette ad emettere un sonoro gemito di piacere... tanto forte che una delle due ragazze che mi fecero accomodare all' entrata entrò per controllare che non ci fossero problemi o forse fece finta perche' le bastò un mio cenno per farla avvicinare e mettersi in ginocchio a leccarmi la fica (questa è stata la mia prima esperienza bisessuale), non contenta mi baciò con passione in bocca e fu proprio in quell'attimo che Dan mi penetrò facendomi urlare come non saprei nemmeno descrivere... ma non fu tutto caro maritino... devi sapere che nella stanza accanto alla mia c'era un altro massaggiatore che aspettava il suo cliente di turno... Fece per entrare, non era un gran che era un po' attempato per i miei gusti ma pulito e distinto, appena entro' gli feci cenno di unirsi e lui non se lo fece ripetere due volte , gli tirai fuori un cazzo di tutto rispetto e mentre la massaggiatrice mi slinguazzava, io intanto la sditalinavo in profondità, Dan mi scopava forte, decisi che avrei dato sfogo alla mia troiaggine.Dopo due minuti avevo Dan nel culo che pompava come un porno attore,il signore sdraiatosi sul lettino con me sopra mentre accoglievo il suo cazzo dentro fino le palle e la fica della massaggiatrice salita anchessa sul lettino sulla bocca ed io a slinguazzarla in profondita'... Oramai ero partita, dopo settimane di sesso virtuale con 3 partner non 4 come dici tu , volevo farmi sfondare.
Fini'che Dan mi riempi il culo,il signore la fica, ricordo bene i fiotti caldi dentro di me,con un finale da oscar. La massaggiatrice mi fece sdraiare pancia su sul lettino allargandomi le gambe, inizio a succhiare tutto lo sperma che mi usciva dal culo e fica.... Mi sa che la piu troia tra noi due, era lei. Decise poi di condividere tutta quella crema baciandomi... Li' ho passato tutti i limiti ma non ne potevo piu',avevo bisogno di sfogare la mia depravazione e quale occasione migliore una settimana da sola per lavoro circondata da uomini.
Comunque ti amo anch'io..vita mia.
Ma ho bisogno di recuperare 20 anni...ma questo a te non dispiace....
Notte cornuto mio

Questo racconto di è stato letto 1 0 1 8 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.