Di quando ai ragazzi sono stati rivelati i segreti incestuosi della famiglia - 20

Scritto da , il 2019-01-29, genere incesti

Sembravano addormentati quando la mamma della ragazza li aveva scoperti dal lenzuolo trovando lui che la stringeva abbracciato da dietro.

Alle parole della mamma,la ragazza aveva aperto gli occhi e sorridendole aveva detto quasi sospirando:

-Ciao mamma-

Anche il ragazzo aprendo gli occhi l'aveva salutata con un sorriso.

-Siete svegli....e io che credevo che vi foste addormentati attaccati come due cagnolini.

Adesso però mi avete incuriosita e voglio vedere bene com'è il fatto!-

Detto questo,la donna era salita sul letto e con una lieve pressione della mano,aveva invitato i ragazzi e staccarsi.

Lo spettacolo che si era presentato ai suoi occhi era quanto mai esplicito e sorprendente.

Le labbra della vagina della ragazza erano lucide dai residui di sperma della notte brava mentre il cazzo del ragazzo,in piena erezione,luccicava come una verga di acciaio.

-Che spettacolo ragazzi!

Siete davvero due porcelli,non contenti di quello che avete combinato stanotte,avevate ripreso subito stamattina appena svegli.

Cosa dici Alice,posso assaggiare anch'io come antipasto questo cannolo prima che andiamo a fare colazione?-

-Certo mamma,accomodati pure tanto pare proprio che Andrea abbia una scorta inesauribile di crema dentro quei palloncini pelosi.-

Mentre tutti e tre erano scoppiati in una gioiosa risata,la donna si era chinata ed aveva imboccato il membro caldo e bagnato del ragazzo.

Prendendolo tra le dita e facendolo scivolare tra le labbra,si era subito resa conto che si trattava di un calibro decisamente fuori misura per la giovane età del ragazzo.

Era più grosso di quello dl marito e,ovviamente,molto più duro.

Felice della scoperta ed eccitata come una cagna,si era dedicata con tutta la sua passione e la carica di libidine a quel primo pompino ,anche da lei atteso da tempo.

L'aveva leccato e subito imboccato facendoselo scivolare tutto in gola come a volerne constatare la consistenza e la vitalità.

Poi era scesa con la punta della lingua a tastargli i testicoli rendendosi conto che erano davvero pieni come le aveva anticipato la figlia.

L'aveva leccato risalendo l'asta umida e liscia sino a testare con le punta il frenulo
che provocava rapide contrazioni che aumentava la sua libidine.

La cappella gonfia e invitante come un frutto esotico,rilasciava già gustose goccioline che lei raccoglieva con la lingua

Si lavorava quel pulsante arnese con golosa maestria e quando il ragazzo si era contratto ed aveva cominciato ad accelerare ed aumentare i suoi ansimi,l'aveva imboccato facendosi riempire il cavo orale di sborra.

Non una sola goccia era fuoruscita dalle sue labbra serrate ed anche dopo aver ingoiato tutto,aveva concluso il pompino strizzando la verga che perdeva turgore,risucchiandone ogni residua stilla e ripulendolo con un meticoloso bidet con la bocca.

La ragazza per tutto il tempo era rimasta col viso vicino a quello della mamma per non perdere neanche un momento di quella istruttiva lezione.

Mentre la donna era impegnata con gli ultimi ritocchi di quel meraviglioso attrezzo,sulla porta della camera era apparso il marito che aveva detto:

-Per fortuna che eri venuta a svegliarli per la colazione perché se fossi venuta per scopare vi avrei rivisti domani mattina.-

Un'altra corale risata era risuonata nella stanza.

-Su ragazzi a tavola che con l'energia che avete speso stanotte avete proprio bisogno di rifocillarvi col ben di Dio che la mamma vi ha preparato.-

Aveva concluso e subito ribattuto dalla moglie:

-Guarda che io ho già fatto un pieno energetico con la sua riserva di panna montata!-

A tavola tutti sprizzavano gioia da ogni poro e persino la giornata con un sole stupendo pareva voler partecipare alla felicità di quei momenti.

La mamma dopo aver finito di mettere in tavola le ultime cose,si era seduta e con aria seria aveva esordito:

-Ragazzi,a questo punto,è inutile che continuiamo a conservare questo segreto che io e mio marito custodiamo da sempre.

Tu andrea,non sei soltanto il fratello di mio marito e zio di Alice.

Tu sei anche il figlio di Claudio e sei fratello di Alice.

A quella rivelazione,una specie di gelo era sceso nell'ambiente prima che I ragazzi chiedessero di chiarire meglio quello che avevano sentito.

-Il fatto è questo:Giovanna è la mamma di Claudio con il quale hanno un bellissimo rapporto d'amore incestuoso dal quale sei nato tu Andrea.Poi io e Claudio ci siamo sposati ed sei nata tu Alice.Dunque,tu e Andrea siete figli dello stesso padre.

Tutto quello che vi stiamo raccontando è un segreto che deve rimanere in questa stanza infatti,la mamma di vostro padre non sa che noi sappiamo e naturalmente,neanche il marito sa del rapporto incestuoso con suo figlio.

A questo punto,credo che sarà più facile per tutti riuscire a coronare il sogno che ognuno di noi,anche se inconsciamente,custodiva gelosamente.

Credo proprio che tua madre Andrea sarà felice di accoglierti nel suo letto e tra le sue gambe anche,a causa dell'età non potrà regalarti un figlio ed anche tu,Alice potrai fare l'amore con tua nonna.

Voi già sapete che io e vostro padre abbiamo già da molto tempo rapporti con lei e dunque,sarò io stessa a parlarle affinché si apra anche a voi prima che l'età glielo impedisca.-

-Mamma...voglio essere io la prima con la nonna.
Te l'ho già detto che ho questo desiderio da molto tempo.-

Aveva detto un po emozionata Alice.-

-Certo tesoro,non preoccuparti,domani stesso le parlerò e quanto a te Andrea,prima dovrai passare nel mio letto "con l'argomento che ho visto stamattina" mi sento già tutta bagnata e non temere,tuo padre sarà felicissimo che tu faccia l'amore con me,sua moglie e magari chissà,potrai anche ingravidarmi se lo vogliamo tutti.-

Il disvelamento di quei segreti aveva inizialmente creato disagio e sgomento nei ragazzi ma,le prospettive che si aprivano,avevano rilassato l'ambiente sino a riportare la gioia di qualche ora prima.

Dopo la colazione i ragazzi avevano deciso di uscire per restare un po soli e discutere sulle molte novità e le sue prospettive.

Andrea aveva confessato che era molto soddisfatto della situazione e che già immaginava che la sua vita sessuale si sarebbe svolta tutta all'interno della famiglia.

Alice al contrario,aveva già in mente di allargare il suo giro di frequentazioni sessuali sino ad incontrare il ragazzo col quale sposarsi per poter finalmente anche lei farsi ingravidare dal padre e dallo stesso Andrea e dall'altro fratello al momento giusto.

Alice aveva un piano diabolico in mente.

Voleva una famiglia numerosa i cui figli però fossero tutti o quasi di suo padre e dei suoi fratelli.

-In questo non transigo!-

Avevo detto,aggiungendo poi:

-Se non trovo un marito che mi accontenta in questo,mi cercherò un cornuto e sarà peggio per lui.-

Tornati a casa,senza tanti giri di parole aveva informato i genitori delle sue decisioni.

Dopo pranzo e qualche piccante digressione,Alice si era alzata e si era inginocchiata davanti al padre per aprirgli la patta dei pantaloni e cominciare subito a succhiargli l'uccello mentre la mamma,aveva preso il figlio per mano e se l'era portato in camera da letto dove più tardi,si sarebbero ritrovati tutti.

Segue





Questo racconto di è stato letto 1 1 3 2 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.